22 - 02 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

La decima edizione del Campionato italiano rF1 è ormai alle porte, le scuderie stanno iniziando a formare le Line Up che si contenderanno i prossimi titoli in palio. Allo stato attuale, le maggiori pretendenti al titolo sembrano essere Musto Racing e Pescara SHS, due nomi che si sono più volte scontrati nel recente passato. In attesa che le iscrizioni si chiudano, abbiamo approfittato del fresco titolo ottenuto nella SuperLeague di GPWVC per intervistare Eros Masciulli, uno dei sim-driver più esperti presenti nella griglia di questa stagione. 

Masciulli, sim driver di Pescara classe 1990, ha effettuato il suo debutto nel 2009, quando a bordo della neonata Pescara Corse ha affrontato la prima edizione del Campionato Italiano rF2. Da allora, Eros ne ha fatta di strada, sia come TM che come sim-driver.

Eros Masciulli impegnato in una dimostrazione LAN (Raduno di SimRacing 2013) 

SRZ: Undicesimo nel Fast Ranking, terzo nel Safety, hai su SimRacingZone.net ben 187 Gran Premi all’attivo, l’83% dei quali conclusi, con ben 10 vittorie e 9 pole-position. E’ da poco ufficiale il titolo conquistato nella SuperLeague di GPWVC, al fianco del tuo compagno Michael Francesconi in quarta posizione, eppure il tuo nome manca ancora nell’albo d'oro del portale (il miglior risultato assoluto resta ancora il terzo posto conquistato nel Campionato Italiano rF2 2011/2012), anche se molti trofei li hai comunque ottenuti come TM della Pescara SHS. Cosa c’è dietro questi numeri, cosa ti ha portato in tutti questi anni ad avere tanta costanza e tanta determinazione?

E.M.: "Costanza e determinazione vengono automaticamente fuori grazie alla passione che ho sempre avuto per le gare, per il simracing che ha sempre “sostituito” quello che non ho mai potuto tentare nel reale non essendo milionario come molti di noi. Su GPVWC mi sono tolto una gran soddisfazione, ho vinto diversi campionati ma questo è stato di gran lunga il più importante. Con Michael abbiamo anche portato a casa il titolo team su avversari di primissimo livello come Puschke, Fidock, Lopez, Van Buren… Anche i team sono molto competitivi, è stata una grande battaglia dentro e fuori dalla “pista” e sono molto contento della mia guida. Diciamo che l’abbiamo vinta “in trasferta” visto che il nostro team non aveva un gran peso. Su SimRacingZone.net il mio score non è affatto motivo di vanto, i primi due anni non ero davvero in condizione di vincere con il team, era un continuo tappare buchi. Aggiungerei anche che su rFactor non ero veloce quanto ora, adesso nomi che sul vecchio simulatore sembravano irraggiungibili sono molto più lenti di me. Diciamo che sarebbe bello poter ricominciare daccapo."

Anno 2009: il periodo in rF2 ha rappresentato per Masciulli il trampolino di lancio

 

Anno 2012: Masciulli affronta Greco testa a testa in rF1

SRZ: Quella che sta per partire è la tua settima stagione in carriera, ormai il tuo percorso di maturazione sembra essere arrivato ad un punto davvero elevato, te la senti di dire che punterai al titolo? Nella passata edizione dell’rF1 non sono state poche le gare in cui sei stato protagonista assoluto…

E.M.: "Sono andato sempre in crescendo e lo step finale penso di averlo fatto su rFactor2. Ci sono poi tanti fattori da considerare per quanto riguarda ogni campionato, proprio come nel reale: in primis la confidenza con il mod. Nella passata edizione ho avuto problemi fino a metà stagione, quest’anno sono convinto di essere avanti, sperando che internet mi lasci fare tutte le gare, cosa mai accaduta su SimRacingZone.net fino ad ora. Se questo accadrà me la giocherò fino alla fine."

SRZ: Nella tua crescita di sim-driver, quanto ha contato l’allenamento, quanto far parte di un gruppo ben organizzato, e quanto l’hardware che hai utilizzato per competere?

E.M.: "Il gruppo è tutto. La mia crescita è avvenuta di pari passo con quella del team, più questo è forte e meno devi occuparti di cose fuori dalla pista e concentrarti su te stesso, il resto viene naturalmente. Non sono mai stato uno che fa tanti giri, nè tantomeno uno con grande hardware, sono ancora sul G27 su un buon PC e una connessione sempre spaventosa."

SRZ: Come vedi l’andamento della simulazione di guida in Italia negli ultimi due anni? Pensi che il numero di appassionati sia in aumento?

E.M.: "Generalmente si, sono in aumento. Il problema è che prima c’era solo rFactor, adesso gli utenti sono divisi tra rFactor2, Assetto Corsa, iRacing e anche altro, ed è un vero peccato per il livello dei campionati."

SRZ: Puoi anticiparci qualcosa sulle Line Up che avete intenzione di schierare?

E.M.: "Avremo due team certi, il resto è da vedere. Io, Francesco e un paio di Michael sicuri (oltre a Francesconi, la Pescara SHS presenterà in griglia anche Bonacina, fresco detentore dei titoli rF2 ed rF3...)."

La Pescara SHS contende da 4 stagioni alla Musto Racing il ruolo di scuderia dominante in Italia

SRZ: La Pescara SHS sta crescendo di pari passo con te, gli elementi di spicco del team ormai sono tanti, chi ritieni possa crescere nei prossimi anni all’interno del tuo gruppo?

E.M.: "L’ossatura nel team è fortissima, per me la più forte in Italia. Abbiamo tantissimi nomi “permanenti”, oltre i già citati per l’rF1 ci sono Piccolo, Ranzini, Massa, de Vries e tanti altri che stanno migliorando come Chiappini e Franca. Poi purtroppo c’è anche Mancini… Se dovessi buttare lì un nome direi Bigazzi per rFactor2, è l’unico che a pari set mi mette sempre in difficoltà. Ma ognuno dei già citati e anche altri ha peculiarità, i suoi punti forti, riconoscerli è proprio uno dei passi per migliorare, si ha sempre da imparare qualcosa da qualcuno. Perfino da Mancini, lui riesce a giocarsi podi in campionati pur andando a spasso."

SRZ: Lo scoprire i talenti del domani può fare la differenza per la sopravvivenza di un team. In un ambiente come quello attuale, che soffre di un numero esiguo di nuove leve, come vedi messa la Pescara SHS? Al momento come vi siete organizzati con sito web e gruppo facebook? Avete altri canale di comunicazione o di marketing?

E.M.: "Noi dobbiamo innanzitutto ringraziare Antonio Mazzatenta, che è a tutti gli effetti il presidente di questo team. Fondamentalmente usiamo la pagina Facebook, riteniamo il sito web abbastanza inutile. Sfruttiamo il fatto che a differenza di altri competiamo in campionati internazionali e conosciamo gente lì, come successo con Sven De Vries, ora in pianta stabile con noi. Di nuove leve se ne vedono pochissime, molti arrivano e fanno da meteore. Noi abbiamo preso Davide Chiappini che è uno dei prospetti migliori... Al momento vedo pochi giovani talenti, tutti già piazzati."

I trofei per Masciulli non sono mancati: nel palmares non c'è però un titolo assoluto personale

SRZ: Hai avuto modo di testare la nuova mod rF1? Sei contento dell’evoluzione apportata alle macchine di questa stagione?

E.M.: "La base era buona una volta capiti certi parametri, cosa accaduta a metà campionato lo scorso anno. Le modifiche sono buone al momento, speriamo resti così e non venga fuori qualche problema più in là."

SRZ: La Formula 1 attuale ha sicuramente meno fascino di quella degli anni 2000. Tu sei contento che il simracing segua la filosofia reale ed evolva le macchine di conseguenza o preferiresti tornare a correre con il sound e le vetture di quegli anni?

E.M.: "Io preferirei le vetture di prima, perché si spinge di più, le gomme sono gomme e soprattutto avendo spesso più grip (post anni 2000) si andrebbe a sgravare stress allo pneumatico, diminuendo i problemi che si hanno su rFactor2. Detto questo, a me piace anche la F1 attuale."

SRZ: Una delle tue caratteristiche più spesso evidenti in gara è una sfortuna di enormi proporzioni, hai mai pensato a fare qualcosa per allontanare la sfiga dalla tua persona?

E.M.: "La sfortuna è sempre una cosa relativa, il 90% di questo nella mia carriera è sempre dipesa dalle disconnessioni avendo problemi con internet. In gara, con l’esperienza, negli ultimi anni ho sempre avuto pochissimi incidenti. In ogni caso, in alcuni frangenti ci ho pensato, ma sono poco religioso quindi dovrei ricorrere a voodoo o sortilegi... e non credo sia il caso."

Masciulli corre attualmente anche su iRacing, oltre che su rFactor2

SRZ: Oltre all’rF1, quali altri impegni hai intenzione di affrontare in questa stagione? Con quali simulatori ti stai allenando attualmente?

E.M.: "Con Piccolo capo nel settore stiamo correndo anche su iRacing, il binomio per me è quello: rF2 - iRacing. AC non mi ha mai entusiasmato, soprattutto per l’handling e le sensazioni che dà. Credo che farò solo l’rF1, affiancata da eventi e competizioni su IR."

SRZ: Molti della community sicuramente vogliono sapere come si è evoluta negli ultimi anni la tua vita sentimentale. Eros Masciulli ha trovato la sua dolce metà o la sta ancora cercando? Se la stai ancora cercando sappi che anche Guglielmo Matti è nella tua stessa situazione...

E.M.: "Ahahah, non credo sia di così molto interesse. In ogni caso non saprei nemmeno come risponderti... Sono in qualche modo “impegnato”. Matti non ha bisogno di queste futili relazioni con l’altro sesso, lui è superiore a tutto ciò."

Dopo questo scambio con Masciulli abbiamo avuto modo di fare quattro chiacchiere anche sul suo inossidabile compagno di Scuderia, Michael Francesconi. Non perdetevi l'intervista che sarà pubblicata nei prossimi giorni! Nel frattempo, ricordiamo che questa sera, giovedì 17 novembre, si terrà il primo test ufficiale dell'imminente Campionato Italiano rF1. Subito grandi nomi in pista sul circuito di Barcellona, dove si disputerà una lunga sessione di prove libere e una breve fase di gara. L'evento è aperto al pubblico, chiunque può quindi aggregarsi. Informazioni sul forum ufficiale.

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation