21 - 07 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

IL NUOVO PRODOTTO THRUSTMASTER PROMETTE INNOVAZIONE: NOI L'ABBIAMO PROVATO!

Dopo anni di dominio assoluto da parte di Logitech sul mercato dei volanti per Sim Driver, la nuova linea proposta da Fanatec con il Porsche 911 GT2 è riuscita a rosicchiare alcune quote di mercato di Logitech. Ora Thrustmaster si unisce alla concorrenza con un prodotto attesissimo che promette altissima qualità, il volante Thrustmaster T500 RS, periferica ufficiale di Gran turismo 5. Sarà riuscita Thrustmaster a mantenere le aspettative suscitate dalla campagna pubblicitaria lanciata prima dell’arrivo del T500 RS e amplificata dall’unione col marchio Gran Turismo 5? Scopriamolo insieme con la nostra recensione.

THRUSTMASTE STUPISCE 

Il T500 RS è il primo volante Thrustmaster Force-Feedback compatibile per PC, dopo il modello Ferrari F430 che è stato rilasciato nel 2008. Mentre il precedente modello Ferrari F430 mancava di alcune importanti caratteristiche (gli altri non li consideriamo nemmeno essendo a livelli decisamente inferiori), il T500 RS è un prodotto di categoria superiore, che cerca la massima qualità delle componenti senza  guardare troppo al prezzo finale per l’utente, studiando anche soluzioni differenti rispetto agli avversari che rappresentano una vera e propria scommessa per Trustmaster. Qualsiasi sia il risultato di questa recensione, Thrustmaster avrà comunque il merito di averci provato e di essere finalmente riuscita a lanciare nel mercato un volante di prima fascia. 

APRIAMO LA SCATOLA…
La prima cosa che noteranno i nostri Sim Driver togliendo il volante dalla scatola, oltre all’ingombro del corpo volante nettamente superiore alla concorrenza, è il peso: 4,6kg per il volante e 7,3kg per la pedaliera. Un’altra caratteristica immediatamente visibile è l’onnipresente uso del metallo per le leve del cambio e la pedaliera, che indica una qualità dei materiali superiore ai precedenti modelli. La partnership con Gran Turismo ci viene sottolineata dal grande stemma in argento GT e dai 9 pulsanti in stile Playstation (identici a quelli visti dul Driving Force Pro di Logitech), mentre il cerchio del volante ha un rivestimento in gomma piuttosto aderente, invece di vera pelle come nel Fanatec 911 GT2. Riguardo la qualità dei materiali quindi non c’è molto da eccepire, stona un po’ forse il rivestimento in gomma e non in pelle, ma è un dettaglio tutto sommato trascurabile. Non sono comprensibili invece l'assenza totale del display contamarcia e di una leva del cambio ad H, forniti invece dai concorrenti; saremo quindi costretti ad affidarci esclusivamente alle leve sul volante.

LE CARATTERISTICHE

Mentre il volante ha le stesse dimensioni del concorrente Fanatec, la base è due volte più grande e due volte più pesante. Il morsetto di fissaggio è ingombrante ma fissa solidamente il volante alla scrivania; sono presenti anche due fori filettati per eventuali fissaggi su postazioni dedicate. Le leve del cambio sequenziale, montate sulla base e non sul volante come in altri modelli, sono larghe 17cm.  Il volante offre una rotazione pari a 1080°,superiore a qualsiasi altro volante presente sul mercato.  Inoltre, i gradi di rotazione sono regolabili, grazie a un blocco motorizzato, che permette al giocatore di scegliere il massimo angolo di rotazione in base al tipo di circuito e alla macchina da guidare. Come dichiarato da Thrustmaster, gli effetti del Force Feedback sono generati da un motore industriale da 65W, in grado di sviluppare 150mNm a 3000 RPM. Il meccanismo Force Feedback è vigoroso, rapido ed estremamente reattivo. Se da un lato è estremamente potente, dall’altro il sistema integrato a doppia cinghia larga garantisce un comportamento fluido e privo di strappi. Gli appassionati delle corse, anche di quelle più intense, sanno perfettamente che la potenza, da sola, non serve a ottenere le prestazioni migliori. Tenendo questo ben presente, va sottolineato che il T500 RS utilizza la stessa  tecnologia sviluppata per il più recente punto di riferimento mondiale nei joystick di volo, l’HOTAS WARTHOG™. La tecnologia H.E.A.R.T HallEffect AccuRate Technology™, basata su sensori magnetici, è incorporata nel meccanismo di sterzata del volante con una risoluzione a 16-bit e 65536 valori lungo l’asse di sterzata. Anche la disposizione e l’altezza della pedaliera, realizzata in metallo, sono totalmente regolabili e adatte alle singole preferenze di guida, con 2 diverse posizioni:  “fissa al pavimento” stile F1, o “sospesa” stile GT. Gli strumenti necessari per regolare e invertire i pedali sono inclusi, invertire i pedali richiede pochi passi per sostituire la piastra e regolarli a nostro piacimento. Un’attenzione extra è stata dedicata al pedale del freno, caratterizzato da una resistenza rinforzata e regolabile, includendo anche un blocco rimovibile. Completa la pedaliera una pedana per il riposo dei piedi, anch’essa realizzata totalmente in metallo. A differenza dell’ultimo modello Fanatec, il T500 RS non offre il collegamento delle componenti in wireless, limitandosi al classico cavo USB. Nonostante il prezzo inoltre, la pedaliera non offre un freno a cella di carico, ma si basa sui potenziometri come la maggior parte della concorrenza. Ma passiamo alla prova diretta utilizzando prima il PC e poi Gran Turismo 5 per PS3.

CHE STILE PREFERITE? LA PEDALIERA VI PERMETTE DI SCEGLIERE

L'ISTALLAZIONE

Quando si è pronti per scendere in pista si ha l’impressione che la posizione di guida non sia ottimale, perché il volante risulta più alto di altri modelli, ma lavorando un po’ sulla posizione di sedia e scrivania (l’altezza di chi effettua il test non aiuta ndr…) riusciamo comunque a sistemarci in modo confortevole. Le leve del cambio (che rilasciano un bel click meccanico quando vengono premute) fissate sul corpo motore e non sullo sterzo come in altri  modelli non risultano poi cosi comode da raggiungere come dichiarato da Thrustmaster ma inizialmente non sembrano dover date problemi alla guida. La pedaliera ci da un buon feeling a primo impatto e risulta molto solida, la fissiamo al pavimento e istalliamo il software fornito per la calibratura (aggiornamento firmware V33) e calibriamo il volante in modo abbastanza intuitivo, ma ad essere sinceri un manuale d'istruzioni più approfondito sotto questo profilo sarebbe stato utile per i neofiti. Bene, siamo finalmente pronti alla prova su strada!

SI SCENDE IN PISTA
Scesi in pista effettuiamo i primi giri per abituarci al nuovo dispositivo hardware e alla nuova posizione di guida. Come per ogni volta che si effettua un cambio di volante, anche con il T500 RS occorrono diversi giri di adattamento per iniziare a sentire bene il Force Feedback e poter premere con forza l'accelleratore. Quando questo avviene, il T500 RS risulta davvero preciso, sorprende per la facilità con cui si inserisce la vettura e la prontezza di risposta del volante. Non c'è praticamente alcuna zona morta ad infastidirci, possiamo dimenticarci finalmente quel "vuoto" al centro tipico di quanto provato sino ad ora.
Gli effetti del Force Feedback sono quindi positivi, risultano potenti, anche se non cosi superiori a quelli della concorrenza come Thrustmaster aveva lasciato intendere, ma ciò che più colpisce e la fluidità e la silenziosità con cui riusciamo a guidare, anche dopo molte ore. Le vibrazioni riescono a farci sentire con precisione e fedeltà le disconnessioni e asperità del tracciato, rendendoci padroni della vettura e sicuri nelle manovre da compiere.Tutto perfetto? Siamo di fronte ad un volante precisissimo e dotato di un ottimo Force Feedback, è un capolavoro? Purtroppo dobbiamo segnalare che dopo diverse ore di prove, in un paio di occasioni, si è notato un certo ritardo di risposta nei cambi di direzione, cosa che ha rischiato di mandarci fuori pista e che potrebbe preoccupare se col passare del tempo si accentuasse o verificasse con maggior ripetitività.
La pedaliera inoltre  manca un po' di innovazione. Non c'è niente di sbagliato con i pedali in quanto tali, l'intera unità è estremamente robusto e regolabile, il freno è abbastanza rigido, ma non troviamo effettivi passi avanti rispetto ai concorrenti, e soprattutto il tutto impallidisce a confronto con i pedali Fanatec Clubsport. La possibilità di invertire la posizione dei pedali da un bel tocco in più, ma dubitiamo fortemente che gli utenti cambieranno posizione da una gara all’altra, visto il lavoro che occorre. La cosa che ci lascia più perplessi è però la leva del cambio. Come anticipato, Thrustmaster ha deciso di fissare le leve alla base e non al volante, il che significa che le leve non girano con lo sterzo. Questo non è assolutamente irrealistico, alcune vetture stradali e da corsa hanno questa caratteristica, ma i Sim Driver non sono abituati e saranno costretti ad adattarsi; ad aiutarci ci sono sicuramente le grandi dimensioni delle leve ma devo ammettere che, soprattutto in situazioni concitate, questa caratteristica mi ha messo in difficoltà. Inoltre, anche la corsa delle leve risulta più lunga del solito, non fornendo in alcuni frangenti la reattività necessaria a monoposto come le Formula 1 o le GP2.  Dopo aver provato il volante con rFactor e GTR Evolution per diverse ore, non ci sono da segnalare ulteriori problemi nel funzionamento e si può asserire che le sensazioni sono davvero buone e per certi versi migliori degli altri volanti sino ad ora provati (precisando che manca all’appello il Fanatec Porsche 911 GT2 che sarà protagonista della prossima recensione). Passiamo ora al test  su Playstation 3.

SU PS3 SUBITO IN PISTA
Come era facile immaginarsi, sulla console di casa Sony tutto funziona automaticamente quando connettiamo il cavetto USB, e in pochi secondi ci ritroviamo in pista. Gli utenti che utilizzeranno il volante su PS3 non dovranno fare i conti con calibrazioni e regolazioni come quelli PC, ma d’altra parte non potranno sfruttare a fondo le potenzialità di questo volante, dovendo per forza di cose adattarsi alle impostazioni studiate per Gran Turismo 5. Il Force Feedback ci risulta meno potente ma comunque molto fluido; giriamo con GT5 solo per pochi minuti ma le sensazioni restano buone e non si segnalano problemi di sorta. Detto questo ci preme sottolineare che attualmente solo Gran Turismo 5 supporta pienamente il T500 RS. Oltre alla prossimo DiRT 3 (che sarà sicuramente compatibile), non tutti i titoli PS3 garantiranno la compatibilità con questo volante, mentre altri titoli usciti precedentemente potranno supportarlo, ma senza alcun ritorno di forza.

CONCLUSIONI
Quindi, il T500 RS è innovativo come dichiarato da Thrustmaster e il suo prezzo  di 499 € è giustificato? Non possiamo dare una risposta netta: il volante presente punti sorprendenti come un Force Feedback immediato e potente che fornisce un’ottima sensazione di guida e ci permette una precisione senza pari, ma le leve del volante ci lasciano perplessi e qualche sporadico ritardo nella risposta nei cambi di direzione accusato nel test ci mette in allarme su possibili problematiche che potrebbero rivelarsi solo con l’uso prolungato nel tempo. Inoltre, la pedaliera delude in termini di caratteristiche, un freno a cella di carico avrebbe maggiormente allettato i Sim Driver a prendere in considerazione questo volante e avrebbe maggiormente giustificato la differenza di prezzo nei confronti dei concorrenti. Manca inoltre di alcuni accorgimenti che ci saremmo aspettati di trovare in un prodotto del genere, come un miglior materiale per lo sterzo e viti di qualità superiore, oltre al display che è montato sui diretti concorrenti e una leva del cambio ad H inclusa nel prezzo. Siamo quindi di fronte ad un prodotto che eguaglia ed in alcuni contesti supera i Logitech G25/G27, ma che si propone ad un costo decisamente superiore e con qualche punto interrogativo che non possiamo risolvere con questa recensione ma che dovranno scoprire gli utenti durante l’uso del prodotto. Inoltre, la fiducia che ormai i Sim Driver hanno acquisito in questi anni con Logitech potrebbe renderli ancora più restii a scegliere il prodotto Thrustmaster. Da sottolineare infine, che il cambio del T500 RS mal si adatta alle monoposto più prestanti per una inadeguata escursione delle leve che non garantisce la necessaria reattività in ogni frangente. Consigliatissimo senza alcuna riserva invece per coloro che intendono utilizzarlo esclusivamente su PS3 e prettamente per Gran Turismo 5.


CI PIACE NON CI PIACE

+ OTTIMO FORCE FEEDBACK               -POSIZIONE E CORSA DELLE LEVE DEL CAMBIO

+ PRECISIONE SENZA PARI                    -PEDALIERA INFERIORE ALLE ASPETTATIVE

+ PEDALIERA REGOLABILE               - INGOMBRO ECCESSIVO DELLA BASE

+ CONFIGURAZIONE INTUITIVA           - RITARDI NEI CAMBI DI DIREZIONE (RARI)


VOTO
ISTALLAZIONE ED INGOMBRO: 7,5
MATERIALI E ACCESSORI: 7,5
FORCE FEEDBACK: 9
ROBUSTEZZA: 8,5


8,1

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation