19 - 04 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Mancano ormai pochi giorni all'appuntamento finale del Campionato Italiano ACF1 2016/2017, che ricordiamo si disputerà sulla pista di Abu Dhabi  e sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle 21:20 di lunedì 26 giugno; una gara assolutamente da non perdere, perchè con Danilo Santoro dello Stealth Racing Orange e Rens Klop della Musto Racing appaiati in testa alla classifica a pari punti si preannuncia un finale davvero epico, in quanto non ci sarà nessun calcolo da fare: semplicemente, chi arriverà davanti sarà incoronato campione, chi arriverà dietro si dovrà accontentare della piazza d'onore. Santoro e Klop si sono di gran lunga rivelati i piloti più veloci e costanti del campionato, con il solo Daniele Pasquali, compagno di squadra dell'olandese, in grado di tenere loro testa un pò in tutte le gare fin qui disputate. Nelle prime gare prima di avere seri problemi al suo PC c'è stato anche Maurizio Fabbroni, imbattibile in qualifica ma sfortunatissimo e non molto costante in gara, con un solo piazzamento a podio ottenuto quando vinse a Monza, tanto che già prima di dover rinunciare alla seconda metà del campionato il suo distacco in classifica era molto importante. Alla vigilia della resa dei conti andiamo ora a ripercorrere gara dopo gara quello che è stato il campionato dei due contendenti al titolo, in modo da fornire anche a chi si fosse perso le gare precedenti le basi per poter seguire nel migliore dei modi l'epilogo di questa prima edizione del Campionato Italiano ACF1, che certamente è destinata a rimanere nella storia di SimRacingZone.net.

GARA 1 : AUSTRALIA

Qualifica : Santoro 4° - Klop 9°

Gara : Santoro 1° - Klop 2°

Campionato : Santoro 50pts - Klop 45pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

 

Santoro e Klop in Australia si sono contesi la vittoria fino a 3 curve dalla fine, quando un contatto fra i due ha fatto finire Santoro nella sabbia: la Direzione Gara ha ritenuto Klop responsabile della collisione, arretrandolo in seconda posizione

Dopo un quarto e un nono posto nella prima sessione di qualifica del campionato non sembrava che i contendenti al titolo sarebbero stati Santoro e Klop, ma già dai primi giri la gara ha mietuto vittime illustri, il che ha dato loro modo di annullare rapidamente l'handicap di una qualifica non particolarmente brillante: il tamponamento pochi istanti dopo il via fra Spitaleri e Fabbroni, l'incidente che al secondo giro ha coinvolto Cornacchia e Delzoppo, e il fatto che Daniele Pasquali abbia preso il via addirittura dalla dodicesima posizione, hanno fatto si che Santoro e Klop salissero in cattedra sin dalle battute iniziali. Il pilota dello Stealth Racing Orange sembrava avere la gara in pugno, ma l'olandese della Musto Racing ha sorpreso tutti puntando su una strategia ad un solo pit stop, che gli ha concesso di prendere il comando della gara nel momento in cui Santoro si è fermato ai box per la seconda sosta, ma al contempo lo ha messo in una posizione scomoda negli ultimi giri, in quanto con gomme Hard consumate avrebbe dovuto contenere la rimonta del rivale che disponeva di gomme Medie molto più nuove. Il ricongiungimento fra i due è avvenuto a dieci giri dalla conclusione, ma quello dell'Albert Park non è un tracciato in cui è particolarmente semplice effettuare manovre di sorpasso, per cui Rens Klop, seppur a fatica, è sempre riuscito a rintuzzare ogni attacco del rivale. Negli ultimissimi giri però le gomme dell'olandese hanno cominciato a mostrare un serio degrado, e proprio all'ultimo giro, a quattro curve dal traguardo, Rens Klop è arrivato lungo alla curva Ascari, offrendo così a Santoro l'opportunità di affiancarlo e attaccarlo all'interno della curva successiva. I due sono entrati in contatto, con Santoro che è finito nella sabbia e Klop che ha tagliato il traguardo in prima posizione. La Direzione Gara ha tuttavia ritenuto l'olandese responsabile del contatto, e Rens Klop è stato così arretrato in seconda posizione, con la vittoria che è andata a Danilo Santoro, alla sua prima affermazione in carriera su SimRacingZone.net. Vale la pena precisare che Rens Klop ha anche ricevuto una penalità di venti secondi per il mancato utilizzo dell'app che rileva i tagli nel corso della gara, per cui avrebbe comunque perso la vittoria anche se il contatto con Santoro fosse stato giudicato un normale incidente di gara.

GARA 2 : CINA

Qualifica : Klop 4° - Santoro 5° 

Gara : Santoro 2° - Klop 3°

Campionato : Santoro 95pts - Klop 87pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

 

In Cina Santoro ha perso la vittoria a 3 giri dal termine per un'incomprensione con un doppiato, mentre Klop ha compromesso la sua corsa con un errore ai box

In Cina abbiamo assistito ad un altro bellissimo duello per la vittoria durato fin sotto la bandiera a scacchi, ma questa volta la Musto Racing che ha conteso sino all'ultimo la vittoria a Danilo Santoro è stata quella di Daniele Pasquali. In qualifica i due piloti del Fast & Aged hanno monopolizzato la prima fila, ma anche in questo caso la loro leadership è durata pochi giri: Maurizio Fabbroni dopo essere stato sopravanzato da uno scatenato Santoro partito con gomme Soft è stato tamponato da Rens Klop, perdendo contatto con le posizioni di vertice e poi sprofondando in una spirale di episodi sfortunatissimi che come vedremo negli ultimi giri lo porteranno ad essere decisivo per l'assegnazione della vittoria della gara, seppur nel ruolo di doppiato. Una volta che Santoro è entrato ai box per primo dato che montava gomme Soft contro le Medie dei rivali, la leadership è passata ai due piloti della Musto Racing, leadership che però Santoro si è ripreso quando Pasquali e Klop sono andati ai box. Le due Musto Racing si sono quindi trovate ad avere gomme molto meno usurate rispetto a quelle di Santoro che essendo partito con le Soft si era fermato parecchi giri prima, e al ventiseiesimo giro lo hanno raggiunto: da quel momento però Pasquali e Klop hanno iniziato una spettacolare lotta fratricida durata parecchi giri, che ha concesso a Santoro di tenere la prima posizione nonostante le sue gomme fossero più usurate. Al trentaseiesimo giro Rens Klop ha però commesso un'ingeniutà che lo ha costretto ad accontentarsi del terzo posto finale: rientrato ai box subito dietro al compagno di squadra Pasquali, si è evidentemente dimenticato che su Assetto Corsa le piazzole ai box non sono condivise fra piloti dello stesso team come succede nel mondo reale e su  rFactor2 , e si è accodato spettando che finisse la sua sosta prima di effettuare la propria, quando invece la piazzola riservata a lui era libera. A contendersi la vittoria negli ultimi giri sono quindi rimasti Santoro e Pasquali, le cui gomme Soft appena montate contro le Medie già usurate del rivale gli hanno consentito di azzerare i circa cinque secondi di svantaggio già a cinque giri dal traguardo. Così come Klop in Australia anche Santoro in Cina ha fatto di tutto per difendersi, e ci stava anche riuscendo, solo che a tre giri dalla fine il doppiato Fabbroni si è reso protagonista di un lungo mentre lottava per l'undicesimo posto, ed è rientrato in pista proprio mentre sopraggiungevano Santoro e Pasquali in piena lotta per la vittoria: Santoro è stato costretto ad aggirarlo all'esterno, mentre Pasquali, trovandosi qualche metro più indietro, ha avuto la possibilità di prendere la traiettoria interna sorpassando così sia il doppiato Fabbroni che il rivale per la vittoria, e da quel momento non ha più mollato la prima posizione, nonostante la grandissima determinazione di Santoro che pur con gomme meno prestazionali gli è rimasto incollato fino alla bandiera a scacchi, arrivando per ben due volte a sfiorare il controsorpasso alla staccata del tornante.

GARA 3 : SPAGNA

Qualifiche : Klop 2° - Santoro 4° 

Gara :  Klop 1° Santoro 2°

Campionato : Santoro 140pts - Klop 137pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

In Spagna Klop e Santoro si sono superati esibendosi in un duello straordinario, culminato con due sorpassi strepitosi in cui i due sono rimasti affiancati per quasi mezzo giro: alla fine l'ha spuntata Klop

Il Gp di Spagna ci ha regalato uno spettacolo incredibile, con i due contendenti al titolo che si sono resi protagonisti di quello che è probabilmente il più bel duello di tutta la stagione agonistica, con Rens Klop che alla fine è riuscito a prevalere portando a tre punti il suo ritardo in classifica dal leader Danilo Santoro. Per la terza volta in qualifica è stato Fabbroni a fare sua la pole position, ma ancora una volta le sue speranze di vittoria sono durate solo una manciata di curve: nel tentativo di resistere all'attacco di Klop in curva 4 nel corso del primo giro, il pilota del Fast & Aged ha chiuso la curva mentre l'olandese gli si era già affiancato all'interno, finendo per rimetterci lui stesso dato che è stato costretto ad allargare e a perdere il treno dei migliori. Nelle fasi iniziali di gara Rens Klop ha tenuto il comando, ma al quindicesimo giro Danilo Santoro lo ha attaccato e superato al termine di un duello davvero eccezionale: dopo che Santoro ha affiancato Klop alla staccata in fondo al rettilineo principale i due hanno proseguito perfettamente affiancati per tutto il primo settore, con Santoro che è riuscito a completare il sorpasso solo all'uscita della curva 4. Alla fine del giro il pilota dello Stealth Racing Orange è però entrato ai box per la sua prima sosta. Con una strategia diversa però Rens Klop è riuscito a tornare in lotta per la vittoria: mentre Santoro ha optato per due stint su gomme Medie seguito da un'ultima parte di gara con le Hard, Klop ha montato la mescola più dura già alla prima sosta, in modo da trovarsi nell'ultimo stint di gara con gomme più performanti di quelle del rivale. Il vero capolavoro dell'olandese è stato quello di riuscire a minimizzare il tempo perso nei confronti di Santoro nel secondo stint in cui il pilota dello Stealth Racing Orange poteva disporre della mescola più performante, e quando al trentasettesimo giro Klop è rientrato in pista con gomme Medie appena montate subito dietro a Santoro che disponeva di gomme Hard già vecchie di qualche giro, è apparso subito chiaro che il sorpasso sarebbe stato solo questione di tempo. Quello che però non era prevedibile era il modo in cui sarebbe avvenuto il sorpasso; se quello di Santoro nel corso del quindicesimo giro è stato pazzesco, quello che gli ha restituito Klop al quarantaduesimo passaggio è stato qualcosa di mai visto, un sorpasso da cineteca: non solo i due sono rimasti affiancati nuovamente per oltre quattro curve, ma nel frattempo hanno anche dovuto schivare ben due doppiati che gli si erano girati davanti mentre erano in piena lotta. Nei giri rimanenti Klop ha sfruttato le gomme più performanti per guadagnare ben dodici secondi sul rivale, in modo da mettersi al riparo da eventuali penalità nel caso (poi non verificatosi) in cui fosse stato giudicato colpevole per il contatto con Fabbroni nel corso del primo giro.

GARA 4 : ITALIA

Qualifiche : Klop 4° - Santoro 7°

Gara : Santoro 3° - Klop 4°

Campionato : Santoro 182pts - Klop 177pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

A Monza sia Klop che Santoro sono stati coinvolti in incidenti che gli hanno impedito di lottare per la vittoria, ma non di regalare al pubblico un altro duello emozionante, sia pure per il gradino più basso del podio, che alla fine si è aggiudicato Santoro

Quella di Monza è stata una gara thrilling per entrambi i contendenti al titolo, entrambi coinvolti in incidenti, seppur in momenti diversi. Le qualifiche e i primi giri di gara sono stati da incubo per Santoro, che dopo un incolore settimo posto in qualifica è pure stato coinvolto senza colpe in un tamponamento a catena alla prima chicane, che fortunatamente gli ha fatto perdere solo tre posizioni in quanto numerosi altri piloti sono stati coinvolti nel tamponamento e non hanno potuto approfittarne per sopravanzarlo. Mentre Santoro risaliva dalla decima posizione Rens Klop si trovava al terzo posto, senza riuscire a rappresentare una minaccia per i due piloti del Fast & Aged, apparsi imprendibili sin dalle qualifiche. I piloti delFast & Aged hanno però compromesso anche questa gara che nel primo stint sembrava vederli avviati ad una facile doppietta: in occasione del pit stop Giorgio Cornacchia ha rimediato un drive through per eccesso di velocità in pitlane, mentre Fabbroni è stato superato da Pasquali e Santoro dopo un'uscita di pista alla seconda di Lesmo. Intanto Rens Klop pochi giri dopo la sua unica sosta è stato coinvolto in un brutto incidente con Delzoppo, che sebbene non gli ha fatto perdere troppo tempo gli ha comunque causato danni che hanno rallentato parecchio la sua monoposto nei rettilinei. Pasquali e Santoro sembravano avviati a giocarsi la vittoria, ma contro ogni pronostico si sono rivelati essere su una strategia a due soste, e quando sono entrati ai box per la seconda sosta non solo hanno riconsegnato defintivamente la leadership a Maurizio Fabbroni, ma sono rientrati anche dietro a Klop e Delzoppo, i quali però avevano danneggiato le loro auto nell'incidente di qualche giro prima e avevano gomme molto più usurate. Negli ultimi giri i due sono stati raggiunti, e mentre Delzoppo è stato superato da Pasquali e Santoro senza offrire troppa resistenza, Rens Klop le ha invece provate tutte per mantenere il secondo posto, ma dopo un lunghissimo duello durato fino ad un paio di giri dal traguardo si è dovuto arrendere e accontentare della quarta posizione finale. La sua strenua resistenza ha però consentito al suo compagno di squadra Pasquali di precedere Santoro sul traguardo, togliendo quindi tre importantissimi punti al suo diretto rivale.

GARA 5 : MALESIA

Qualifiche : Klop 2° - Santoro 3°

Gara :  Klop 2° - Santoro 3°

Campionato : Klop 227pts - Santoro 227pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

Santoro tallona da vicino Klop nei primi giri del GP di Malesia. Il suo duello tuttavia sarà con la Musto Racing di Pasquali, per il secondo posto finale alle spalle dell'olandese

Quella della Malesia è stata la gara perfetta per Rens Klop, mai realmente impensierito da Santoro e Pasquali. Nei primi giri è salito in cattedra Daniele Pasquali, seguito a ruota dall'olandese e poi da Santoro che ha cercato il tutto per tutto prendendo il via con gomme Soft nella speranza di riuscire a sopravanzare le due Musto Racing nelle battute iniziali, col risultato però di trovarsi costretto a rientrare ai box già al sesto giro dato che le sue gomme si sono ben presto surriscaldate. Cinque giri dopo Rens Klop si è portato in testa alla gara superando il compagno di squadra Daniele Pasquali alla prima curva, mentre Danilo Santoro non solo perdeva tempo dietro ai piloti che ancora non si erano ancora fermati, ma a causa della prima sosta molto anticipata sarebbe poi stato costretto ad allungare i due successivi stint molto di più rispetto ai rivali, mettendolo nella condizione di dover pensare più a gestire le gomme che a cercare la rimonta su KlopDaniele Pasquali invece, anche lui ancora in lotta per il titolo ma di fatto obbligato a vincere per avere ancora qualche concreta speranza, ha cercato una strategia basata su una sola sosta, ma i suoi piani sono andati in fumo quando dopo il suo pit stop si è trovato dietro a Fabio Cutolo che non si era ancora fermato; era importante superarlo immediatamente, invece Pasquali ha perso tantissimo tempo dietro di lui, ed è anche andato nella sabbia alla Sunway Lagoon, perdendo ogni possibilità di contendere la vittoria a Rens Klop, che dopo la sua seconda e ultima sosta è rientrato in pista ancora in prima posizione con ampio margine, e per di più con il vantaggio di avere le gomme più nuove di chiunque altro. Il tempo perso da Pasquali dietro a Cutolo ha però concesso a Danilo Santoro di raggiungerlo nelle fasi finali di gara, con il vantaggio di poter disporre di gomme più nuove dato che a differenza del pilota della Musto Racing Santoro ha effettuato una sosta in più. Il loro duello è stato appassionante, Pasquali ci ha veramente messo il cuore per cercare di tenere la seconda posizione, ma un piccolo lungo a tre giri dalla fine causato dalle sue gomme arrivate ormai al limite ha consegnato la seconda posizione a Santoro, che ha così impedito a Klop di trovarsi da solo in testa alla classifica al termine della gara. 

GARA 6 : GIAPPONE

Qualifiche : Santoro 1° - Klop  2°

Gara : Santoro 1° - Klop 2°

Campionato : Santoro 277pts - Klop 272pts

Articolo originale della gara

Diretta streaming

Il GP del Giappone si è deciso al 16° giro, quando Klop si è buttato sull'erba all'uscita di curva 1 per non rischiare di tamponare Santoro che era uscito un pò più lentamente da quella curva. La macchina ingovernabile dell'olandese ha riattraversato la pista proprio nel momento in cui stava transitando l'altra Musto Racing di Pasquali, che è stato costretto ad una brusca inchiodata per evitarlo

In Giappone per la prima volta in questo campionato i due contendenti al titolo sono riusciti a monopolizzare la prima fila, con Santoro in pole davanti a Klop. La partenza è stata regolare, e nei primi giri SantoroKlop e Pasquali hanno letteralmente fatto il vuoto, impostando un passo insostenibile per chiunque altro. Per tutti i primi dieci giri i tre sono rimasti quasi sempre a meno di un secondo l'uno dall'altro, pur senza cercare manovre di sorpasso. Lo show è iniziato dopo la loro prima sosta ai box, avvenuta al decimo giro per Pasquali, nel tentativo di un undercut che non è riuscito, e nel passaggio successivo per Santoro e Klop, che sono ripartiti appaiati nella pitlane, con l'alfiere dello Stealth Racing Orange che è riuscito a tenere a bada l'olandese. Nel frattempo però dietro di loro era arrivato Pasquali che dato che si era fermato un giro prima aveva le gomme già in temperatura, e ha provato subito a sopravanzare il compagno di squadra, senza però riuscirci. All'inizio del sedicesimo giro Rens Klop è stato tratto in inganno dall'uscita da curva 1 di Santoro, effettuata ad una velocità inferiore a quella che probabilmente l'olandese si aspettava, tanto che Klop è stato costretto a buttarsi sull'erba per evitare di tamponare il rivale. La monoposto dell'olandese una volta finita sull'erba è diventata ingovernabile e si è intraversata, e il caso ha voluto che riattraversasse la pista, ancora senza possibilità di controllo da parte del pilota, proprio nell'esatto momento in cui stava sopraggiungendo l'altra Musto Racing di Pasquali, che è stato costretto ad una vera e propria inchiodata per evitare di colpire il compagno di squadra. Santoro ha approfittato del tempo perso in questo modo dalle due Musto Racing per guadagnare un margine che riuscirà poi comodamente a gestire fino alla bandiera a scacchi, mentre il secondo posto viene riagguantato a pochi giri dalla fine da Rens Klop sfruttando un fuoripista di Pasquali in fase di doppiaggio al quale ha poi fatto seguito un calo del suo passo gara.

GARA 7 : BRASILE

Qualifiche :  Klop 2° - Santoro 4°

Gara : Klop 1° -  Santoro 2°

Campionato : Klop 322pts - Santoro 322pts

Articolo originale della gara

 

L'inseguimento di Santoro su Klop si interrompe con questo testacoda a una decina di giri dal traguardo. In precedenza il pilota dello Stealth Racing Orange aveva perso secondi importanti nei due giri di troppo passati a sopravanzare il sorprendente Stefano Delzoppo

La penultima gara del campionato ha nuovamente riportato i due contendenti al titolo in perfetta parità. Rens Klop doveva vincere per non dover dipendere da qualcuno in grado di frapporsi fra lui e Santoro ad Abu Dhabi per vincere il titolo, e sin dai primi metri di gara è apparso determinatissimo a conquistare la prima posizione il più presto possibile, sopravanzando il sorprendente poleman Stefano Delzoppo. L'olandese si è portato in prima posizione al terzo giro, mentre Santoro per superare anche lui il pilota del ReBorn Racers ne ha impiegati altri due, col risultato che ha perso da Rens Klop quei pochi secondi che poi non è più riuscito a recuperare. Le loro strategie sono state identiche, si sono fermati entrambe le volte nello stesso giro, perciò l'unico modo in cui Santoro avrebbe potuto raggiungere il rivale era quello di tirare al massimo e azzerare lo svantaggio centesimo dopo centesimo, ma quando l'avversario contro cui si combatte è in grado di girare sugli stessi tempi recuperare anche solo una manciata di secondi diventa una vera e propria impresa, che in questo caso non ha premiato il pilota dello Stealth Racing Orange, che a una decina di giri dal traguardo è incappato nel suo primo vero errore di guida di tutto il campionato, andando largo alla curva Mergulho e poi perdendo la macchina transitando troppo velocemente sull'erba nel tentativo di perdere meno tempo possibile; un rischio tuttavia calcolato, dato che il suo vantaggio sul terzo classificato superava abbondantemente i trenta secondi, perciò questo testacoda non ha minimamente influito sul suo piazzamento finale.

E così si arriva all'ultima gara nella miglior situazione che tutti i tifosi e gli appassionati potessero aspettarsi; non assisteremo ad una gara accorta e prudente come accaduto in ACF4 dove Di Gilio si è aggiudicato il titolo correndo l'ultima gara con il freno a mano tirato perchè gli bastava semplicemente non commettere errori, e non correremo neanche il rischio di perderci nei calcoli come successo in ACF2 dove c'erano ben quattro piloti in lotta per il titolo e bisognava seguire la gara calcolatrice alla mano per calcolare dopo ogni cambiamento di classifica chi fosse in quel momento virtualmente campione; ad Abu Dhabi sarà una lotta nuda e cruda, chi fra Santoro e Klop transiterà per primo sotto la bandiera a scacchi si aggiudicherà la prima storica edizione del Campionato Italiano ACF1, un finale che alla luce dei numerosi duelli che ci sono stati fra i due lungo tutto il campionato si preannuncia epico. Questa gara potrebbe entrare nella storia del simracing italiano, non perdetevi assolutamente la diretta streaming, in onda dalle 21:20 di lunedì 26 giugno!

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation