14 - 12 - 2017
Sponsors

nextlevelracing.com

rackservice.org

razerone.com

netgear.it

primi sui motori con e-max

Il cuore delle Ardenne, In Belgio, è stato teatro del terzo appuntamento del Campionato Italiano F1 2017. Come abbiamo già visto nelle ultime due gare niente è mai filato liscio in questo inizio di stagione, regalando innumerevoli colpi di scena ai nostri spettatori.

Le qualifiche a SPA Francorchamps si sono disputate sotto una pioggia a tratti temporalesca, che ha messo a dura prova le capacità di controllo dell'auto degli atleti in gara. Dopo due sessioni di qualifica molto incerte, per via del meteo cangiante, Pino Macrì ha sbalordito la concorrenza nella sessione utile alla Pole, rifilando rispettivamente 5 decimi al 2°, uno straordinario Valeriano Foglia, e sette decimi al 3°, Mirko Attanasio. Solo 4° Omar Panebianco, con circa un secondo di distacco.

Il via si svolge sotto il diluvio, Pino Macrì scatta bene e inizia subito a dettare il ritmo, ma dopo pochi giri avviene il primo incidente della gara ed entra in pista la SC, che ricompatta il gruppo. I piloti si accodano, e ripartono dopo tre giri.

Pino Macrì sembra poter di nuovo accumulare vantaggio, mentre alle sue spalle Gennaro Rescigno ed il compagno di squadra continuano a risalire di posizioni, tenendo a bada un combattivissimo Edoardo Abbatecola, Federico Baldazzi e Mirko Attanasio. La pioggia diminuisce quando entra in pista la seconda SC, Omar Panebianco se ne accorge e rientra a montare gomme di mescola Soft, correndo, primo fra tutti, un grande rischio. Al secondo passaggio sul traguardo molti lo imitano ma non Pino Macrì, che nel difficile ruolo di leader della corsa ritarda troppo nella sua decisione, e rientra malauguratamente nello stesso giro in cui la SC rientra in pit-lane, quando ormai è tardi e la testa della corsa irrimediabilmente persa.

Macrì torna in pista 10°, ma inizia subito a rimontare a suon di giri veloci e gran sorpassi, una battaglia che conclude conquistando il terzo posto, strappato dalle mani di Federico Baldazzi. Omar Panebianco invece si gode la testa della corsa, conquistata con una mossa strategica rischiosa, ma degna del miglior Alain Prost. I festeggiamenti sul traguardo per la prima vittoria stagionale sono davvero meritati per il Simdriver Pescara SHS, che ora più che mai lancia il guanto di sfida al compagno di squadra. La vittoria però per Panebianco si è rivelata tutt'altro che semplice, data la presenza fino a pochi metri dal traguardo, di uno straordinario Gennaro Rescigno, che nel finale è sembrato davvero in grado di sorprendere tutti gli spettatori e lo stesso Panebianco, ma gli è mancato il guizzo finale.

Per Omar Panebianco è stata la prima vittoria in carriera su simracingzone.net, mentre per Rescigno è arrivato il primo podio. Ricordiamo la progressione del pilota napoletano menzionando anche il suo splendido 5° posto in ungheria, risultati completamente diversi da quelli a cui ci aveva fatto abituare l’anno scorso.

LucioMas si sta dimostrando un SimDriver veloce, intelligente e abile nel leggere la gara anche sotto pressione, doti che gli hanno permesso di vincere a Spa-Francorchamps ,ma in una gara cosi folle e piena di colpi di scena, chi può spiegarci cosa è davvero passato per la testa dei piloti se non i piloti stessi? Andiamo ad intervistare i protagonisti di questo 3° appuntamento.

Pino “PinoMacri” Macrì

Ciao Pino, stavolta la tua intervista sarà la prima perché arrivato terzo, è un posizionamento che non sei abituato ad ottenere, è strano trovarti qui?

No, perché so che mi ci trovo per circostanze non totalmente sotto il mio controllo. Ero veloce, mi sentivo bene con la macchina, il risultato in qualifica e il ritmo gara ne è la prova, purtroppo quando sei in testa e hai da perdere, ci pensi 10 volte prima di rientrare ai boxe per cambiare gomme e ritrovarti 20°, perché se poi non è la scelta giusta sarebbe ancora più doloroso. Chiedevo 2,3 volte al giro all’ingegnere quanto avrebbe smesso di piovere, e mi diceva sempre 10 minuti, mi ha “ingannato” evidentemente ahahahah

Quando ti sei accorto che avresti perso la gara?

Credo quando non mi sono fermato nel giro dopo che era rientrato Omar (Luciomas ndr) , già dall’eau Rouge si vedeva che la pista era asciutta. Li ho realizzato di aver perso la corsa.

Questo risultato è stato molto condizionato dalla sfortuna e dalla lettura di gara errata da parte tua, hai dei controsistemi per far si che non ricapiti una seconda volta?

Tu avresti dei controsistemi ? Ovviamente sono circostanze dove hai un tempo di reazione celebrale molto contenuto, devi scegliere in quei pochi secondi e la tua decisione, in questi casi, determinerà la vittoria o la sconfitta della corsa.

Il Rischio di Lucio è stato molto contenuto, perché lui aveva diversi punti di svantaggio in classifica generale, e in questa gara era quarto, cosa aveva da perdere? Che anziché quarto sarebbe arrivato quinto? Non gli cambiava nulla, visto che era in difficoltà ha provato a fare il colpaccio, per chi è in testa è diverso, certo è stato brutto vedere una vittoria così volare via nell’ultima parte di gara, ma non ci posso fare niente, sarebbe stato molto più doloroso se il vincitore fosse stato più veloce di me.

Gennaro “Rescigno95” Rescigno 

Ciao Rescigno, è arrivato il tuo primo podio stagionale nonché il primo della tua carriera su srz, come ti senti? Raccontaci la tua gara

Questa è la tua seconda edizione del campionato italiano su srz, quest'anno hai alzato di molto la tua asticella prestazionale , ti abbiamo visto battagliare e battere simdriver molto più affermati basandoci sullo scorso anno, come Andrea zabberoni o Luigi, e addirittura in Belgio nella fase finale avevi un passo superiore a Omar ( Luciomas ndr ) che ti ha permesso di insidiarlo fino all'ultimo giro , qual'è il tuo obiettivo per questa stagione quindi? Sapevi di ritrovarti in queste posizioni prima che il campionato iniziasse?

Con questo ottimo 2° posto che ha sbaragliato i pronostici ti lanci in una posizione di tutto rilievo in classifica , qual'è stato il fattore che ti ha permesso di migliorare così tanto rispetto lo scorso anno?

La gara è stata molto entusiasmante e ricca di sorprese, la strategia alla fine ha regnato su tutto. Sin dalle qualifiche sapevo questo, ho voluto azzardare con un assetto da asciutto perché sapevo che potevo andare forte ma dove potevo arrivare non lo potevo immaginarlo,quando è cominciata la gara coi tempi vedevo che giravo simile a quelli della prima posizione e mi rammaricavo perchè un mio errore ero scattato dalla decima posizione,poi ho fatto una rimonta pazzesca giro dopo giro, andando sempre meglio...

La mia gara si è decisa quando la pista si è asciugata, ho scelto la sosta anticipata con le slick e a quel punto sapevo di poterla vincere ... Ero davvero felice ed entusiasta ,siamo solo a metà dell'opera il mio obiettivo è sempre vincere anche se so che sarà molto difficile ..Mi aspettavo di fare un buon campionato ma non fino a questo livello ...

Il mio miglioramento l'ho trovata tutto nel modo di guidare la macchina...le monoposto di quest'anno vanno molto bene con il mio stile di guida ,spero di rimanere lì in quei posti e spero di fare un miracolo per arrivare nei primi 3 del campionato! Non vedo l'ora che arrivi mercoledì per andare in Canada e dare battaglia ai primi.

Omar “LucioMas” Panebianco

Ciao Lucio, finalmente è arrivata la prima vittoria in carriera su srz, stai disputando una bellissima stagione , Pino ha fatto una qualifica spettacolare ma nonostante ciò sei riuscito a vincere , cosa provi in questo momento? Che sensazione ti ha dato la prima vittoria  ?

Che dire, sono molto contento. Era ciò che aspettavo da molto tempo e finalmente è arrivata. Non è facile vincere un gran premio a questi livelli ma posso dire di avercela fatta a questo punto. Obbiettivamente non nego di esser stato un po’ fortunato oggi, il passo non era quello delle prime due gare ma ciò credo di poterlo attribuire a problemi di assetto della macchina e al continuo variare del meteo che non mi permettevano di trovare la giusta fiducia col tracciato. Certo che anche la strategia è cruciale nelle corse perciò ritengo che questa vittoria sia la giusta ricompensa per questo grande avvio di stagione.

Quando è entrata la SC , cosa ti ha fatto decidere di rischiare e entrare ai box?

Sapevo che avrebbe smesso di piovere. La questione era capire il quando. Essendo in regime di sc ho avuto il tempo giusto per ragionare sui rischi e sui possibili guadagni di un eventuale sosta per montare le gomme da asciutto. Di fronte alla gara anonima che stavo disputando fin a quel momento ho deciso quindi di sfruttare questa occasione che evidentemente ha pagato. Ero convinto che se Pino non avesse effettuato la stessa mossa, avrei avuto grandi opportunità di vittoria. E così è stato.

Il duello con Rescigno è stato molto bello per gli spettatori, inutile dire che Rescigno è stato una vera sorpresa in questo gp, ti aspettavi  che sarebbe riuscito a tenere il tuo passò o andavi un po più cauto visto che eri primo?

Onestamente no, e ci tengo per questo a complimentarmi con lui, ha fatto una grandissima gara. Semplicemente, come detto prima, lo stesso assetto che  mi si è rivelato inadatto sul bagnato, non mi dava garanzie neanche sull’asciutto. Arrivavo spesso lungo alla Bus stop e perdevo di giro in giro tutto il vantaggio che riuscivo a ottenere nel settore centrale su Rescigno che poi mi rimaneva in scia per tutto il primo settore del giro successivo. Aveva il DRS e ciò non mi permetteva di stare tranquillo. La percorrenza di Eau Rouge è sempre stata ottima però e pertanto sono riuscito a tenerlo abbastanza lontanto e evitare di subire eventuali attacchi alla fine del Kemmel, arrivando dunque alla bandiera a scacchi davanti a tutti.

 

Per chi si fosse perso l'entusiasmante Gran Premio del Belgio, è disponibile di seguito. Vi ricordiamo l'appuntamento di questa sera in diretta dalle 21:30, gara di grandi emozioni a Montreal, in Canada!.

Related news: 

 

 

[XGT] ROUND 05: Canada