21 - 07 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

A prima vista...

Il nuovo gioiellino Fanatec continua sulla buona strada intrapresa dai suoi predecessori, da cui prende, oltre al solito nome Porsche 911 Wheel, anche la forma, praticamente identica. La prima differenza, però, risiede proprio nell'estetica, in uno di quei fattori che balzano subito all'occhio: la periferica è completamente rivestita in pelle alcantara, pelle morbidissima, che ne rende eccezionale e davvero confortevole la presa. Inevitabile il confronto con i più celebri Logitech G25 o Logitech G27, anch'essi ricoperti di un comodo strato di pelle (finta o vera?), molto differenti in quanto ad impugnatura. Il Porsche 911 GT2, come detto, sotto questo aspetto è a dir poco elegante e reale, ma forse meno "semplice" rispetto ai rivali Logitech. Il G27, infatti, quasi si "incolla" alle mani, garantendo la massima reattività nei controlli (specialmente in sovrasterzo), mentre il prodotto della casa tedesca risulta un pò scivoloso, meno immediato.

Davvero bella la pelle alcantare di cui è ricoperto il volante...

Montaggio

Il montaggio è assolutamente semplice, pressoché identico a quello di qualsiasi altro volante: ruotando il perno centrale vengono sbloccati i morsetti che permettono alla periferica di aderire su un qualsiasi tipo di tavolo o supporto. Tutto sommato, però, questo non basterà per rendere la guida del tutto stabile e priva di imprevisti. La struttura dei morsetti (curvilinea), infatti, non permette una totale aderenza alla scrivania, con conseguente spostamento del volante nelle fasi di gioco più frenetiche. Fortunatamente, Fanatec ha pensato praticamente a tutto, inserendo nell'imballo originale una confezione di viti, facilmente utilizzabile per bloccare definitivamente il proprio volante al tavolo. Il collegamento al computer/Playstation 3/Xbox360 avviene tramite apposito cavo USB, mentre per attaccare il Porsche 911 GT2 ad una pedaliera (acquistabile a parte) è necessario un cavo PS/2, anch'esso incluso nel pacchetto originale assieme all'adattatore che vi permetterà di utilizzare la periferica anche su una qualsivoglia pedaliera Logitech.

Dettaglio sui morsetti, curvilinei, che non permettono una presa eccellente.

CONTENUTO DELLA CONFEZIONE ORIGINALE:

• Fanatec Porsche GT2 Racing Wheel

• Leve ClubSport in alluminio

• Adattatore per connettere pedaliere Logitech

• Cavo PS/2

• Cavo USB

• Alimentatore

• Guida Rapida

In pista

Premettendo che il volante è stato testato per un uso prettamente simulativo, andiamo ad analizzare le sensazioni captate dopo le prime sessioni di prova su rFactor. Impostando la forza del force feedback, tramite l’apposito pannello di controllo Fanatec, al massimo (100%), il volante risulta immediatamente incontrollabile. Oltre ad essere decisamente troppo rigido, accusa un fastidiosissimo “gioco” di forze nelle posizioni centrali. Allentando la presa in rettilineo, infatti, lo sterzo inizia a muoversi inspiegabilmente verso destra e sinistra, impedendo all’utente di rilassarsi quei pochi secondi disponibili ad ogni giro. Per mantenerlo fermo occorre esercitare una forza davvero esagerata, che, col passare dei minuti, porta a primi dolori muscolari sulle braccia. Probabile che la configurazione con ritorno di forza al 100% non sia del tutto compatibile con rFactor (al cui interno abbiamo force feedback basso con -60% di forza), così passiamo ad una seconda prova con una percentuale pari a 80.

Insoddisfatti, torniamo in pista per un secondo test...

