Sponsors
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Indy: Road America ospita il secondo round

Mentre si aprono le iscrizioni alla sesta edizione del Campionato Italiano rF3, l'SRZ Atomic Indycar si appresta a fare tappa, per la prima volta nella sua storia, a Road America, autodromo particolarmente apprezzato dai sim-driver viste le sue caratteristiche tecniche e le alte velocità tenute in ogni passaggio. Assieme al precedente round, quello inaugurale di Sonoma, il circuito del Wisconsin chiude la prima parte di campionato, un duo di gare stradali che fa da apertura prima di una breve pausa e di un doppio appuntamento sugli ovali di Pocono e del Texas. Giuseppe Rainieri, dominatore assoluto all'Infineon Raceway, ha sicuramente le carte in regola per potersi riconfermare davanti a tutti, ma dovrà tenere d'occhio le due Iron Brain by Pescara SRT di Eros Masciulli e Michael Francesconi, parse molto competitive, seppur sfortunate, al debutto. Ha fatto un grande ritorno in pista, dopo mesi di assenza per problemi lavorativi, Daniele Primavera, terzo al traguardo di Sonoma, protagonista di una bellissima gara di rimonta dopo una sessione di qualifica abbastanza deludente. Il sim-driver romano, che corre come PRIVATO con la vecchia livrea del Monster Team, può indubbiamente inserirsi stabilmente nelle prime posizioni, così come l'intera truppa dell'IES Racing Team. La squadra, scossa dal ban permanente inflitto dallo Staff nei confronti di Roberto Alaimo, è reduce da una prestazione piuttosto buona, anche se poco compatta. La IES National, infatti, ha subito guadagnato il secondo posto della classifica costruttori, a 7 punti dallo Skizzato Racing Team, piazzando il solito incredibile Emanuele Mascetti in seconda posizione ed il fratello maggiore solo in decima. Il secondo team, invece, la IES International, ha visto invalidato il risultato di Roberto Alaimo, con il solo Giuseppe Laino, sesto dopo una difficile rimonta, a mettere così fieno in cascina. In virtù della squalifica dell'ex TM, inoltre, Luca Albertoni ha deciso di spostare Nicola Ferrari, precedentemente in Lai Engineering nel team ufficiale al fianco proprio del napoletano.

Il tracciato di Road America è uno dei pochi autodromi al mondo che conserva ancora il suo tracciato originale di 6.515 km di lunghezza con quattordici curve. Situato nella zona collinare del Kettle Moraine, esso è caratterizzato, come quasi tutti i circuiti americani, da parecchi saliscendi e da un rettilineo principale dove si possono superare i 300 km/h di velocità di punta. Spettacolare il tratto veloce dopo la piega di The Kink, una porzione di pista molto ristretta, delimitata dai muretti, che non consente il minimo errore. Superare non sarà affatto semplice, nonostante le numerose staccate presenti, quali quelle della curva 5, della 6 e della 8. Ad ogni modo, ai partecipanti basterà portare la vettura al traguardo per alimentare le proprie chance di vincere uno dei premi forniti da ATOMIC Accessories. Dopo il TVR Sport Racing Steering Wheel 'Evo' vinto a sorteggio da Roberto Lai, per l'ATOMIC Indy Grand Prix Road America in palio ci sarà un Joypad Twinshock 3 Wireless.

Per assistere allo spettacolo dell'SRZ Atomic Indycar, l'appuntamento è per questa sera, Martedì 1 Aprile, a partire dalle 21:20 sulla pagina della SRZTVHD! Un'altra serata di emozioni sta per cominciare!

top-iconTop Page

Related news:

 

Dopo la serata del 18 Marzo, vissuta eccezionalmente sulla SRZTVS1, il Campionato WTCC Extreme di SimDriveItalia.it torna a pieno regime sulla SRZTVHD, dove questa sera, Lunedì 31 Marzo, sarà trasmesso il quarto round stagionale. Nonostante le vittorie di Rino Melillo e Claudio Cestari ad Aragon, Marco Mazzetti continua a condurre nella classifica sim-driver, mentre il team di sua appartenenza, l'Handy Racing Team Green, vola sempre più in alto.

A Sebring, in vista del quarto appuntamento, i sim-driver sono attesi da un'unica gara da 60 minuti con obbligo di un pit-stop. Il tracciato, uno dei più rinomati in America, rappresenta una sfida suggestiva e particolarmente difficile per l'intero parco partenti. Per gustarsi la serata basterà sintonizzarsi sulla pagina della SRZTVHD a partire dalle 21:20 circa.

top-iconTop Page

Related news:

 

rF2: Faluschi campione, Iron Brain miglior team!

Il Campionato rF2 si è concluso dopo dieci gare al cardiopalma, che hanno visto Skizzato Racing e Iron Brain Pescara SRT schierare il meglio disponibile per portare a casa i due titoli in palio, con la IES Racing e la giovanissima RSR Gaming a dar filo da torcere e dimostrandosi, a conti fatti, i veri aghi della bilancia. Alla fine il bottino a disposizione è stato equamente diviso, con Iron Brain Pescara SRT che ha conquistato il suo primo titolo team in questa competizione dopo due anni di dominio Skizzato Racing, mentre Alessandro Faluschi, gia campione in rF3 nel 2013, ha conquistato quello Sim Driver, succedendo al bolognese Matteo Vecchioni. Risultati giusti, che hanno rispecchiato quanto visto in pista nelle dieci gare disputate. Se infatti l'Iron Brain sin dall'inizio ha dimostrato di avere la coppia più forte, cambiando anche in corso d'opera quando è stato necessario per massimizzare il risultato, Rens Klop ha invece mostrato un calo di prestazione che probabilmente ha dato l'occasione ad Alessandro Faluschi di annullare lo svantaggio acquisito nelle prime gare di campionato, riuscendo a compiere una rimonta eccezionale con 4 vittorie consecutive. La tardiva risposta di Rens Klop, con la vittoria nel penultimo appuntamento in Francia, sul difficile circuito di Magny Course, ha comunque portato la disputa a concludersi nell'ultimo appuntamento di Laguna Seca, dove entrambi gli schieramenti erano chiamati ad una gara d'attacco, senza errori ammissibili.

Antonio Kolarec tiene dietro Alessandro Faluschi, Iron Brain conquista il titolo team


Lotta serrata tra Claudio Boggio (Skizzato), Rens Klop (Iron Brain) e Guglielmo Matti (IES Racing)

Proprio a Laguna Seca, la coppia Iron Brain ha finito per sbagliare completamente strategia decidendo di affrontare la prima parte di gara con gomme dure, un errore inaspettato giunto proprio nel momento più importante della competizione, che ha permesso ad Alessandro Faluschi di vincere con apparente tranquillità, mentre il compagno di squadra portava a casa un ottimo quarto posto distanziando Antonio Kolarec. Analizzando l'intera competizione, ci sentiamo di affermare che probabilmente l'Iron Brain, per la prima volta nella sua storia, avesse in questo campionato il team più forte in assoluto, ma che non abbia sfruttato al massimo il proprio potenziale facendosi beffare il titolo Sim Driver; merito anche della Skizzato Racing che ha saputo spingere Alessandro Faluschi a compiere una rimonta davvero impressionante. Entrambi i team hanno comunque mostrato un livello di competitività altissimo, che ha permesso loro di fare la differenza su tutti gli altri in quasi tutti gli appuntamenti.

Alessandro Faluschi a Laguna Seca ha vinto gara e titolo con autorità

Questo Campionato rF2 ha però regalato anche la bellissima sfida tra IES Racing e la giovanissima RSR Gaming, squadre che hanno dato spettacolo sino alla fine per conquistare il terzo gradino del podio. Malgrado la IES Racing abbia portato a casa con Fabio Muraro uno straordinario successo sul circuito più prestigioso, quello di Spa Francorchamps, è stata la RSR a conquistare il terzo posto, grazie al talento straordinario di Francesco Bigazzi (prontamente messo sotto contratto dall'Iron Brain); il genovese, pur non conquistando alcuna vittoria, ha messo a segno un secondo posto e due terzi posti, oltre a ben sei piazzamenti nella top 5, rivelandosi più concreto di Muraro, e colmando anche i modesti risultati del compagno di squadra Giuseppe D'Anna (11 punti conquistati contro i 16 di Michael Vigolo). Francesco Bigazzi ha conquistato il terzo posto nella classifica Sim Driver, davanti a Sim Driver esperti quali Antonio Kolarec, Luka Oslakovic e Fabio Muraro, un risultato eccezionale per un debuttante che lo lancia di diritto tra i migliori giovani talenti in circolazione. La IES Racing si consola dunque con il 4° e 5° posto...

Le rivelazioni di questo campionato: Francesco Bigazzi e la RSR Gaming


Fabio Muraro (IES RT) ha conquistato una splendida vittoria a Spa Francorchamps

Positivo l'ottavo posto conquistato dallo Snail Team di Enzo Ribattezzato, capace di chiudere la stagione davanti a Skizzato+, Monster Simracing, entrambi i team Bluebolt Racing e Targa Florio, malgrado i problemi che hanno spesso colpito la punta di diamante Claudio Bivacqua. Molto positivo il finale di stagione per il team RBS, che si è fatto notare grazie agli exploit del napoletano Giuseppe Laino. La delusione della stagione, classifica parlando, è stata proprio la Bluebolt Racing, con Alessio Spinelli e Ugo Miraglia, coppia che aveva fatto bene nella stagione precedente, coppia che quest'anno rare volte ha chiuso a punti, spesso per sola sfortuna, ma non è certo un bel risultato per il team che in questa categoria una volta, lottava e portava a casa i titoli.

CLASSIFICA GENERALE

CLASSIFICA TEAM

top-iconTop Page

Related news:

 
Altri articoli...
[Indy] ROUND 02
Z1 Sim Wheel
Banner