24 - 10 - 2018
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

A furia di parlare di Massimo Masetti e dei suoi duelli spettacolari con il duo del Dragons Power Gaming, dopo tre gare siamo qui a parlare di una classifica di campionato che vede invece in prima posizione il suo compagno di squadra Alex Tarantino, e per giunta con un margine di ben 16 punti e con due vittorie e un secondo posto all'attivo. Dopo la gara di apertura a Silverstone ci si chiedeva, quasi spaventati, se la schiacciante superiorità messa in mostra da Masetti fosse reale e replicabile per il resto del campionato, adesso c'è forse da chiedersi la stessa cosa su Tarantino, 2° nella gara di apertura e poi vincitore sia a Hockenheim che qui a Valencia, due piste che curiosamente l'anno scorso aveva davvero mal digerito, perdendo di fatto il titolo proprio in quelle due gare. Cosa sia cambiato per lui dall'anno scorso a quest'anno non si sa, in fondo le piste e la macchina sono esattamente le stesse, così come i suoi avversari principali, eppure laddove nella scorsa stagione aveva faticato e commesso errori quest'anno invece è stato praticamente perfetto, chiudendo il discorso vittoria in Germania con un sorpasso su Montereale nelle fasi iniziali e vincendo anche qui a Valencia nello stesso modo e pure contro lo stesso avversario, stavolta con un margine pure più ampio. Il suo vantaggio in classifica inizia ad essere importante, con Danilo Santoro Francesco Montereale che sono i suoi avversari più vicini in classifica ma con quest'ultimo che potrebbe dover partire dal fondo nella prossima gara in Ungheria per avere usato il tasto "esc" per rientrare ai box durante le qualifiche, cosa vietata dal regolamento. A 23 punti di distacco c'è il suo compagno di squadra Massimo Masetti e 33 Daniele Pasquali, ma stiamo ormai parlando di distacchi che non possono essere colmati in sole tre gare senza la "complicità" di qualche errore del leader in classifica, che però quest'anno sta apparendo solido e costante come non mai. Alle spalle dei big c'è un pò il vuoto, e quasi nessuno fra i piloti di centro gruppo è riuscito a raccogliere risultati con costanza, tanto che ben 17 piloti su 28 hanno almeno uno zero in classifica nonostante l'ormai famosa invulnerabilità delle auto su Assetto Corsa che in teoria dovrebbe consentire ai piloti di proseguire le loro gare anche dopo gravi incidenti.

Sfortuna per Massimo Masetti che nel corso del primo giro è stato tamponato da Notari e relegato nelle ultimissime posizioni.

In qualifica è stato Francesco Montereale ad ottenere la pole position battendo Alex Tarantino di oltre 2 decimi e migliorando di ben mezzo secondo la pole dello scorso anno che fu di Giorgio Cornacchia. In seconda fila si sono piazzati Santoro Masetti, con l'ottimo Stefano Delzoppo (sostituto di Edoardo Forcieri) in quinta posizione. Da segnalare la partenza dal fondo di Daniele Pasquali che nelle qualifiche della scorsa gara aveva premuto il tasto "esc" per tornare ai box. Allo start è rimasto tutto invariato nelle prime posizioni, ma nelle retrovie una carambola innestata da un errore di Giannetto ha coinvolto parecchi piloti e costretto la Direzione Gara a far entrare in pista la safety car, ma proprio nel momento in cui la neutralizzazione è stata annunciata c'è stato un altro incidente ben più importante in ottica campionato, con Massimo Masetti che è stato speronato da Kristian Notari e relegato nelle ultimissime posizioni. Per Masetti il peggio doveva ancora venire, perchè dopo essere rientrato ai box alla fine del primo giro per riparare i danni è stranamente rientrato ai box anche al 2° giro, ed è proprio in questa seconda sosta inspiegabile che si è visto assegnare uno Stop & Go di 20" per grave eccesso di velocità in pitlane, per cui al giro successivo si è dovuto nuovamente fermare per scontare la penalità, accumulando un ritardo così grande da non poter essere minimamente colmato neanche grazie al fatto che i suoi avversari erano dietro la safety car, tanto che quando la vettura di sicurezza è rientrata ai box il suo ritardo dal leader era di oltre un minuto, e la sua gara in quel momento sembrava finita.

Primi giri in seconda posizione, sorpasso su Francesco Montereale nelle fasi iniziali e poi leadership incontrastata fino alla bandiera a scacchi: per Alex Tarantino due vittorie di fila arrivate esattamente nello stesso modo.

Quando la gara è ripresa nella sua valenza agonistica Alex Tarantino ha ben presto rotto gli indugi, e al 5° giro si è portato al comando con un risoluto sorpasso su Francesco Montereale al termine del rettilineo più lungo, dopo che questi aveva commesso un piccolo errore all'uscita della curva precedente. Due giri più tardi un incidente fra Pagano Mastrorocco ha causato un'altra neutralizzazione, dando una grossa mano a Massimo Masetti che ha potuto recuperare i quasi 70" di distacco che aveva accumulato nei primi tre drammatici giri. Alla ripartenza nessun cambio di posizione particolare, ma va certamente sottolineato l'inizio gara di Daniele Pasquali che dopo essere partito dal fondo era già risalito in nona posizione e con il vantaggio di essere partito con la gomma di mescola più dura, e quindi di poter allungare il primo stint a piacimento e fare poi un finale tutto all'attacco con le gomme più morbide. Il valzer dei pit stop è iniziato alla fine del 9° giro sui 34 previsti, con Danilo Santoro (3°) che ha cercato l'undercut ma è rientrato in pista nel traffico e non ha potuto sfruttare come avrebbe voluto il vantaggio delle gomme nuove, così quando all'11° passaggio si sono fermati i tre battistrada Tarantino, Montereale Delzoppo gli sono rientrati in pista tutti e 3 davanti. Qualche giro più tardi però Delzoppo ha commesso un errore nel tentativo di superare Matteo Smaila che non si era ancora fermato ai box, e Santoro si è ripreso la terza posizione virtuale. In testa alla gara si è così trovato Daniele Pasquali, che essendo partito con gomme Medie contro le Supersoft di quasi tutti i suoi avversari aveva ora la possibilità di allungare il primo stint a piacimento, dato che le Medie sono in grado di coprire l'intera distanza di gara senza accusare gravi crolli di prestazione.

Sarà anche stato aiutato dalla seconda safety car, ma Masetti si è dovuto sudare ogni singolo sorpasso, arrivando a recuperare addirittura fino al 5° posto, poi divenuto 8° dopo le penalità.

A meno di 10 giri dal termine sia Montereale che Delzoppo si sono presi un drive-through per eccesso di tagli, e sono rientrati a scontare la penalità nello stesso giro in cui Pasquali (in lotta diretta con loro) ha scontato la sua sosta, con la differenza che poi il pilota del Dragons Power Gaming una volta tornato in pista aveva gomme nuove e di mescola più morbida. A trarre vantaggio da tutto ciò anche il suo compagno di squadra Danilo Santoro, che si è trovato al secondo posto e ha tenuto questo importantissimo piazzamento fino alla bandiera a scacchi, seppur a 12" da Tarantino. Dopo qualche giro Pasquali è riuscito a raggiungere e superare Delzoppo sfruttando le gomme più nuove portandosi così al 4° posto, ma negli ultimi giri di gara anche le sue gomme SuperSoft si sono usurate e non gli hanno permesso di cercare l'attacco anche su Francesco Montereale per il 3° posto. Gli ultimi giri di gara sono stati piuttosto tranquilli per Tarantino Santoro che hanno concluso in scioltezza al primo e secondo posto, mentre come detto Montereale ha dovuto difendersi dal ritorno di Pasquali che dopo essere partito dall'ultimo posto ha comunque compiuto una grande rimonta recuperando fino al 4° posto in una pista molto delicata per i sorpassi. Alle loro spalle un piccolo giallo che ha coinvolto Delzoppo Masetti, con Delzoppo che si è letteralmente fermato sulla linea del traguardo per dare il suo 5° posto al pilota del Fast & Aged nonostante i due non fossero compagni di squadra, e giochi di squadra del genere fra due piloti completamente "estranei" sono severamente vietati, per cui Delzoppo è stato penalizzato di 15" e Masetti ha avuto una sottrazione di punti licenza, un brutto modo di concludere una corsa che comunque lo aveva visto recuperare da ultimo a 6°, ma che viene compromessa oltre che dal gioco di squadra con Delzoppo anche da una pesante penalità di ben 30" per avere attraversato la pista in retromarcia dopo che al primo giro era stato speronato da Notari, creando ulteriore scompiglio nel gruppo a regime di neutralizzazione già chiamato. Dopo tutte queste vicissitudini il 5° posto è quindi andato ad Andrew Passarini seguito da Dario De Vita, con Delzoppo Masetti arretrati dalle penalità in settima e ottava posizione, con Smaila Mastrorocco a chiudere la top ten.

La prossima gara del campionato avrà luogo sulla pista dell' Hungaroring, che l'anno scorso aveva ospitato la seconda prova del campionato e a dispetto della conformazione del tracciato aveva offerto al pubblico un gran bello spettacolo, con la lotta fra i piloti dei due team del Fast & Aged culminata con la collisione fra Masetti Tarantino, ma grande interesse aveva catturato la rimonta di Francesco Montereale, al quale era stato annullato il miglior giro in qualifica per un taglio ed era quindi partito dalle retrovie, eventualità che per lui si verificherà nuovamente quest'anno dato che dovrà partire dal fondo per aver premuto "esc" durante le qualifiche a Valencia. La pista è molto tecnica e ostica per i sorpassi, che comunque l'anno scorso non erano affatto mancati, e quest'anno con il DRS la situazione potrebbe ulteriormente migliorare, ma più che altro si spera che diminuiscano gli errori e gli incidenti rispetto alla scorsa edizione. L'appuntamento è per le 21:30 di mercoledì 23 maggio, quando sul nostro canale youtube avrà inizio la diretta streaming dell'evento.

Risultati e Classifiche

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation