25 - 04 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Il Gran Premio della Malesia di questo Campionato Italiano ACF1 2016/2017 va in archivio con un risultato che da un lato "resetta" la sfida fra Santoro e Klop, che a tre gare dal termine sono ora a pari punti, e dall'altro pone fine ad ogni speranza per Fabbroni, che con la vittoria di Monza aveva riaperto i giochi ma che è stato appiedato dal suo computer pochi giorni prima della corsa, dovendo quindi alzare bandiera bianca senza poter nemmeno correre. E' stata un'altra gara bella da vedere e incerta fino a pochi giri dalla fine, perchè non era chiaro se alla fine avrebbe pagato la strategia su una sola sosta di Pasquali, che era chiamato a vincere per cercare di ricucire quei 15-20 punti di distacco che si porta dietro ormai da inizio campionato, oppure se l'avrebbero spuntata le strategie a due soste di Klop e Santoro, a loro volta sfasate fra di loro in quanto il pilota dello Stealth Racing Orange aveva scelto di partire con le Soft nella speranza di avere un inizio di gara monstre e riuscire a prendersi la leadership nelle prime tornate, mentre l'olandese della Musto Racing ha optato per qualcosa di più tradizionale, con un primo stint su Medie seguito da due con le Hard.

Le due Musto Racing si involano sin dallo spegnimento dei semafori, ma Danilo Santoro non si darà per vinto e riuscirà a spezzare la doppietta della scuderia di David Greco proprio negli ultimi giri

Con Maurizio Fabbroni impossibilitato a partecipare alla corsa a causa di problemi hardware, la sessione di qualifica avrebbe visto "finalmente" un volto nuovo partire dalla pole position, e il primo pilota diverso dall'alfiere del Fast & Aged a conquistare il diritto di partire davanti a tutti è stato Daniele Pasquali, che si è messo subito nella miglior posizione possibile per poter ambire a guadagnare punti sui suoi rivali in campionato, che però non sono stati da meno, e si sono qualificati subito dietro di lui, con Rens Klop secondo e Danilo Santoro terzo. La partenza è stata regolare, con le due Musto Racing che si sono involate al comando, seguiti da un arrembante Danilo Santoro che ha cercato di portarsi in testa nei primissimi giri scegliendo di partire con gomme Soft, ma le gomme di mescola più morbida non gli hanno garantito un vantaggio prestazionale elevato come si sarebbe probabilmente aspettato, e dopo un paio di giri passati a tallonare da vicino Rens Klop ha avuto un improvviso crollo prestazionale, ed è stato costretto ad effettuare una sosta addirittura già alla fine del sesto giro, rientrando in pista nelle retrovie in mezzo al traffico. Inizio di gara non dei migliori anche per il suo compagno di squadra Spitaleri, che è partito dalla quarta casella sulla griglia di partenza con gomme di mescola Hard e, ovviamente, un maggior carico di benzina, col risultato che i suoi primi giri sono stati molto sofferti, con sorpassi subiti da DelzoppoSchiavoni, Harris e Turri, fino a quando un testacoda lo ha fatto sprofondare ancor più giù in classifica.

Il sorpasso che a conti fatti ha deciso la corsa è avvenuto all'undicesimo giro, quando Rens Klop ha sopravanzato il compagno di squadra Pasquali in curva 1

Con Fabbroni assente, Cornacchia e Mallardo in difficoltà fin dalle qualifiche e poi ritirati dopo essere stati coinvolti in incidenti nel corso delle battute iniziali di gara, e Santoro e Spitaleri nelle retrovie rispettivamente per una sosta molto anticipata e per un testacoda, nella prima parte di gara sono saliti alla ribalta gli outsider, con Delzoppo che si è trovato in terza posizione, salvo poi perderla a causa di un testacoda e di un successivo incidente con il doppiato Monaco, che lo hanno fatto sprofondare addirittura dietro a Santoro che si era già fermato. Il terzo posto così è passato a Dylan Harris, che dopo aver ottenuto il suo miglior risultato in carriera in qualifica (settimo) è stato autore di una prima parte di gara insolitamente aggressiva, culminata con un sorpasso veramente estremo e tiratissimo su Spitaleri alla prima curva del secondo giro, ma eccellente è stato anche l'inizio di gara di un Alessandro Schiavoni combattivo come non mai e di un Maurizio Turri forse galvanizzato dal buon inizio di campionato che sta avendo nell' XGT.

I tanti giri passati da Pasquali alle spalle di Fabio Cutolo che non si era ancora fermato hanno impedito alla sua strategia su una sola sosta di funzionare

A poco a poco che si sono fermati i piloti su una strategia a due soste sono emersi altri possibili candidati ad un risultato di rilievo, ovvero i piloti con una strategia ad una sola sosta, fra i quali CutoloTafel, e ovviamente Daniele Pasquali, che aveva subito il sorpasso dal compagno Rens Klop nel corso dell'undicesimo giro ma si era ripreso la leadership al quindicesimo passaggio quando l'olandese era andato ai box per la sua prima fermata. La sosta di Pasquali, che a differenza degli altri piloti su una strategia ad un pit stop era partito con gomme Medie, è avvenuta alla fine del ventesimo giro, ed è rientrato in pista in quarta posizione, dietro anche a Cutolo ; ed è proprio con Cutolo che l'alfiere della Musto Racing ha parso ogni possibilità di vittoria, in quanto è stato troppo tempo dietro di lui senza riuscire a superarlo, andando pure fuoripista alla Sunway Lagoon ed esponendosi persino all'attacco di Harris, che però si è girato in uscita da curva due proprio nel momento in cui stava preparando il sorpasso.

Bellissima la lotta per il secondo posto negli ultimi giri fa Pasquali e Santoro, col pilota della Musto Racing autore di una difesa strenua e spettacolare prima di doversi arrendere

Al 33° giro Rens Klop è andato ai box per la sua ultima sosta ed è rientrato in pista ancora ampiamente in prima posizione, per di più con il vantaggio di avere gomme appena montate, per cui la lotta per la vittoria si è di fatto chiusa in quel momento. Era ancora incerta però quella per la seconda posizione, perchè con tutto il tempo perso dietro a Cutolo Pasquali non solo non si è ritrovato davanti al compagno di squadra come auspicava, ma non aveva neanche un vantaggio di sicurezza su Santoro, che con gomme più nuove aveva il potenziale per riprenderlo e superarlo senza problemi. Il pilota dello Stealth Racing Orange lo ha raggiunto ad otto giri dal termine, quindi con tutto il tempo per cercare un sorpasso in tutta tranquillità; a dire il vero Pasquali si è difeso strenuamente, e più passava il tempo più sembrava che iniziasse ad avere qualche possibilità di tenerlo dietro fino alla bandiera a scacchi, ma un piccolo lungo a meno di tre giri dal termine ha consegnato la piazza d'onore a Danilo Santoro, un risultato che gli consente di tenere ancora la leadership del campionato, seppur in coabitazione con Rens Klop.

Fra gli outsider il migliore è stato Alessandro Schiavoni, che con questo sorpasso su Dylan Harris si è andato a prendere un ottimo quinto posto. Il giovane pilota statunitense è invece incappato in qualche errore di troppo, finendo in sesta posizione

Alle loro spalle, in quarta posizione si è piazzato Alberto Spitaleri, al suo secondo miglior risultato stagionale, mentre Alessandro Schiavoni ha ottenuto uno strepitoso quinto posto, mettendo in mostra una grande combattività, in particolare in un duello con Maurizio Turri durato quasi un giro intero che è sicuramente stato uno dei più belli dell'intera stagione agonistica. Sesto posto per un Dylan Harris insolitamente pasticcione, che aveva l'opportunità di ambire al quarto posto ma che ha compromesso tutto con ben due testacoda; risultato in ogni caso molto positivo per il campionato, che lo vede incredibilmente al quinto posto in classifica generale, davanti a Delzoppo, settimo sul traguardo e anche lui con qualche errore di troppo ci cui rammaricarsi. Fra i piloti che non hanno concluso la gara due nomi illustri, ovvero Giorgio Cornacchia e Domenico Mallardo, entrambi coinvolti senza colpe in incidenti al primo giro, sprofondati da subito nelle retrovie e infine ritirati a seguito di altri contatti. Peccato anche per Fabio Cutolo, autore di una grande gara che alla luce anche degli errori di altri piloti poteva vederlo nelle prime cinque posizioni, ma che si è inspiegabilmente ritirato dopo un innocuo testacoda subito dopo il suo pit stop mentre era ancora quinto.

 

La prossima gara avrà luogo lunedì 29 maggio, ad una sola settimana di distanza dall'appuntamento malese, e vedrà i simdriver impegnati sul famosissimo circuito di Suzuka, in Giappone, una delle piste più tecniche e più apprezzate nell'intero panorama mondiale, perfetta per dare inizio al rush finale  che, ricordiamo, vede ancora ben tre piloti ancora in piena lotta per il titolo. L'appuntamento è per le ore 21,20 quando avrà inizio la diretta streaming, trasmessa come di consueto sul nostro canale youtube.

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation