24 - 05 - 2018
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Era finita nel peggiore dei modi la rincorsa al titolo di Massimo Masetti nel campionato ACF2 dello scorso anno, quando, arrivato a due gare dal termine con un vantaggio del tutto rassicurante, era incappato in una serie incredibile di errori a Valencia classificandosi solamente 13° e nella gara finale in Germania era stato silurato allo start, perdendo così un titolo che aveva già quasi vinto. Quest'anno l'alfiere del Fast & Aged ha certamente una gran voglia di rivincita, e sembra intenzionato ad imporre il suo dominio sin dall'inizio, issandosi in testa sin dalle qualifiche limitando così ogni rischio di essere coinvolto in incidenti come accaduto appunto nella gara decisiva del titolo dello scorso anno. La gara è stata emozionante e non sono mancati bei duelli, strategie variegate e qualche errore di troppo, ma Massimo Masetti è stato completamente estraneo a tutto ciò, non schiodandosi mai dalla prima posizione virtuale e affrontando con il giusto mix di determinazione e prudenza i sorpassi sui piloti che non si erano ancora fermati ai box dato che erano partiti su gomme più dure. Guai però a dare il campionato già per finito, perchè gli avversari di livello ci sono eccome, e anche se qui a Silverstone Masetti ha dato 15" al suo più immediato inseguitore si fa fatica a credere che questo gap sia "reale" e attendibile, e l'anno scorso i valori in campo hanno subito spesso importanti variazioni nel corso del campionato, basti pensare che il campione 2017 Gianfranco Giglioli nella gara di apertura si era qualificato 15° ed era arrivato 9° pur senza avere il minimo problema o imprevisto, e poi ha chiuso il campionato con 2 vittorie di fila che gli hanno dato il titolo.

La gara è appena partita, con Massimo Masetti che ha già preso un margine di sicurezza su Francesco Montereale e Alex Tarantino, mentre sullo sfondo si vede la vettura di David Montereale intraversata perchè colpita da Daniele Pasquali.

In qualifica c'è stato il netto dominio dei Fast & Aged, che forti anche dell'esperienza già maturata con la Lotus Exos S1 nell' ACF2 dello scorso anno sono riusciti a dare mezzo secondo a tutti: la pole position se l'è aggiudicata Massimo Masetti con soli 52 millesimi di margine sul "cugino di squadra" Francesco Montereale e tre decimi sul compagno di squadra Alex Tarantino, mentre Kristian Notari, primo fra i non Fast & Aged, paga quasi 6 decimi. Da tenere d'occhio però i due alfieri del Dragons Power Gaming Daniele Pasquali Danilo Santoro, 10° e 12° sulla griglia di partenza ma qualificatisi con le gomme di mescola Media per diversificare la loro strategia: quest'anno infatti c'è l'obbligo di prendere il via della corsa con la stessa mescola usata per fare il tempo in qualifica, quindi pagando il prezzo di una posizione di partenza più arretrata Santoro Pasquali avrebbero avuto poi il bonus di poter fare un primo stint di gara molto più lungo con gomme che virtualmente sarebbero in grado di percorrere senza nessun problema l'intera distanza di gara, potendo quindi decidere di fermarsi ai box per mettere le gomme Supersoft quando volevano, per una parte finale di gara tutta all'attacco. Allo start non ci sono stati cambiamenti nelle prime posizioni, ma a centro gruppo Daniele Pasquali ha toccato il posteriore di David Montereale mandandolo in testacoda e facendogli perdere 16 posizioni, condizionando così anche la sua stessa gara con la spada di Damocle di una penalità pesantissima in arrivo nel dopogara. I piloti partiti con gomme SuperSoft si sono tutti fermati ai box nei primi 7 giri, dando così la leadership della corsa a Pasquali Santoro che con le gomme Medie soggette ad un'usura quasi nulla hanno guadagnato parecchio terreno percorrendo quasi 20 giri in testa alla corsa senza disturbi di alcun tipo.

 

Una sorta di de ja vù per il Fast & Aged, con Montereale e Tarantino che al 7° giro vengono al contatto e favoriscono Kristian Notari che guadagna due posizioni in un colpo solo. Un episodio simile fra i due subteam del Fast & Aged era già avvenuto in Ungheria lo scorso anno, quando Masetti e Tarantino si agganciarono in curva1 con una dinamica pressochè identica. 

La sosta molto anticipata dei piloti partiti con le gomme di mescola più morbida ha dato vita a duelli interessanti fra i top drivers in rimonta dalle posizioni di rincalzo e i piloti di seconda fascia che erano davanti non essendosi ancora fermati, e queste lotte contro piloti più lenti hanno dato l'opportunità ai top drivers di cercare di superarsi anche fra loro: il momento clou è stato certamente al 7° giro quando, da poco usciti dai box, Francesco Montereale ed Alex Tarantino hanno dato vita ad un duello per il 2° posto virtuale, finendo però per agganciarsi con Tarantino che si è intraversato e Notari è riuscito a superarli entrambi in un colpo solo. Tuttavia, nel corso del 17° giro il pilota del GTWR ha perso il controllo della sua auto all'uscita di curva 1, finendo contro il muro e perdendo un possibile podio.

I due piloti del Dragons Power Gaming Pasquali e Santoro sono stati gli ultimi ad effettuare la sosta obbligatoria, e questa tattica gli ha permesso di rientrare in pista rispettivamente in terza e quinta posizione con gomme SuperSoft nuove che gli hanno permesso un finale di gara tutto all'attacco.

Al 26° giro i due alfieri del Dragons Power Gaming sono entrati ai box insieme per la loro sosta, e al loro rientro in pista si sono trovati al 3° e 5° posto in piena lotta con Francesco Montereale, ma con il grande vantaggio di avere gomme SuperSoft nuove contro le Medie già con parecchi giri sulle spalle di tutti gli altri, e quindi con la speranza addirittura di andare a prendere il secondo posto di Alex Tarantino, che su di loro vantava 7" di margine a 6 giri dalla bandiera a scacchi. Le morbidissime gomme SuperSoft hanno però un degrado piuttosto rapido, così dopo un paio di giri in cui Pasquali aveva dimezzato il ritardo da Tarantino Santoro aveva sopravanzato Montereale, il loro vantaggio prestazionale si è via via ridotto fino addirittura a diventare svantaggio, tanto che negli ultimi due giri Danilo Santoro si è dovuto difendere dal ritorno di Montereale, precedendolo sul traguardo di una manciata di decimi. Vittoria quindi per Massimo Masetti, che al termine di una gara mai in discussione trionfa con oltre 15" di vantaggio sul suo compagno di squadra Alex Tarantino, mentre Daniele Pasquali dopo aver tagliato il traguardo in terza posizione è stato penalizzato di 30" per il contatto al via con David Montereale, scendendo così al 7° posto. Podio ereditato dal suo compagno di squadra Danilo Santoro, con Francesco Montereale e l'ottimo Dario De Vita a completare la top five, davanti ad Andrew Passarini. Dietro a Pasquali arretrato come detto dal 3° al 7° posto abbiamo Kristian Notari, che certamente sarà deluso dall'errore commesso nel corso del 17° giro che lo ha privato di un possibile arrivo a podio, mentre la top ten è completata da Andrea Terzi ed Edoardo Forcieri.

 

La seconda gara del campionato andrà in onda sul nostro canale youtube a partire dalle 21:30 di mercoledì 2 maggio, e avrà luogo sulla pista di Hockenheim sulla quale lo scorso anno si disputò l'ultimo round del campionato ACF2, una gara davvero incredibile e piena di colpi di scena che potete rivivere andandovi a rileggere il relativo articolo . Un grande spunto di interesse sarà quello relativo alle due mescole di gomme utilizzabili, che per questa gara saranno le Soft le Hard  : le gomme di mescola più morbida dovrebbero avere una durata di circa 10 giri e offrono un grip ben superiore rispetto alle Hard che teoricamente sarebbero in grado di percorrere una distanza ben maggiore dei 40 giri di cui sarà composta la gara, ma sono davvero difficili da mandare in temperatura e il grip che offrono è davvero scarso, forse anche inferiore a quello delle Soft  già usurate. Le temperature molto calde (28-32° per l'aria e 36-44° per l'asfalto) vengono però in aiuto delle gomme più dure, che con questo caldo dovrebbero andare in temperatura più facilmente, inoltre questo caldo causerà non pochi problemi di surriscaldamento alle gomme Soft, che andranno gestite davvero con grande attenzione per non ritrovarsi con una macchina inguidabile già dopo un paio di giri. L'anno scorso abbiamo assistito alla vittoria di Gianfranco Giglioli che si è aggiudicato anche il titolo dopo aver coronato un'incredibile rimonta nelle ultime due gare, complici anche gli errori di Daniele Pasquali che andò in testacoda nel tentativo di inseguire l'alfiere della Musto Racing quando in realtà aveva già il titolo in tasca, e la sfortuna di Massimo Masetti, che dopo essere stato arretrato dal 2° al 6° posto in griglia per un taglio nel giro di qualifica venne silurato allo start da un avversario, perdendo così ogni chance di lottare per il titolo, mentre Danilo Santoro non riuscì neanche a prendere il via per problemi di connessione. Vedremo se quest'anno la pista tedesca sarà meno inclemente con questi piloti, che avranno dalla loro parte anche il vantaggio di avere a disposizione gli assetti usati nello scorso anno.

Risultati e Classifica

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation