23 - 05 - 2017
Sponsors



tuttoautoricambi.it

primi sui motori con e-max

Le aspettative di un Campionato Italiano rF2 scoppiettante ed equilibrato sono state pienamente rispettate nei primi due round di questa nona edizione. Ad eccezione di due uniche certezze, chiamate Manuel Biancolilla ed Alessandro Quintaiè, rispettivamente primo e secondo sia in Brasile che in Turchia, la competizione vive di alti e bassi grazie ad un numero incredibile di outsiders e di sim-driver competitivi in grado di lottare, di volta in volta, per la vittoria. L'inizio estremamente sottotono dei favoriti della Musto Racing ha spostato i riflettori su altre compagini, come quella dei ReBorn Racers "D2D Simulation", attualmente i leader della classifica generale, della Sabema Racing e della BlueBolt Tigers, con i giovani Germano ZappalàDaniel Savini sugli scudi, pronti a dire ancora la loro in occasione del ROUND 03: Hungary in programma per questa sera, mercoledì 17 maggio.

A Budapest sarà una grande occasione proprio per la squadra di Alessio Spinelli che, sfruttando alcune pesanti penalità che andranno a condizionare proprio ReBorn Racers "D2D Simulation"Pulse Motorsport e Musto Racing, potrebbe candidarsi ancor più seriamente alla conquista del titolo. Vero è che il calendario del Campionato Italiano rF2 è molto lungo e articolato, pertanto risulta avventato iniziare a fare calcoli o previsioni in vista del finale fissato per inizio luglio... La stessa SHS by Pescara SRT è in un ottimo momento di forma, ma le prestazioni eccellenti di Davide Chiappini non sono fino a questo momento state accompagnate da quelle di un adeguato compagno di squadra, e il team è quindi leggermente più staccato.

Anche all'Hungaroring sarà un Gran Premio soleggiato, con temperature miti a rendere l'asfalto perfetto per la gara. L'autodromo ha ospitato cinque edizioni del Campionato Italiano rF2, durante le quali si sono alternati alla vittoria grandi nomi del simracing italiano, a partire da Vito Conigliaro nel 2010/2011, proseguendo con Alberto Fontana nel 2011/2012, Fabio Muraro nel 2012/2013 e arrivando ad Alessandro Faluschi nel 2013/2014 e Claudio Bivacqua nel 2014/2015. Nonostante il circuito sia più assimilabile ad un kartodromo, con pochissime chance di sorpasso, è interessante annotare come solamente in due occasioni su cinque abbia trionfato l'autore della pole-position. Si tratta infatti di una gara snervante, tatticamente molto difficile, che fonda le sue radici sulla prestazione in qualifica.

Un giro di pista con Giuseppe Laino

A Budapest i sim-driver si misureranno per la prima volta con un pacchetto aerodinamico di livello alto rispetto a quello medio di Interlagos e Istanbul. Questo dovrebbe indirettamente favorire l'efficienza del DRS e quindi, speriamo, le lotte sul rettilineo del traguardo, unico punto in cui andare all'assalto. Sarà una serata molto difficile per il plotone di 32 vetture, una serata che seguiremo in diretta a partire dalle 21:00 di questa sera, mercoledì 17 maggio, sul canale YouTube della SRZTV.

Related news: 

[ACF1] ROUND 04: Italy