Dando uno sguardo più approfondito al programma Fanatec, inoltre, è possibile settare la molla di centratura (cosa comunque del tutto sconsigliabile nei moderni giochi di guida), impostare i gradi di rotazione fino ad un massimo di 900 (noi ne stiamo utilizzando 270) e scegliere quale dato telemetrico far apparire sul piccolo LCD situato nella parte alta della periferica (velocità, marcia, carburante nel serbatoio, ecc…). Solamente uno, quindi, il parametro (forza globale) che determina la qualità del force feedback, a differenza della maggior parte degli steering wheel che spesso vantano almeno due o tre voci. Altre impostazioni sono però rintracciabili nell’LCD del volante, da cui si possono aggiungere o eliminare effetti secondari. Per chi è abituato a lavorare direttamente nel Logitech Profiler, questa trovata non sarà affatto semplice da digerire o capire. Anche durante il nostro secondo test in pista, infatti, la forza con cui il Porsche 911 GT2 si divincola dalla nostra presa è decisamente troppa, specialmente in rettilineo (cosa a dir poco anomala). Ma a destar maggiore perplessità è la tipologia del force feedback a cui siamo sottoposti: le buche sono troppo marcate, i cordoli praticamente inesistenti, l’erba uguale all’asfalto. La pista, guidata con il gioiellino Fanatec, sembra completamente diversa da come ce la ricordavamo… è un’altra cosa. Questo non significa che sia un male, ma semplicemente che, come più volte detto in passato, la periferica FA la differenza. Con un Porsche 911 GT2, infatti, farete molta più fatica a trovare il tempo migliore, farete molta più fatica a gestire l’auto in frenata, farete molta più fatica a compiere 40 giri di fila senza stanchezza alle braccia. Detto questo, però, in questa seconda sessione di prova, rimaniamo letteralmente esaltati dalla precisione del volante in curva. Il Porsche 911 GT2 risponde più che bene ai nostri comandi, permette un ottimo inserimento e, soprattutto, garantisce un facile mantenimento della traiettoria. Le curve strette sono una vera goduria, inaspettatamente più affascinanti e semplici da interpretare che con un Logitech G27. Se poi l’auto va in sovrasterzo…uno spettacolo! Quando la vettura tende a perdere aderenza, infatti, il volante si alleggerisce bene, garantendo al sim-driver un’immediata percezione di ciò che sta accadendo: il controsterzo diventa così un movimento automatico delle braccia, un gesto elementare, che quasi sempre va a buon fine (senza nemmeno una grossa perdita in termine di velocità). Eccezionali, inoltre, le sensazioni di sottosterzo, che permettono all’utente di parzializzare nel caso di necessità. Sempre più soddisfatti di questo nuovo Porsche 911 GT2, ma ancora sconcertati dall’effetto pendolo verificabile in rettilineo, chiudiamo la seconda sessione di test, tornando al pannello di controllo per diminuire ulteriormente la forza degli effetti, ora abbassata al 60%. Finalmente è più semplice mantenere la propria auto in linea retta quando si è a velocità superiori ai 200 km/h, anche se, purtroppo, qualche problemino resta comunque vivo. La sensazione, a questo punto, è che con qualche modifica all’interno del controller.ini di rFactor la situazione possa definitivamente considerarsi risolta. Prolungando la nostra terza fase di test di qualche altro giro, confermiamo l’ipotesi iniziale, ovvero quella dell’eccessiva scivolosità del volante in pelle alcantara. Questo svantaggio, però, si tramuta incredibilmente in un vantaggio col passare dei minuti. Più fa caldo, più le mani sudano, più l’aderenza tra mani e sterzo aumenta, al contrario di quello che avviene sui prodotti Logitech, letteralmente delle “saponette” in estate.

Col passare dei giri la confidenza e l'aderenza col volante aumentano.

Su F1 2010…

Al contrario di quello che abbiamo detto sino ad ora, su F1 2010 il Porsche 911 GT2 sembra adattarsi sin da subito. Il “gioco” centrale di cui tanto abbiamo parlato quasi sparisce, la forza diminuisce, si attutisce, e regala diverse soddisfazioni. Ad avere la tremarella sono invece i Logitech G27, che, almeno per mia esperienza personale, presentano lo stesso problema che il prodotto che stiamo recensendo accusa su rFactor. La sensazione, dopo una breve prova su Need for Speed Shift, è che il gioiellino Fanatec sia forse più indicato per videogiochi simulati, piuttosto che per simulatori. Ma il nostro giudizio potrebbe non essere del tutto esatto, occorrerebbe una prova su ogni software di questo mondo…

CARATTERISTICHE PRINCIPALI:

• Design Porsche 911 GT2

• Licenziato da Porsche Porsche Lizenz- und Handelsgesellschaft mbH

• Logo autentico Porsche

• Volante ricoperto in pelle alcantara, la stessa usata nelle auto reali

• Compatibile con Xbox 360, PC e Playstation 3

• Possibilità di salvare 5 impostazioni diverse

• Possibilità di variare la forza del force feedback direttamente in pista

• Vibrazione ABS riprodotta sul volante

• Possibilità di correggere le zone morte

• Rotazione tra 90° e 900°

• Passaggio istantaneo da 900° a 270°

Chiudiamo citando due delle principali caratteristiche di questo Porsche 911 GT2 Wheel, ovvero l'effetto ABS e lo Shock Power. Per quanto riguarda il primo, si tratta di una vibrazione al volante che permette di capire quando si sta per raggiungere il bloccaggio in frenata, un'innovazione interessante, ma che pare ancora piuttosto acerba, poco utile o efficace, specialmente se non si è dotati di una pedaliera con vibrazione (allora sì che la musica cambia). Per quanto concerne il secondo invece, si tratta di ulteriori vibrazioni aggiuntive che vengono introdotte a partire dai dati telemetrici analizzati dai driver Fanatec installati nella cartella del gioco (per ora vale solo su rFactor). Anche questa funzione, seppur geniale e innovativa, non sembra avere riscontri concreti sulla guida, anzi, in alcuni casi crea un pò di confusione sugli effetti principali del force feedback. In ogni caso, il prezzo di 249,00 euro ci sembra adeguato a quanto presente in questo volante, a parte forse la parte centrale, fatta in una plastica che delude rispetto a tutto il resto.

NELLA CONFEZIONE TROVATE QUESTI PAD IN ALLUMINIO PER SOSTITUIRE I TASTI DIETRO AL VOLANTE

In conclusione, il Fanatec Porsche 911 GT2 risulta essere un volante di tutto rispetto, quasi alla pari con i più celebri Logitech G25 o Logitech G27, anche se difficilmente un abitueè della casa americana si convertirà all’azienda tedesca. La qualità del force feedback è di assoluto valore, davvero strepitosa in sottosterzo o sovrasterzo, mentre pecca in quanto a forza, troppa in fase di rettilineo, strana sulle buche (come se l’auto cadesse in un profondo burrone), inesistente sui cordoli, salvo poi trasformarsi a seconda del software utilizzato. La verità è che sono presenti davvero tanti, tantissimi, forse troppi, effetti aggiuntivi, che nè la Guida Rapida nè la guida online spiegano o aiutano ad impostare. Non dimentichiamo la compatibilità con le console next-generation, caratteristica che sarà sicuramente apprezzata dai milioni di giocatori di queste piattaforme. Per i commenti vi rimandiamo QUI

 

CI PIACE NON CI PIACE

+ PRECISIONE NOTEVOLMENTE MIGLIORATA

+ FORCE FEEDBACK DI QUALITA'

+ COMPATIBILE CON PS3 E XBOX 360

+ DI CLASSE IL RIVESTIMENTO IN ALCANTARA

- INNOVAZIONI APPORTATE ANCORA DA SVILUPPARE

- ALCUNI EFFETTI DEL FORCE FEEDBACK A VOLTE CONFONDONO

- PARTE CENTRALE DEL VOLANTE ECCESSIVAMENTE PLASTICOSA

- I MORSETTI CURVILINEI VANNO RIVISTI


VOTO
ISTALLAZIONE ED INGOMBRO: 8
MATERIALI E ACCESSORI: 8.5
FORCE FEEDBACK: 8
ROBUSTEZZA: 8.5
8.2

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation