25 - 04 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

A volte ritornano. Dopo alcune prove abbastanza opache, qui in Belgio Francesco Montereale ci ha ricordato che quando è in giornata non ce n'è davvero per nessuno. Così come nella gara inaugurale a Imola l'alfiere del Fast & Aged ha dominato sin dalle qualifiche, con una pole position perentoria ottenuta con oltre due decimi di margine e trasformata in una cavalcata trionfale mai stata in dubbio nemmeno per un istante.

Montereale sa che la vittoria è l'unico risultato possibile per mantenere vive le speranze di vittoria del campionato, e allo start difende perfettamente la sua pole position mantenendo la traiettoria interna alla prima curva. Chi compie invece un piccolo capolavoro è il suo compagno di squadra Alex Tarantino, che con una staccata poderosa riesce a mettersi dietro in un colpo solo i due piloti dello Stealth Racing Green Pasquali e Santoro, ponendo le basi di quello che sarà un gran secondo posto finale.

Alle spalle dei piloti di testa si verifica un incidente multiplo innescato da un contatto fra Spitaleri e Pasquali, che causa un pò di scompiglio e coinvolge fra gli altri anche Claudio Bivacqua, sostituto in Musto Racing del titolare Jonathan Cecotto, assente in questa gara . La Direzione Gara opta per l'impiego della Safety Car, che resterà in pista solamente per il secondo giro, giusto in tempo per dare modo ai piloti coinvolti nell'incidente della prima curva di riaccodarsi al gruppone o di effettuare tutte le riparazioni del caso ai box.Quando la gara riprende nella sua valenza agonistica la situazione non cambia nelle prime posizioni, con Montereale che mette subito fra sè e gli avversari un margine di sicurezza, mentre Masetti in seconda posizione lo segue a distanza relativamente ravvicinata. Tarantino è in terza posizione, mentre i piloti dello Stealth Racing Green chiudono la top 5, mantenendo comunque il contatto visivo con il leader della gara per tutto il primo stint. Ciò significa che la gara è quantomai aperta, e pochi centesimi di secondo sul passo gara possono potenzialmente fare la differenza fra una vittoria e un quinto posto.

Il vero colpo di scena della gara si verifica ai box; il leader del campionato Masetti sbaglia incredibilmente il suo terzo pit stop (contando anche quello del CIAC) in poche settimane, andando dapprima in testacoda nel tentativo di imboccare la pitlane e poi sbagliando la piazzola in cui fermarsi, perdendo ogni possibilità di vittoria e rientrando in pista addirittura in quinta posizione. E qui però viene fuori una vera e propria genialata strategica; tutti i piloti del Fast & Aged optano per le gomme supersoft nel loro secondo stint di gara, gomme reputate da tutti gli altri troppo morbide per coprire uno stint senza degradarsi eccessivamente, invece questa scelta si rivela assolutamente provvidenziale per Masetti che grazie al surplus di grip garantito da questa mescola riesce a superare senza nessuna difficoltà Pasquali e Santoro, riagguantando un podio che dopo l'errore ai box sembrava ormai irraggingibile.

Senza più Masetti a seguirlo come un'ombra a meno di due secondi di distanza Montereale vince in scioltezza la sua seconda gara stagionale e si ricandida come uno dei pretendenti al titolo più credibili, anche se il suo distacco dalla vetta è di 17 punti, il che significa che non potrà permettersi gare opache come quelle in Ungheria Turchia. Attenzione però anche al suo compagno di squadra Alex Tarantino, che pur non avendo vinto ancora nessuna gara occupa il secondo posto in classifica generale a sole 11 lunghezze da Masetti, che deve assolutamente capire cosa non funziona nel suo approccio con i pitstop perchè fra Ungheria Belgio i pitstop gli sono costati una quantità di punti che a fine campionato potrebbe fare un'enorme differenza. Daniele Pasquali con questo quarto posto rimane aggrappato alla possibilità di vincere il titolo, sulla base anche del fatto che Masetti e Tarantino saranno impegnati nel prestigiosissimo Eurogamer Assetto Corsa Championship, che probabilmente porterà via loro parecchie risorse dato che domare una belva come la Lotus 98T contro alcuni fra i migliori simdrivers a livello europeo non sarà certo un'impresa facile, e per ben figurare in un campionato del genere potrebbero dover ridurre il loro impegno in ACF2. Gianfranco Giglioli rimedia ad una qualifica opaca con una discreta rimonta che lo porta in sesta posizione, ma questo risultato probabilmente sancisce la fine dei sogni di gloria suoi e della Musto Racing, che perde parecchi punti nella classifica Costruttori a causa anche della gara sfortunatissima di Bivacqua rovinata per colpe non sue già dalla prima curva e proseguita con altri incidenti e problemi. Da segnalare la grandissima gara del giovanissimo Andrea Tafel, che dopo essere partito dal 22° posto si è prodigato in una grande rimonta che lo ha portato ad ottenere la sua prima top 10 in carriera, resistendo strenuamente nel finale agli attacchi di Giorgio Cornacchia che montava le ben più prestazionali gomme di mescola supersoft.

Per vedere se l'impegno nell'Eurogamer Assetto Corsa Championship andrà veramente ad influire sulle prestazioni di Tarantino e Masetti e a favorire quindi la rimonta di Montereale e Pasquali non resta che attendere il 6 marzo quando a partire dalle ore 21:20 sarà trasmessa in diretta streaming la quinta e penultima prova del campionato che avrà luogo sul circuito cittadino di Valencia, quello in cui la Formula 1 ha corso dal 2008 al 2012; un circuito molto difficile, dove i muretti non perdoneranno neanche il minimo errore, perfetto per una gara importantissima in cui molti piloti si giocano la possibilità di restare in lotta per il titolo.

Risultato Gara

Classifica Sim-Driveri

Classifica Costruttori

Gallery

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation