25 - 04 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Ad una sola gara dal termine Kevin Siggy e il Drive-in Autosport sono davvero ad un passo dai titoli Piloti e Team. Al pilota Austriaco basterà finire fra i primi 9 al Fuji, mentre il team potrebbe festeggiare già con un 8° e 9° posto dei suoi due piloti.

Manca ormai una sola gara alla fine del campionato e i giochi sembrano ormai fatti; con la vittoria di Laguna Seca Kevin Siggy ha portato il suo margine su Danilo Santoro a quota 20 punti, il che significa che per laurearsi campione gli basterà semplicemente finire la prossima gara al Fuji nelle prime 9 posizioni, risultato che unito ad un eventuale arrivo nei primi 9 anche del suo compagno di squadra Matteo Lorenzetti darebbe anche la certezza del titolo riservato ai team per il Drive-in Autosport. La vittoria del pilota austriaco a Laguna Seca era però quasi annunciata, in quanto in seguito ai risultati ottenuti nelle due gare precedenti lui aveva solamente 10kg di zavorra contro i 75 di Luigi Di Lorenzo, i 70 di Danilo Santoro, i 50 di Gianni Monaco e i 40 di Daniele Pasquali. Con un vantaggio di 30-65 kg su tutti i suoi avversari diretti in una pista tortuosa come quella di Laguna Seca non c'era molto che i suoi rivali potessero inventarsi per cercare di contrastarlo, e infatti Kevin Siggy ha ottenuto la pole position con quasi 3 decimi di margine e in gara non ha mollato il primo posto neanche per un metro, andando a vincere con quasi 20" di margine su Luigi Di Lorenzo, ormai tenuto in gioco solo dall'aritmetica.

Dopo una qualifica sottotono Danilo Santoro è stato costretto ad una difficile rimonta dall' 11° posto, e nonostante abbia perso molto tempo dietro a Pacione nelle fasi iniziali è poi riuscito a risalire addirittura fino al 3° posto, limitando i danni e tenendo i giochi ancora aperti in vista dell'ultima gara.

Come ci si aspettava in qualifica ad ottenere la pole è stato proprio Kevin Siggy, davanti ad un "miracoloso" Di Lorenzo che con ben 60kg in più di zavorra è riuscito a contenere il gap in meno di 4 decimi. Gli altri piloti zavorrati hanno invece faticato moltissimo: il duo del dp Stealth Racing non è andato oltre il 10° e 11° posto con Pasquali davanti a Santoro, mentre Gianni Monaco si è qualificato addirittura 14°. Il fatto che alcuni top drivers abbiano faticato così tanto ha dato modo a molti outsiders di mettersi in luce: spiccano in particolare il 3° miglior tempo di Fabio Tartaglia, il 4° di Mauricio Dos Santos, il 5° di Luca Franca e il 6° di Alberto Romano. Se sul giro singolo Luigi Di Lorenzo è riuscito a contenere tantissimo il gap da Kevin Siggy, sulla distanza di gara non c'è stata storia, e sin dai primissimi giri è parso chiaro a tutti che la vittoria dell'austriaco del Drive-in Autosport non era in discussione. Tuttavia la gara ha comunque riservato emozioni forti, in particolare gli occhi di tutti erano puntati su Danilo Santoro che doveva assolutamente recuperare quante più posizioni possibili per tenere aperta la lotta per il titolo; gli incidenti verificatisi davanti a lui fra Urso e Romano e fra Pasquali Bellinzoni gli hanno permesso di issarsi al 7° posto già dopo 2 curve, ma poi ci sono stati momenti di grande tensione perchè Fabrizio Pacione davanti a lui aveva scelto di usare le gomme Hard e aveva quindi un ritmo molto più lento, ma nonostante ciò Santoro per parecchi giri non è riuscito a trovare l'occasione per effettuare il sorpasso. 

 

Una divagazione sulla sabbia all'uscita di curva 1 di Fabio Tartaglia ha permesso a Danilo Santoro di completare la rimonta issandosi al 4° posto finale, risultato poi divenuto un 3° posto a causa delle penalità inflitte a Luca Franca.

Dopo ben 10 giri di pressing asfissiante Danilo Santoro è finalmente riuscito a superare Fabrizio Pacione e a portarsi in sesta posizione, e qualche giro dopo è salito al 5° posto per via di un contatto fra Franca Dos Santos in seguito al quale quest'ultimo ha deciso di ritirarsi dalla gara. Il suo svantaggio dai piloti che lo precedevano era di quasi 10", ma un ritmo di gara più veloce unito ad un contatto fra Franca Tartaglia che ha fatto intraversare quest'ultimo gli hanno permesso di rientrare nella lotta per il podio: il 4° posto lo ha guadagnato grazie ad un errore di Tartaglia all'uscita di curva1, mentre il terzo posto lo ha guadagnato nel post gara in virtù delle penalità inflitte a Luca Franca per i contatti di cui si è reso protagonista. Nessuno scossone invece per quanto riguarda le prime due posizioni, con Kevin Siggy che ha vinto con quasi 20" di vantaggio su Luigi Di Lorenzo. Alle spalle di Danilo Santoro, bravo a restare sempre concentrato e a non commettere errori, abbiamo un ottimo Fabio Tartaglia, 4° nonostante la sua difficilissima Porsche, mentre Fabrizio Pacione ha ottenuto un ottimo 5° posto con una seconda parte di gara tutta all'attacco dato che sue gomme Hard si sono usurate molto meno rispetto alle Medie montate dalla maggior parte dei suoi avversari. Eccellente sesto posto per il giovanissimo Mirko Tartarotti, sostituto di Stefano Delzoppo e autore di un esordio coi fiocchi considerando oltre alla giovane età anche il fatto che era al volante della macchina di gran lunga più difficile da portare al limite e che aveva pure 20kg di zavorra. Matteo Lorenzetti con il 7° posto ottiene un piazzamento importantissimo per il Drive-in Autosport nella classifica riservata ai team, precedendo sul traguardo un Gianni Monaco al suo peggior risultato in campionato, che lo estromette quasi completamente dalla lotta per il titolo e che mette a serio rischio anche la sua terza posizione in classifica dato che Luigi Di Lorenzo gli si è portato a 2 soli punti di distacco. Top ten completata da Alessio Minelli Alberto Romano.

L'ultimo atto di questo bellissimo Campionato Italiano GT3 2017/2018 si disputerà sulla pista del Fuji, che nella scorsa stagione aveva già ospitato la gara di apertura del Campionato Italiano XGT. Oltre al titolo piloti vero e proprio di cui abbiamo già parlato all'inizio dell'articolo, si deciderà anche il vincitore della classifica Endurance riservato alle gare di 2 ore, e qui il discorso si fa decisamente più interessante: Danilo Santoro e Kevin Siggy sono infatti a pari punti, il che significa che non c'è nessun tipo di calcolo da fare, in quanto chi dei due finirà davanti all'altro sarà il vincitore. La situazione peso vede Santoro con 10kg di zavorra in meno rispetto a Siggy, ma occhio anche a Gianni Monaco che ha un distacco non elevatissimo (16 punti) e solo 20kg di zavorra. Il gran finale avrà luogo lunedì 22 gennaio e sarà trasmesso in diretta streaming sul nostro canale youtube a partire dalle 21:20.

 Classifiche gare e Campionato

 

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation