14 - 10 - 2019
Sponsors
nextlevelracing.com

www.3drap.it

primi sui motori con e-max

Vi proponiamo di seguito il video coverage (a cura di Multiplayer.it) della giornata a Vallelunga con le selezioni finali italiane di GT Academy 2012 che hanno permesso di eleggere i sei migliori giocatori di Gran Turismo 5 che voleranno a Silverstone per la finalissima nelle prossime settimane. L'avventura della GT Academy è cominciata lo scorso Aprile, con l'avvio delle fasi di qualificazione online a questa competizione internazionale. Scaricando la PlayStation Network l'apposito DLC per Gran Turimo 5, milioni di giocatori hanno partecipato ad un evento online in cui mostrare la propria abilità al volante (virtuale). Nei mesi successivi, su tutto il territorio italiano si sono tenuti veri e propri tornei di qualificazione, in una sorta di manifestazione itinerante che ha contribuito, assieme alle qualificazioni online, a selezionare 32 finalisti che il 12 Giugno si sono sfidati nella prima fase eliminatoria di queste finali.

Solo un terzo dei partecipanti ha passato il turno ed ha così conquistato la finale vera e propria: un evento organizzato all'Autodromo di Vallelunga, in cui è avvenuta la prima parte di una “transizione” che trasformerà i piloti virtuali i talenti reali del circuito Gran Turismo. Il premio finale del campionato internazionale è infatti di quelli strepitosi: un contratto di un anno con la scuderia Nissan, e la possibilità di gareggiare (per davvero) nella 24 Ore di Dubai. Il tutto dopo un intenso RaceCamp di un'intera settimana a Silverstone, in cui verrà selezionato il vincitore.


Il primo girone di qualificazione della finale si è svolto tutto sui tracciati di Gran Turismo 5. Dei trentadue partecipanti solo 12 hanno superato il turno, ottenendo tempi strabilianti. Ma il secondo giorno, all'Autodromo di Vallelunga, le cose hanno cominciato a farsi più serie. Per diventare piloti non basta la precisione e la passione, serve anche il fisico. Ecco quindi che la mattinata si è aperta con una serie di test attitudinali: flessioni, isometria, ed il tremendo Beep Test. Non ha aiutato il sole cocente, che ha cominciato a picchiare proprio a metà mattinata. Gli istruttori del team Nissan sono stati inflessibili, “massacrando” non solo gli aspiranti piloti (non tutti dal fisico prestante, in verità), ma anche i vincitori di un piccolo torneo interno tenuto negli uffici di Sony Computer Entertainment Italia. La seconda prova ha visto protagonisti i giornalisti, che hanno partecipato alla “Simulazione di Conferenza Stampa”, punzecchiando con le loro domande i partecipanti, prima di assegnare a ciascuno un punteggio. Ed infine l'ultima e più attesa prova: un racing test vero e proprio, a bordo di una Nissan 370Z. Il breve percorso allestito dal team Nissan prevedeva un breve slalom e due prove di drifting moderato attorno ai birilli. Alla fine i punteggi accumulati nelle quattro prove (tempi sul circuito di GT5, conferenza stampa, test fisici e driving test) hanno decretato sei finalisti, che andranno a Silverstone per il RaceCamp.


Il migliore dei finalisti è Darian Rojnic, 26 anni, origini croate ma in Italia da diversi anni. Gli piacerebbe  fare il pilota, ma ha i piedi per terra e preferirebbe trovare prima un lavoro stabile. Intanto si impegna in un’officina meccanica e si allena tantissimo con la PlayStation. Secondo finalista italiano Matteo Masiera, 25 anni da Alessandria, poi Andrea Cosaro, 23 anni di Chiampo (VI), Andrea Fasulo, 24 anni e una passione per i rally che gli ha trasmesso suo padre, e  Francesco Paolo Basso, 27 anni da Salerno, operaio e grande appassionato di auto: la sua ragazza aspetta un bambino. Fuori dai finalisti il nostro David Greco, classificatosi con l'ottavo tempo nelle prove virtuali, non è riuscito a superare la selezione pur risultando tra i più veloci sulla Nissan 370Z.

_________________

Related news:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners






simracingzone.net Webutation
Z1 Sim Wheel