27 - 06 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

A poche ore dal Gran Premio del Belgio del Campionato Italiano ACF2 2016/2017 andiamo a ripercorrere l'edizione dello scorso anno: la prima stagione di ACF2 della storia di SimRacingZone.net  non sarà certo ricordata come il campionato più bello e avvincente che si sia mai disputato, però i suoi spunti di interesse li ha comunque offerti, tanto che alla vigilia dell'ultima gara in Belgio l'unica certezza erano i titoli Piloti Costruttori già ampiamente conquistati dal mattatore David Greco e dalla Musto Racing. La lotta per il secondo posto di entrambi i campionati era aperta più che mai: un'assenza a Laguna Seca ha messo a serio rischio il secondo posto di Rens Klop, compagno di team di David Greco, che non poteva permettersi distrazioni in quanto il suo vantaggio su Dylan HarrisAlberto Spitaleri e Fabio Ciambella era ridottissimo. Nel Costruttori, invece, la lotta per il secondo posto finale fra lo Stealth Racing Green, il Drive-In Autosport e l'SS Racing Team era quantomai aperta.

In qualifica non si sono registrate particolari sorprese: prima fila tutta targata Musto Racing con Greco davanti a Klop, mentre gli altri contendenti al secondo posto nel Campionato Piloti partivano un pò più indietro, con Spitaleri quinto, Harris decimo e Ciambella undicesimo. Nel corso del primo giro si è verificato un incidente fra Turri e Serini che ha creato un solco abbastanza importante fra il gruppetto di testa (le due MustoPasquali, e Cesca) e il resto del plotone, mentre al terzo giro sono iniziate le emozioni, con Klop che ha attaccato e superato Greco in fondo al rettilineo del Kemmel, salvo poi andare in sovrasterzo e uscire di pista pochi istanti più avanti, cedendo di nuovo la leadership al suo caposquadra.

Greco riesce a tenere un piccolo ma costante margine su Pasquali, mentre nelle posizioni di rincalzo si registrano molti colpi di scena: Spitaleri ingaggia un bel duello con Salvo Russo per il quinto posto, ma al quarto giro esagera e va a muro, danneggiando la macchina e perdendo ogni possibilità di lottare per il terzo posto nella classifica Piloti: a trarne vantaggio è Harris che si issa in sesta posizione con entrambi i suoi rivali per il terzo posto dietro di lui, mentre Fabio Ciambella, dopo aver perso parecchio tempo per evitare la collisione multipla del primo giro, si ritrova a dover impostare una difficile rimonta dalle retrovie.

Se il discorso per il secondo e terzo posto nel Campionato Piloti appare chiuso già dopo i primi giri, con Klop e Harris comodamente davanti ai loro rivali, la lotta per la piazza d'onore fra i Costruttori si fa sempre più incerta e appassionante. Il Drive-In Autosport, lo Stealth Racing Green e l'SS Racing Team se la giocano sul filo dei punti, e ogni singola posizione guadagnata o persa dai loro piloti potrebbe rivelarsi decisiva. Turri del Drive-In e Ciambella dell'SS Racing stanno rimontando dal fondo, mentre Harris (Drive-In) ha nel mirino Russo (SS Racing), e Pasquali (Stealth) segue come un'ombra Greco. Se riuscisse a superarlo e a conquistare il primo posto guadagnerebbe i punti necessari per far balzare il suo team al secondo posto fra i CostruttoriHarris lo sa bene, e insieme al suo mentore Antonio Di Gilio si inventa una strategia molto particolare, che consiste nel ritardare oltremisura il pit stop in modo da frapporsi fra Greco e Pasquali dopo le loro soste per bloccare quest'ultimo e impedirgli di attaccare il campione della Musto Racing. La strategia riesce alla perfezione, in quanto il giovane pilota del Drive-In Autosport riesce a tenere dietro Pasquali per quasi due giri, facendogli perdere quei pochi secondi che non sarà più in grado di recuperare.

Dopo la sua sosta Harris si ritrova in sesta posizione con sei secondi da recuperare su Russo: la quinta posizione è fondamentale per permettere al Drive-In Autosport di issarsi sul podio della classifica Costruttori, e il fatto di avere ritardato la sua sosta gli dà ora il vantaggio di poter disporre di gomme molto più nuove rispetto a chiunque, per cui sei secondi in sette giri sono comunque un margine recuperabile: potrebbe decidersi tutto negli ultimissimi giri.

Ed è infatti proprio l'ultimo giro a ribaltare completamente la situazione nel campionato Costruttori: dopo una rimonta lenta ma inesorabile, Harris raggiunge Russo proprio all'inizio dell'ultimo giro, e riesce a passare il pilota dell'SS Racing Team in fondo al rettilineo del Kemmel, consentendo al Drive-In Autosport di salire al terzo posto, ma i colpi di scena non sono finiti: Klop commette un errore e sbatte violentemente a muro alla curva Pouhon, regalando il suo quarto posto ad un incredulo Harris che ora dispone dei punti necessari per fornire al suo team addirittura il secondo posto. La vittoria della gara va quindi a Greco, che riesce a precedere sul traguardo Pasquali di una manciata di secondi, mentre il podio viene completato da un ottimo Mirko Cesca, a seguire Harris che a 15 anni e 7 mesi diventa il più giovane pilota di sempre a concludere nella top3 di un campionato di SimRacingZone.net su Assetto Corsa. Gli altri protagonisti non sono altrettanto fortunati, con Klop che dopo il suo errore dell'ultimo giro conclude al quinto posto, Spitaleri che a causa dell'incidente dei primi giri non riesce ad andare oltre la settima posizione e Ciambella che conclude tredicesimo al termine di una gara sfortunata.

Tutto finito quindi? Neanche per idea, la classifica Costruttori viene nuovamente ribaltata dalle penalità post gara: il vincitore della gara Greco viene estromesso dalla classifica del Gran Premio del Belgio per non aver corso con l'anticheat acceso, e la vittoria passa quindi a Pasquali, che, con i 5 punti guadagnati in questo modo, porta lo Stealth Racing al secondo posto fra i Costruttori, rendendo quindi vano il bloccaggio di Harris ai suoi danni. Le tegole per il Drive-In Autosport non sono però finite qui: Turri non solo viene squalificato dalla gara (conclusa al 12° posto) per lo stesso motivo di Greco, ma gli vengono anche decurtati 7 punti dalla classifica di campionato per il contatto con Serini al primo giro, facendo così scendere il team giù dal podio della classifica Costruttori a vantaggio dell'SS Racing Team, che si aggiudica quindi il terzo posto finale.

Classifica Piloti 2016

Classifica Costruttori 2016

Dopo questo interessante flashback sul finale di stagione pieno di colpi di scena che ci ha regalato il Gran Premio del Belgio 2016 è tempo ora di immergerci nell'edizione 2017, che sarà trasmessa come di consueto in diretta streaming lunedì 20 febbraio a partire dalle ore 21:00.

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation