20 - 10 - 2017
Sponsors
rackservice.org
primi sui motori con e-max

La prima edizione del Campionato Italiano ACF1 si sta dimostrando veramente emozionante, con i piloti che si giocano le vittorie in pista con sorpassi, duelli, strategie e soprattutto una grande correttezza di cui il simracing ha certamente un gran bisogno in questo periodo. Dopo tre gare siamo ormai prossimi al giro di boa, e si sono già delineati alcuni valori in campo, in quanto abbiamo tre team che sono una spanna sopra a chiunque altro: dal punto di vista della velocità pura solamente il pilota privato Domenico Mallardo riesce a tenere testa agli alfieri dello Stealth Racing Orange, della Musto Racing e del Fast & Aged, mentre alle loro spalle soltanto Stefano Delzoppo e Dylan Harris riescono a tenersi vicini in classifica generale per merito non della loro velocità in pista ma per il fatto che in queste prime gare si sono sempre tenuti lontani da qualsiasi inconveniente e hanno sempre ottenuto il massimo risultato che potevano realisticamente ottenere.

Prima vittoria stagionale per Rens Klop, che si porta a soli tre punti dal leader Danilo Santoro

In qualifica a svettare è stato ancora una volta Maurizio Fabbroni, ma incredibilmente per la terza volta in tre gare i suoi sogni di gloria non sono durati più di qualche istante; alla curva Repsol viene attaccato all'interno da Rens Klop, e nel cercare di chiuderlo quando l'olandese era già dentro riceve una ruotata che lo fa andare largo e lo relega al 4° posto, poi divenuto 5° quando Pasquali lo ha superato al secondo giro, ma la cosa che veramente ha rovinato la sua gara è stata la scelta di effettuare un pit stop anticipatissimo, addirittura dopo solamente sei giri, col risultato di rientrare in pista invischiato nel traffico mentre i suoi rivali nel frattempo avevano ancora un ottimo passo. 

Al 15° giro Santoro si porta in testa con un sorpasso strepitoso, durato oltre 4 curve!

Per i primi 15 giri l'olandese della Musto Racing tiene il comando della gara, ma proprio all'inizio del 15° passaggio Danilo Santoro lo supera al termine di un duello strepitoso durato oltre quattro curve, per poi andare ai box alla fine del giro insieme al suo compagno di squadra Alberto Spitaleri, che in quel momento occupava il 4° posto alle spalle di Daniele Pasquali che lo aveva appena sopravanzato. I piloti dello Stealth Racing Orange optano per una strategia identica fra loro, che si compone di due stint con gomme medie e un ultimo con le gomme hardmentre Klop le hard le monta già alla sua prima sosta, in modo da trovarsi ad avere le più prestazionali gomme medie nei giri finali.

Al 42° giro Rens Klop si riprende la prima posizione su Santoro al termine di un altro duello fantastico

Spitaleri e Pasquali avrebbero potuto lottare coi loro compagni di squadra per la vittoria, ma hanno commesso degli errori gravi sul più bello: il pilota dello Stealth Racing Orange ha perso la macchina all'uscita della curva 2 al 25° giro mentre era 3° ed ha sbattuto violentemente contro il muro di gomme, mentre Pasquali dopo aver effettuato i primi due stint su gomme hard ha erroneamente montato ancora la stessa mescola anche in quella che doveva essere la sua ultima sosta, e questo gli ha causato la necessità di effettuare un pit stop supplementare per montare gomme medie in quanto il regolamento impone di usare almeno due mescole diverse nell'arco della corsa. Proprio durante questa sosta non prevista, Pasquali ha commesso un altro errore ben più grave, sbagliando completamente la traiettoria d'ingresso in pitlane e prendendo in pieno il muro che separa la corsa dei box dalla pista. Ad ogni modo, l'unico ad averne approfittato è stato Fabbroni, che dopo la sua sosta al 6° giro è riuscito a rimontare fino al 4° posto, mentre Pasquali è sceso in sesta posizione ma nel post-gara è stato promosso a 5° grazie ad una penalizzazione inflitta all'ottimo Domenico Mallardo per qualche contatto di troppo nelle fasi iniziali.

Fra gli outsider si segnala l'ennesima gara solida e priva di errori di Delzoppo e le grandi rimonte a suon di sorpassi di Harris ed Aquilini

La lotta per la vittoria fra Rens Klop e Danilo Santoro si è decisa al 37° giro, quando l'olandese è tornato in pista dalla sua ultima sosta subito dietro all'alfiere dello Stealth Racing Orange, ma con l'enorme vantaggio di poter disporre di gomme medie appena montate contro le hard già vecchie di sette giri del rivale. Dopo qualche giro di studio, l'olandese ha deciso di rompere gli indugi al 42° passaggio, e si è portato in testa alla gara al termine di un altro duello bellissimo, con un altro sorpasso durato 4 curve ed effettuato schivando nel frattempo due macchine intraversate in pista. La vittoria della gara è così andata all'olandese della Musto Racing, con Santoro che con questa piazza d'onore mantiene ancora 3 punti di margine in campionato. Terzo posto per Alberto Spitaleri, che torna a podio per la prima volta dalla gara di apertura del Campionato Italiano ACF2 205/2016 quando in Austria concluse al secondo posto alle spalle di David Greco, mentre Fabbroni deve accontentarsi di un 4° posto che visto come si era messa la sua gara dopo i primi giri non è affatto un cattivo risultato, e può anzi essere una buona base di partenza per una rimonta nella seconda parte della stagione. La top5 è completata da Daniele Pasquali, mentre Domenico Mallardo con questo 6° posto si dimostra ancora una volta l'unico pilota capace di tenere testa ai migliori sul passo gara, e se riuscisse a trovare qualche decimo in qualifica e ad avere qualche contatto in meno potrebbe davvero fare un pensierino al 3° posto finale in campionato. Settimo posto per l'ottimo Delzoppo, che si segnala per un grande duello con Dylan Harris nella prima fase di gara e per aver resistito in volata al ritorno di Cornacchia, 8° al traguardo dopo essere caduto nuovamente vittima di qualche errore di troppo nelle fasi iniziali, così come in Australia. Top10 completata da due piloti che si sono prodigati in una rimonta bellissima, con Dylan Harris e Tiziano Aquilini che a suon di sorpassi hanno recuperato dal 20° e 21° posto fino al 9° e 10°, col giovane pilota statunitense che è riuscito a precedere sul traguardo il pilota del ReBorn Racers. Bella gara anche per Andrea Tafel, anche lui autore di una gran rimonta dal 16° all'8° posto e protagonista nella fase centrale di gara di un duello all'arma bianca con Harris durato per parecchi giri, fino a quando una tamponata subìta da Cutolo lo ha relegato al 13° posto finale che non rende giustizia alla sua ottima prestazione. 

La prossima gara del Campionato Italiano ACF1 si disputerà a Monza lunedì 8 maggio e sarà trasmessa come di consueto in diretta streaming a partire dalle ore 21:00. Non perdetevela!

Risultato Gara

Classifica Sim-Driver

Classifica Team

Gallery

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada