14 - 10 - 2019
Sponsors
nextlevelracing.com

www.3drap.it

primi sui motori con e-max

rF1: Greco centra il terzo titolo!

La sesta edizione del Campionato rF1 si è conclusa giovedi sul tracciato inglese di Silvestone, un must per gli appassionati e una prova sempre entusiasmante per i Simdriver. Sul tracciato inglese Lee Morris è riuscito a conquistare la sua terza vittoria stagionale, la quarta per il team Pescara Uein che aggiunge alle tre vittorie di Lee Morris anche il trionfo in Turchia di Eros Masciulli. La compagine capitanata da Andrea Danese ha cosi raggiunto il miglior risultato della sua storia ed è riuscita ad affermarsi definitivamente tra le grandi potenze del Simracing. Malgrado questo, è David Greco a rimettere il suo nome in cima all'albo d'oro, per la terza volta nella sua carriera, dopo i successi del 2010 e del 2009; il Sim Driver di Civitavecchia continua a raccogliere successi in diversi campionati e si conferma l'italiano più vincente della storia del Simracing; grazie a questi splendidi risultati, Greco farà presto il debutto come pilota reale nel Campionato Formula Promotion con la Predator's PC08 della SRZ Motorsport. Queste le dichiarazioni di un David Greco parzialmente deluso subito dopo la gara, per un Drive Trought inflittogli dai Marshall dopo un contatto con Giuseppe Rainieri che lo ha costretto ad accontentarsi del terzo posto finale: "A parte l'incazzatura per questa penalità che ritengo assurda, sono davvero soddisfatto di me stesso e di questo risultato, oltre alle mie prestazioni personali ho vinto anche la scommessa di scegliere Gianfranco Pagoto al posto di Marco Conti, scelta che ci ha permesso di conquistare anche il secondo titolo come Team. Meglio di cosi non si poteva fare quest'anno, la Pescara Uein è stata un grande avversario e Morris ha fatto una stagione davvero buona, penso sia stato il titolo più sudato, solo nelle ultime due gare ho potuto starmene tranquillo. Abbiamo sofferto soprattutto sul bagnato, quando pagavamo diversi decimi sia dalla Pescara Uein che dalla Precision Motorsport, però abbiamo avuto solo due gare in quelle condizioni ed in una Morris si è ritirato permettendoci di conquistare la doppietta decisiva. Voglio ringraziare tutti gli elementi del team, a partire dal Presidentissimo Simone Sanasi, ogni elemento è fondamentale quando si raggiunge un risultato del genere, e quest'anno stiamo facendo probabilmente il miglior lavoro di sempre, ci manca solo la vittoria in rF3 e nel GT per compiere un risultato mai raggiunto prima da nessun altro team."

DAVID GRECO PRECEDE LEE MORRIS E BONO HUIS A MONTREAL, NEL GP DEL CANADA

La Skizzato Racing ha potuto contare anche sulla straordinaria costanza di Gianfranco Pagoto; il Simdriver siciliano è riuscito a conquistare il secondo gradino del podio in due occasioni (Turchia e Giappone) regalando anche alla Skizzato Racing la splendida doppietta di Suzuka, subendo un solo ritiro nelle dodici gare disputate e riuscendo a chiudere sempre a punti e spesso davanti al suo principale avversario, Eros Masciulli; grazie a questo la Skizzato Racing può festeggiare il secondo titolo rF1, mentre Gianfranco salirà sul terzo gradino del podio della massima serie, un risultato mai raggiunto prima. La terza affermazione di Greco tra i Simdriver e la seconda della Skizzato Racing tra i team però non sono state affatto scontate grazie all'enorme crescita della Pescara Uein, che con un Lee Morris in forma strepitosa ed un Eros Masciulli cresciuto e maturato, è riuscita spesso a risultare superiore alla Skizzato Racing sia strategicamente che nella preparazione del setup, tanto da ritrovarsi in testa ad entrambe le classifiche nella parte centrale del campionato. Il team bianco azzurro ha pagato diversi episodi sfortunati (disconnessioni e crash che hanno colpito soprattutto Masciulli) e qualche errore nelle fasi salienti della stagione (come il ritiro di Lee Morris sotto il diluvio in Giappone mentre era tranquillamente al comando della corsa), ma è comunque riuscita ad affermarsi come seconda forza del Campionato scavalcando IES Racing e Monster Simracing. Il grande miglioramento prestazionale della Pescara Uein viene sottolineato dallo straordinario risultato del secondo team, che è riuscito a conquistare in extremis ed in maniera davvero inaspettata il terzo gradino del podio alle spalle del team principale, grazie alle splendide prestazioni del miglior debuttante stagionale, Michael Francesconi, che oltre ad essersi dimostrato tremendamente veloce, è stato spesso utile e determinante per i giochi di squadra. Eros Masciulli però è parzialmente deluso dal risultato finale, cosi come Andrea Danese, la Pescara Uein ha rilasciato dopo la gara questo comunicato ufficiale:

ANDREA DANESE: “Se son contento?! Per come era partito il Campionato credevo che saremmo riusciti a vincerlo tranquillamente! Mentre no! Il cambiamento della MOD da noi non voluto, ci ha stravolti dal punto di vista dei setup, nella prima fase iniziale eravamo i netti favoriti, avevamo capito la macchina e i nostri setup erano sempre i più performamanti. Oltre a tutta la sfortuna che si è accanita contro Eros, i BUG nella corsia dei box, la connessione ballerina, l’incidente in Germania e tanti altri episodi, hanno permesso alla Skizzato alla quale rinnovo i complimenti, di vincere il Champ con molta più facilità! Anche perchè per me è palese, David è un pilota velocissimo, e Pagoto è un pilota costante, ma molto meno veloce dei nostri 2 Sim Driver! Anche nel TEAM#2 quest’anno abbiamo detto la nostra! Michael che si è sempre mostrato veloce e costante in tutte le gare! Se avesse avuto un pilota al suo fianco titolare, serio ed affidabile, avremmo preso la 3° posizione nel costruttori senza troppe difficoltà (sempre per come sono andate le cose nel campionato). Ma il mio giudizio è positivo, in Pescara si respira aria buona, positiva! Abbiamo creato un gruppo coeso di persone, disponibili, serie e leali! Ringrazio tutti i ragazzi per il loro comportamento leale e serio, e tutto lo Staff di simracingzone per l’organizzazione del Champ!” Ora è la volta di Michael: Gara divertente, specialmente nelle prime fasi! All’inizio della gara avevo un buon passo, ma dopo ogni Stint non riuscivo a mantenere il passo dei primi e a 15 giri dalla fine ho sorpassato Pagoto, conquisto il massimo che potevo fare, cioe il 4° posto! Campionato concluso, chiudo in 4° posizione nella classifica piloti, considerando l’inizio di Campionato decisamente disastroso, è un ottimo risultato! Adesso continuerò ad allenarmi per il mondiale FSR, sperando di migliorare e poter competere per vincere l’anno prossimo il Campionato rF1. Ringrazio tutto il TEAM che mi ha sempre aiutato!”.

LEE MORRIS: “Ragazzi fantastico! Posso solo nuovamente ringraziare tutti voi per la fantastica stagione, sono onorato di correre in un TEAM come questo! Abbiamo fatto tutto nel verso giusto, mai niente di sbagliato e abbiamo meritato di vincere il Campionato!  Ma la sfortuna ci ha deluso! Ma non abbiamo mai rinunciato! MAI! Squadra brillante, vi aiuterò in tutto quello che posso e voglio essere una parte della squadra in ogni campionato di cui parteciperete! Mi sento come a casa, di recente ho lasciato la mia squadra perché non mi dava questa stessa impressione! Oggi abbiamo finalmente ottenuto quello che abbiamo meritato ! Primo e secondo Eros! Bel lavoro!

EROS MASCIULLI: “Non posso che confermare le parole di Danese, per quanto riguarda il mio Campionato, purtroppo è stato falsato dai mille imprevisti in corso! Peccato, mi dispiace perchè potevo e volevo fare bene! Ma non è andata cosi!”

MICHAEL FRANCESCONI E' IL MIGLIOR DEBUTTANTE DI QUESTA STAGIONE 2013

La lotta per il terzo posto sembrava ormai riservata a Monster Simracing e IES Racing, ma la poca serietà dei Simdriver di entrambi i team ha permesso alla Pescara Uein 2 di beffarli nell'ultima occasione disponibile grazie al terzo posto di Michael Francesconi (propiziato dalla squalifica di Eros Masciulli, che giunto secondo non ha poi inviato il suo LOG di gara come previsto da regolamento). La Monster Simracing ha pagato a caro prezzo il ritiro di Roman Ivanov cosi come la IES Racing ha pagato quello di Marco Conti, ma mentre la Monster ha comunque potuto contare su Giuseppe Rainieri, la IES Racing ha visto Alessandro Puoti alzare bandiera bianca, perdendo inesorabilmente il terzo gradino del podio che ad un certo punto sembrava ormai in cassaforte. Per la IES Racing è la prima assenza dal podio del Campionato rF1, dal quale il team di Luca Albertoni non era mai sceso sin dalla prima edizione. La Monster invece ha perso il suo primo podio in rF1 proprio per un errore commesso da Rainieri nelle prime fasi di gara, quando ha perso improvvisamente il controllo della sua vettura finendo violentemente a muro mentre lottava per il podio.

MORRIS E MASCIULLI CON LA PESCARA UEIN GRANDI PROTAGONISTI IN QUESTA STAGIONE


IL RITIRO DI GIUSEPPE RAINIERI COSTA ALLA MONSTER IL 3° GRADINO DEL PODIO

Il quarto posto finale è comunque per la Monster Simracing il miglior risultato mai ottenuto nel Campionato rF1, a differenza del quinto posto finale della IES Racing, che ha concluso davanti alla MSRT di Nick Rowland e Marcel Vd Linden. In settima posizione troviamo invece lo Snail Team di Enzo Ribattezzato, che grazie ai nuovi acquisti Francesco Catalano e Giuliano Pollero, due nuovi possibili protagonisti nella prossima stagione, ha conquistato la miglior prestazione della sua storia. Il duro lavoro fatto da Enzo per allargare il suo team e renderlo più competitivo dopo l'abbandono di Massimo Ribattezzato (che ha cercato nuovi stimoli in Skizzato Racing) ha portato ottimi frutti e simdriver di indubbio talento, che potrebbero lanciare in futuro lo Snail Team tra le grandi potenze del Simracing. Stesso discorso si può fare per il team Abruzzo Corse, che alla prima stagione nella massima serie è subito riuscito a conquistare un ottimo nono posto, alle spalle della Precision Motorsport e davanti a team del calibro della Bluebolt Racing, grazie alle ottime prestazioni di Michele Molle e Luca Desiderio (11 punti a testa 18° posto in classifica); nell'ultimo GP il team ha schierato Ross Pluchino che è subito riuscito a completare la sua gara di debutto al sesto posto, un risultato veramente sorprendente e promettente per il futuro. Snail Team e Abruzzo Corse hanno preceduto, oltre ad entrambi i team Bluebolt, anche la Skizzato+ e il secondo team della IES.

SNAIL TEAM E ABRUZZO CORSE PROTAGONISTI DI UNA GRANDE STAGIONE AGONISTICA

Anche la Witchwood di Michele Molara e Crocy Castelletti può festeggiare il miglior risultato della propria storia: il decimo posto in classifica con 23 punti conquistati è frutto di un grande lavoro di squadra, che ha portato più volte almeno una vettura in zona punti. Dopo due stagioni concluse con un poco onorevole ultimo posto in classifica, la Witchwood ha cosi rialzato la testa e dimostrato di meritare il proprio posto nella massima serie italiana. A queste ottime prestazioni fa molto contrasto la Bluebolt Racing, che ha vissuto la peggior stagione da quando ha fatto il suo ingresso in rF1 nel 2008; i due team di Alessio Spinelli hanno concluso rispettivamente in quattordicesima (Fulmine Blu) e quindicesima posizione (Bluebolt Racing), davanti solo alla Gatto Russo e all'MGR Racing Team; la cosa più grave però non è il brutto risultato in se ma l'aver visto sfaldalsi la coppia cardine del team, quella composta da Fabrizio Gobbi ed Enrico Di Loreto, che per anni ha rappresentato una sicurezza per il team, che ora si ritrova senza una vera guida e senza grandi talenti tra le sue fila che possano debuttare in rF1. Incredibilmente le uniche note positive arrivano dal satellite ATR Bolt che ha visto debuttare due ottimi simdriver come Claudio Boggio e Dennis Grassi, e dalla Fulmine Blu, con Marco D'Acunto e Davide Gabbrielli, che pur non essendo stati stabilmente in lotta nella top ten, hanno regalato occasionalmente prestazioni di alto livello; troppo poco però per un team come la BBR... Il futuro prossimo della Bluebolt Racing appare quindi abbastanza nebuloso, la speranza è che la BBR Accademy sforni presto qualche giovane talento, in grado di crescere velocemente e riportare il team ai massimi livelli.

LA WITCHWOOD HA CHIUSO AL DECIMO POSTO LA MIGLIOR STAGIONE IN RF1!


LE SODDISFAZIONI IN BBR SONO ARRIVATE IN PARTE DALL'ATR BOLT E LA FULMINE BLU

CLASSIFICA SIMDRIVER: 1 DAVID GRECO 123,  2 LEE MORRIS 109,  3 GIANFRANCO PAGOTO 81,  4 MICHAEL FRANCESCONI 68,  5 EROS MASCIULLI 49

CLASSIFICA TEAM: 1 SKIZZATO RACING 204, 2 PESCARA UEIN 158, 3 PESCARA UEIN 2 76, 4 MONSTER SIMRACING 75, 5 IES RACING  67

VITTORIE STAGIONALI SIMDRIVER: 1 DAVID GRECO 5, 2 LEE MORRIS 3, 3 BONO HUIS 2, 4 EROS MASCIULLI, MARCO CONTI 1

VITTORIE STAGIONALI TEAM: 1 SKIZZATO RACING 5, 2 PESCARA UEIN 4, 3 PRECISION MOTORSPORT 2, 4 IES RACING 1

PREMI:
Sim Driver:


1° Classified = David Greco: Trophy + DRS Wheel 01 SLI-PRO (by DEM Racing Simulators)

2° Classified = Lee Morris: Trophy + GTOmega Steering Wheel Stand (by GTOmega Racing)


3° Classified = Gianfranco Pagoto: Trophy


Best Climber (who gained more positions from the grid within the all league races): software Z1SimWheel, the best telemetry way!


Best Newcomer (who races for the first time in rF1 and has collected more points than the other rookies) = Michael Francesconi: Trophy

Team:
1° Classified = Skizzato Racing Team: Trophy
2° Classified = Pescara UEIN Team #1: Trophy
3° Classified = Pescara UEIN Team #2: Trophy

{smooth-scroll-top}

Related news:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners






simracingzone.net Webutation
Z1 Sim Wheel