21 - 08 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Indy: lo spettacolo si trasferisce in Texas

L'arrivo degli ovali era forse il momento più temuto di questo SRZ Atomic Indycar, la fase certamente più critica per tutti i concorrenti che, rispetto alla passata stagione, hanno però saputo approcciarsi correttamente a questa diversa tipologia di gare. Il primo ovale in programma, quello di Pocono su cui si è corso meno di sette giorni fa, ha regalato grande spettacolo, in quella che è stata una gara molto equilibrata, incerta fino all'ultimo, priva di clamorosi incidenti. L'andamento della serata è infatti stato molto lineare, con appena due Safety Car chiamate in causa, davvero poche in 70 giri da percorrere. Proprio l'assenza di bandiere gialle per tutta la prima parte di gara ha creato parecchi problemi ai sim-driver, i quali, rimasti a corto di benzina, sono stati per forza di cose costretti a fermarsi. I più sfortunati sono certamente stati Giuseppe Rainieri, Daniele Primavera e Roberto Gianassi, obbligati a fermarsi in regime di caution, quando la prima Safety Car ha fatto il suo ingresso e i tre ancora non avevano effettuato il primo pit-stop. Al termine, così, è arrivata la prima storica doppietta dell'Iron Brain by Pescara SRT in SRZ Atomic Indycar, con Michael Francesconi che ha preceduto Eros Masciulli. In classifica dunque, Rainieri mantiene la testa ma vede scendere a 29 i punti di vantaggio sul gruppo degli inseguitori formato da Francesconi, Primavera e Mascetti. Molto più interessante è il discorso costruttori, dove il team di Andrea Danese è sempre più vicino a quello di Alessandro Faluschi e dove di settimana in settimana le posizioni continuano a cambiare. Dopo la brutta prova di Pocono, ha perso tanto terreno lo Snail Team, sceso dalla seconda fino alla quarta posizione, mentre al terzo posto si è insediata stabilmente la IES National. Il campionato entra ora nella sua fase cruciale, con l'appuntamento di metà calendario rappresentato dal Texas, ovale che l'hanno scorso regalò miriadi di colpi di scena ed emozioni, e che chiuse il sipario della stagione.

Rispetto a Pocono, il Texas Motor Speedway è più semplice da interpretare, con la classica conformazione da quattro curve, ma comporta anche velocità decisamente maggiori. I sim-driver, infatti, gireranno stabilmente circa 20 Km/h più veloci, una differenza notevole che renderà la guida ancora più difficile... Probabile che si assista quindi ad una corsa più spezzettata rispetto a quella di una settimana fa, con un maggior numero di Safety Car ad essere chiamate in causa. I giri previsti sono 110: l'anno scorso se ne percorsero 94 e a vincere fu Giancarlo Rossi, davanti ad Emanuele Mascetti e Giacomo Ranzini. Furono solamente 12 le vetture a tagliare il traguardo...

Per assistere al difficilissimo ROUND 04: ATOMIC Texas 500 dell'SRZ Atomic Indycar sarà sufficiente sintonizzarsi sulla pagina dedicata alla SRZTVHD a partire dalle 21:20 circa di questa sera, Martedì 22 Aprile. L'evento, che segna l'esatta metà della stagione, sarà un'occasione importantissima per gli aspiranti al titolo che sperano ancora di rientrare in lizza, senza dimenticare, però, che uno stravolgimento totale potrebbe avvenire in occasione della 500 miglia di Indianapolis (punteggi e durata maggiori), il penultimo Gran Premio in calendario che avrà luogo tra tre settimane.

{smooth-scroll-top}

Related news:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation