27 - 06 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Ad Interlagos è andata in scena una gara atipica, per certi versi quasi surreale; mai come in questa stagione agonistica ci eravamo abituati a vedere sempre gli schieramenti di partenza riempiti al massimo anche su Assetto Corsa, a volte addirittura con quasi 30 piloti al via, perciò ha fatto specie vedere in Brasile soltanto quattordici piloti schierati sulla griglia di partenza di quella che è comunque una gara importantissima per il campionato, in quanto il duello per la vittoria assoluta fra Rens Klop e Danilo Santoro non potrebbe essere più aperto. E a questo proposito è stata una vera e propria sorpresa vedere in pole position un outsider come Stefano Delzoppo, che seppur autore di un ottimo campionato non era mai stato in grado di giocarsela con i big sul piano della velocità pura, invece eccolo qui, a beffare l'olandese della Musto Racing di oltre un decimo di secondo, andando a mettersi nella scomoda ma sicuramente per lui gradevolissima situazione di poter per certi versi essere l'arbitro del campionato, in quanto la sua condotta di gara avrebbe potuto indirettamente favorire uno dei due contendenti al titolo. A dispetto dell'esiguo numero di dodici piloti in pista, le qualifiche sono state le più serrate ed emozionanti dell'intero campionato, con ben otto piloti racchiusi in mezzo secondo, il che sicuramente ha posto le basi per una gara comunque interessante. Mai come in questo caso vale il detto "pochi ma buoni", perchè i pochi piloti al via della gara hanno sicuramente ricevuto un "boost" dall'assenza dei loro rivali, potendo intravedere la possibilità di mettere a segno punti pesanti che in una gara normale avrebbero avuto più difficoltà ad ottenere.

Delzoppo ha tenuto la prima posizione al via, mentre Santoro si è portato in terza posizione scavalcando Spitaleri

Al via Delzoppo ha abilmente mantenuto la prima posizione, mentre Santoro scavalcando il compagno di squadra Spitaleri si è subito portato nella scia del suo diretto rivale per il campionato Rens Klop. Inizio di gara sfortunato invece per la Musto Racing di Daniele Pasquali, tamponato e mandato in testacoda da Giorgio Cornacchia, che lo ha quindi costretto a recuperare dal quattordicesimo e ultimo posto. Ben presto è apparso chiaro che il passo di Delzoppo, seppur molto più veloce di quello di tutti i piloti dalla quinta posizione in poi, non sarebbe stato sufficiente per mantenere a lungo la prima posizione, e già dal primo giro Rens Klop ha cominciato a farsi vedere sempre più insistentemente negli specchietti del leader della corsa, arrivando poi più volte a cercare l'attacco alla staccata della Reta Oposta. 

Inizio di gara difficile per Daniele Pasquali, che già a metà del primo giro si è trovato costretto a rimontare dal 14° posto dopo una piccola tamponata subita da Cornacchia che lo ha mandato in testacoda

Il pilota del ReBorn Racers si è difeso stoicamente finchè ha potuto, ma al terzo giro si è dovuto arrendere all'olandese che lo ha superato all'esterno lungo la Subida do Lago. Questo sorpasso si rivelerà poi decisivo ai fini della lotta per la vittoria di questa gara, in quanto Santoro ci ha messo altri due giri per riuscire a compiere anche lui il sorpasso su Delzoppo, e in questi due giri Rens Klop ha guadagnato un margine di circa quattro secondi che poi è riuscito a gestire senza particolari difficoltà per tutto il resto della corsa.

 

Il sorpasso decisivo della gara si è verificato nel corso del 5° giro, quando Klop si è portato in prima posizione scavalcando Delzoppo all'esterno della curva della Reta Oposta 

Anche Alberto Spitaleri sembrava inizialmente avere il potenziale per scavalcare Delzoppo, ma dopo un paio di tentativi di attacco respinti abilmente dal pilota del Reborn Racers il suo ritmo ha cominciato a calare, e non è più riuscito a rappresentare una minaccia. Un fuoripista con strisciata sul muro di gomme alla curva Bico do Pato nel corso del quindicesimo giro ha definitivamente allontanato Spitaleri dalla lotta per il podio, e alla fine di quello stesso giro il pilota dello Stealth Racing Orange ha pure rimediato uno Stop&Go di ben venti secondi per essere transitato a quasi duecento chilometri orari nel punto in cui entrava in vigore il limite di velocità in pitlane. Come se non fosse già abbastanza, ci si è messo anche un problema di connessione a porre fine alla sua corsa nel corso del ventiseiesimo passaggio, quando era comunque ormai in nona posizione, senza particolari speranze di rimonta dato che il suo distacco dai piloti davanti a lui era parecchio alto.

Bellissima la lotta per il 3° posto fra Delzoppo e Pasquali, durata per parecchi giri; alla fine a sorpresa ha prevalso il pilota del ReBorn Racers

Gara da dimenticare anche per Domenico Mallardo, che nei primi giri sembrava tornato quello di inizio campionato, salvo poi commettere due errori gravi mentre lottava prima con Tiziano Aquilini poi con Andrea Tafel. L'ultimo errore, un sovrasterzo in piena percorrenza dell'Arquibancadas causato da un avvallamento, lo ha fatto prima sbattere violentemente a muro e poi entrare nella pitlane quando la sua macchina stava ancora procedendo ad altissima velocità, causandogli quindi non solo danni ingenti all'ala anteriore ma anche uno Stop&Go per eccesso di velocità, che lo hanno convinto a preferire il ritiro dalla corsa. La gara non ha avuto più molto da dire per quanto riguarda la lotta per la vittoria, con Klop e Santoro che hanno effettuato entrambe le soste negli stessi giri, senza quindi che le strategie potessero avere particolare influenza sull'esito della corsa; unico brivido, un testacoda di Santoro a una decina di giri dal traguardo, che comunque non ha messo in discussione il suo secondo posto. Molto interessante è stata la lotta per il terzo posto fra Delzoppo e Pasquali, col pilota della Musto Racing che dopo parecchi tentativi è riuscito a prendersi la terza posizione nel corso del trentaquattresimo giro sfruttando un'indecisione del rivale alla S do Senna . Dopo il sorpasso sembrava tutto già deciso, invece dopo la seconda e ultima sosta il ritmo di Stefano Delzoppo è migliorato tantissimo, al punto da arrivare a raggiungere ed attaccare Daniele Pasquali, che a sorpasso già subito è arrivato a dare una leggera toccata al rivale in fondo al rettilineo principale mandandolo in testacoda, ma con grande correttezza gli ha poi restituito immediatamente la posizione, senza poi riuscire in seguito ad attaccarlo nuovamente e dovendo quindi accontentarsi del quarto posto finale. Quinto posto per Giorgio Cornacchia, ultimo fra i piloti a pieni giri, mentre Andrea Tafel ottiene il suo miglior risultato in carriera, piazzandosi in sesta posizione davanti a Dylan Harris, che sale in quinta posizione in campionato sfruttando il ritiro di Spitaleri. Dodici i piloti al traguardo.

Una sola gara alla fine, Klop e Santoro a pari punti: ad Abu Dhabi sarà una vera e propria volata per il titolo !

L'ultima gara del campionato si disputerà ad Abu Dhabi lunedì 26 giugno, e sarà trasmessa in diretta streaming a partire dalle ore 21:20. Non perdetevi l'articolo speciale, in arrivo nel weekend, che andrà a ripercorrere gara dopo gara il campionato dei due contendenti al titolo, fornendo così a chi si fosse perso le gare precedenti tutte le informazioni di cui hanno bisogno per seguire una sfida che si preannuncia epica ! 

Risultato Gara

Classifica Sim-Driver

Classifica Team

Gallery

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation