14 - 12 - 2017
Sponsors

nextlevelracing.com

rackservice.org

razerone.com

netgear.it

primi sui motori con e-max

Il mondo dell'esport e del simracing si sta espandendo ad una velocità vertiginosa. Per la prima volta nella storia, si svolge un campionato di Simracing riconosciuto direttamente dalla FIA con un regolamento approvato direttamente dalla FOM... la notizia ha fatto molto clamore nel mondo dell'esport, che soprattutto per quanto riguarda il Simracing non ha mai ottenuto nessuna considerazione nei settori del Motorsport, e che improvvisamente si è visto il ricco paddock della Formula 1 lanciare il proprio campionato virtuale, la F1 Esports Series in collaborazione con Codemasters e Gfinity, utilizzando ovviamente il gioco ufficiale F1 2017 prodotto da Codemasters. A settembre sono inziate le qualificazioni che hanno selezionato ben 40 semifinalisti (PS4, Xbox e PC) che si sfideranno in LAN ad ottobre a Londra, in una sfida davvero coinvolgente che permetterà ai migliori di loro di accedere alla finale che avrà luogo ad Abu Dhabi in concomitanza con l’ultimo round del campionato di F1. Saranno 20 gli atleti che avranno accesso alla sfida finale.

Il campionato prevede quindi altre due fasi: semifinale a Londra il 10 e l’11 ottobre presso la sede di Gfinity per selezionare i 20 finalisti che faranno rotta verso Abu Dhabi nell’ultimo fine settimana di novembre al pari dei piloti di F1.
Il 24 e il 25 Novembre la parte conclusiva dell'evento si svilupperà su tre gare. Il vincitore, oltre ad ottenere la qualificazione automatica per le semifinali del 2018, vincerà l’opportunità di assistere a un weekend di gara della prossima stagione e sarà inserito come personaggio nel videogioco 2018.

Sean Bratches, responsabile delle attività commerciali della F1, è fiero di questo progetto: “A livello di partecipazione la F1 Esports series rappresenta una grandissima opportunità per chiunque di entrare a far parte della F1 e per noi ha un potenziale a livello di business tutto da scoprire”.

E' importante sottolineare come i colori italiani siano stati splendidamente rappresentati, sono ben nove infatti i Sim Driver nostrani che accederanno alle semifinali di Londra, tra i quali spiccano i nomi di Pino Macrì, Giuseppe De Fuoco e Gianfranco Giglioli, atleti di gran talento anche su PC, che su Simracingzone.net hanno conquistato importanti titoli nazionali. Oltre a loro, troviamo Alberto Foltran, Saro Prost, Amos Laurito e Niccolò Fioroni.

La qualificazione di Pino Macrì, campione italiano F1 2017 PS4 in carica, è stata particolarmente travagliata; il romano ha dovuto infatti qualificarsi in tempo record su Xbox vista la rottura della propria console PS4. Gli abbiamo dedicato Gli abbiamo dedicato un'intervista, dato che oltre al F1 Esport Series, tra poco dovrà cercare di confermare il titolo anche nel campionato italiano al via il 18 ottobre.

Ciao Pino, complimenti per il gran risultato. La tua qualificazione è stata travagliata, ma malgrado il pochissimo tempo sei riuscito comunque a passare. Incredibile pensando che hai sempre corso con PS4 e sei passato girando su Xbox!

Diciamo che c’è molto più di questo dietro, questa qualificazione è stato un vero gioco con il destino per me. Il 10 ottobre ho infatti un esame molto importante, grazie al quale posso acquisire il titolo di studio necessario per aprire una mia attività a ottobre. Essendo un esame cosi importante, già giorni prima, nonostante un record mondiale fatto sulla stessa pista delle qualificazioni, mi ero rassegnato… ma appena sono iniziate le qualificazioni è scattata una molla irrefrenabile dentro di me, sapevo che non potevo andare ma non mi importava, e ho iniziato a provarci. Giorno 22, Mentre ero quarto o quinto in classifica su PS4, mi si rompe la playstation, è stata la primissima volta nella mia vita che mi è capitata una cosa simile, assurdo, rompersi proprio in quei 7 giorni di qualificazioni mondiali... Sembrava un ennesimo segnale che il destino mi ha voluto lanciare, ma io, non contento, giorno 23 vado a casa di un mio amico, possessore di Xbox con volante Thrustmaster TX, con il quale si dilettava giocando a Need for Speed; allora il giorno stesso sono andato ad acquistare F1 2017 per xbox one... beh, ho avuto solo quel giorno per allenarmi, ed il tempo che feci segnare quel pomeriggio a casa di questo amico, ad appena quattro giorni dalla chiusura delle qualificazioni, è stato sufficiente per rientrare nei top 5. A quel punto ho dovuto comunicare la decisione ai miei che sarei partito saltando l'esame.


Cosa ti aspetti da questa esperienza, pensi di poter vincere anche nella F1 Esport Series, la prima competizione di simracing direttamente riconosciuta dalla FIA? Questa esperienza potrebbe spalancarti porte importanti anche nel mondo del motorsport...

Guarda io ho un difetto, o un pregio, non so come definirlo, sono troppo oggettivo nelle cose, non mi piace mascherare le realtà in base alle circostanze, la realtà è una ed è sempre oggettiva, agli occhi di tutti. Corro da appena 11 mesi, la mia prima gara è stata nell’ottobre 2016, prima non sapevo neanche dell’esistenza di tutto ciò, e ho sempre corso con gli aiuti alla guida, li ho tolti tutti praticamente 2 settimane prima dell’evento di qualificazione, dato che per tutta la pausa estiva non ho giocato. Come velocità pura , a livello di hotlap, so di essere uno dei migliori al mondo, anche senza aiuti, l’ho dimostrato, ma il problema è che su Formula 1, senza alcun tipo di aiuto attivo, non ho gare di esperienza alle spalle. E dato che a Londra sarà una gara, Sto andando “alla cieca”come si suol dire, per non parlare nel caso in cui piovesse, su 40 piloti qualificati, i migliori al mondo su F1 2017, penso di essere l'unico a trovarsi in una condizione simile, perché tutti i presenti hanno dai 3 ai 7-8 anni di esperienza senza aiuti, con centinaia di gare alle spalle. Ho dovuto adattarmi in appena dieci giorni, tempo nel quale sono riuscito anche ad essere primo al mondo nel giro secco, ma la gara è un altra cosa, ci vuole tanta esperienza, da trazione off a trazione completa/media e da abs on ad abs off i consumi sono diversi, sia delle gomme che della benzina, se prima anche con gomma usurata potevo spingere al massimo ora non avrei più quella sicurezza, non ho mai fatto una partenza senza controllo trazione e anche li sarà un problema, e non posso neanche farla online con sconosciuti perché magari alzo il piede e vado bene da solo, ma devo confrontarmi con gli altri, e non ci sono gare ufficiali da qui al 10, quindi vada come vada ormai. A livello di prestazione sul giro secco, senza aiuti vado anche più forte di quando li avevo, questo mi rende comunque speranzoso di riuscire a competere ai massimi livelli con la giusta esperienza in gara. Non è una resa la mia, è essere realista, andare forte nelle corse, nel kart, nel virtuale, è davvero l’unica cosa che realmente conta per me, metto le corse appena sotto la famiglia e la salute per dirti, quando perdevo nel kart stavo male per giorni, settimane, pensavo a cosa avevo sbagliato, uscivo fuori di testa. Qui è uguale, devo vincere perchè ho fame di vittoria, però in questa circostanza ho già stravinto nelle mie possibilità, fare di più è impossibile.

Sta per iniziare anche il Campionato italiano F1 2017 su SRZ, non ci saranno più aiuti attivabili. Tra gli iscritti vedi possibili avversari?


Quest’anno vigeranno regole diverse dato che per la prima volta possiamo basarci su un regolamento ufficiale approvato addirittura dalla FOM per F1 2017, e sarà bello confrontarsi di nuovo senza aiuti, anche per cucire un pò di bocche che amano sminuire alcuni risultati. Ora sono concentrato per il mondiale e non voglio guardare troppo avanti, da qui alla prima gara del campionato italiano ci saranno i test collettivi, che mi permetteranno di assumere conoscenza e informazioni sul mezzo senza aiuti, sarò logicamente più forte e meno pressato rispetto a quella che sarà la semifinale di Londra. Come sempre io darò il 110% e voglio assolutamente bissare il successo dello scorso anno, mi sento bene, sto in forma, non posso sapere se ci saranno avversari ma so quello che posso fare io, conosco la velocità che posso offrire in pista ed è in perenne aumento dato che sento di non aver ancora raggiunto il mio limite. Se guardo il percorso che ho fatto, le qualifiche o le gare da ottobre ad oggi è stato sempre un salire di prestazione, arriverà un punto che mi stazionerò logicamente, ma ancora non ci sono arrivato. Comunque non vedo l’ora che arrivi Monza per tornare a combattere dopo tutti questi mesi di fermo dettati dalla pausa estiva.

 
PINO MACRI' RITIRA IL TROFEO DI CAMPIONE ITALIANO F1 2016
 
                                                                                                                                                                                                                       

Sta per iniziare anche il Campionato italiano F1 2017 su Simracingzone.net, non ci saranno più aiuti attivabili. Tra gli iscritti vedi possibili avversari?

Quest’anno vigeranno le regole ufficiali dato che per la prima volta possiamo analizzare un regolamento per F1 2017 approvato addirittura dalla FOM, e sarà bello confrontarsi di nuovo. In questa fase sono concentrato per il mondiale e non voglio guardare troppo avanti, da qui alla prima gara del campionato italiano ci saranno i test collettivi, che mi permetteranno di assumere conoscenza e informazioni sul mezzo senza aiuti. Sarò logicamente più forte rispetto a Londra, io darò il 110% e voglio assolutamente bissare il successo dello scorso anno, mi sento bene, sto in forma, non posso sapere se ci saranno avversari ma so quello che posso fare io, conosco la velocità che posso offrire in pista ed è in perenne aumento... non ho ancora raggiunto il mio limite, se guardo il percorso che ho fatto, le qualifiche o le gare da ottobre ad oggi è stato sempre un salire di prestazione, arriverà un punto che mi stazionerò logicamente, quando raggiungerò il limite ma ancora non ci sono arrivato evidentemente... non vedo l’ora che arrivi Monza per tornare a combattere dopo tutti questi mesi di fermo dettati dalla pausa estiva.


Quali differenze hai trovato tra il vecchio titolo ed il nuovo F1 2017? Codemasters è riuscita a migliorare il suo prodotto?

Le differenze che ho trovato sono quelle che hanno trovato tutti, il gioco rispecchia la realtà simulando i cambiamenti fisici dettati dalle nuove monoposto che hanno quindi più grip, consentendo al Simdriver di accelerare prima. Su certe piste, come Spa-Francorchamps è davvero una goduria guidare. E’ sicuramente molto più simulativo rispetto al 16, lo shortshift che era una delle pecche maggiori di F1 2016 è stato in buonissima parte eliminato, quindi ottimo.


Abbiamo sentito molti utenti lamentarsi di diversi BUG presenti nel gioco? Tu ne hai subito qualcuno?

Purtroppo si e non riesco a spiegarmi come Codemasters, dopo tutte le critiche ricevute per i pesanti BUG in passato, abbia rilasciato un titolo con problemi cosi gravi. Penso ci voglia rispetto per chi spende i propri soldi credendo di trovare un prodotto all'altezza. Spero vivamente che venga rilasciata una patch prima dell’inizio dei campionati perché altrimenti sarà un guaio per noi Simdriver, il gioco squalifica tutti i concorrenti senza motivo a volte, o ti fa partire sopra altre macchine, un vero macello che dopo tanta esperienza da parte del team di sviluppo non si sarebbe dovuto verificare. Confido comunque nella Codemasters affinché risolvano tutti i problemi dato che questo è un titolo competitivo multiplayer con il quale si svolgeranno le finali della F1 Esport Series. Un saluto e un ringraziamento a tutti i ragazzi che mi seguono e che mi contattano su youtube e facebook, vi voglio bene e spero di farvi divertire anche quest'anno. Vi lascio con il mio video dedicato a tutti voi, iscrivetevi al mio canale se vi fa piacere!

 

 
 
[XGT] ROUND 05: Canada