14 - 12 - 2017
Sponsors

nextlevelracing.com

rackservice.org

razerone.com

netgear.it

primi sui motori con e-max

Con il GP di Turchia del Campionato Italiano ACF2 2016/2017 debutta la rubrica "Simdriver Awards", che si propone di dare risalto agli episodi più curiosi e avvincenti avvenuti durante le varie gare, oltre che, come suggerisce il nome, di dare un premio simbolico ai piloti autori di manovre particolarmente interessanti come duelli, errori ed episodi...."fantozziani", un pò sulla falsariga di quelli che il giornalista Leo Turrini assegna nelle trasmissioni in onda al termine dei GP di Formula 1.

Iniziamo con il "Max Verstappen Award", il premio dedicato al miglior duello/sorpasso della gara, che viene assegnato al pilota del D2D Racing Team Samuele Schiavini per un bel duello contro Dylan Harris durato quasi mezzo giro, con in palio il 26° posto: 

Schiavini ha approfittato di un sovrasterzo di Harris in uscita da Curva 8 per affiancarlo e passarlo nella staccata successiva, ma non ha fatto i conti con l'assetto a zero downforce del giovane statunitense che nel rettilineo successivo gli ha recuperato come niente fosse oltre 10 metri di svantaggio, arrivando a tirargli una staccatona all'esterno: Schiavini però non si è fatto intimidire e con grande determinazione ha tenuto la linea interna costringendo poi il rivale ad alzare il piede nella controcurva successiva che lo avrebbe visto in vantaggio di traiettoria, dopodichè sul rettilineo del traguardo ha di nuovo scelto la linea interna per impedire al pilota del Drive-In Autosport di sfruttare il suo grande vantaggio in termini di velocità di punta. Il sorpasso si è completato definitivamente qualche curva più avanti quando Harris in un eccesso di prudenza ha sterzato fin troppo a destra nel timore che Schiavini potesse allargare la traiettoria per impostare la curva successiva, ma così facendo ha messo le ruote sull'erba ed è arrivato lungo, perdendo definitivamente contatto con il pilota del D2D Racing Team.

Proseguiamo ora con il "Taki Inoue Award": chi ha avuto il... piacere di osservare le sue gesta nella stagione 1995 di Formula 1 sicuramente si ricorderà di questo pilota giapponese che è passato alla storia come il Paperino della Formula 1, coinvolto per ben due volte nel giro di poche settimane in incidenti a dir poco fantozziani: a Monaco fu tamponato dalla Safety Car e sbalzato fuori dalla sua monoposto (si stava preparando ad uscire dall'abitacolo e aveva già slacciato le cinture), mentre in Ungheria venne letteralmente travolto dalla macchina dei pompieri che si stava dirigendo verso la sua monoposto rimasta in panne. 

Ebbene, il premio a lui intitolato viene qui assegnato al pilota che si è reso protagonista dell'episodio più assurdo e surreale della corsa, e il volo di Emanuele Zerbinati vince il premio a mani basse: il pilota della BlueBolt Racing era in lotta con Stefano Delzoppo per il 17° posto, tutto sembrava procedere tranquillamente, quando ad un certo punto la sua Lotus Exos ha sfiorato il paletto interno all'ultima curva e inspiegabilmente è saltata in aria come se fosse salita sopra una mina: le conseguenze per lui sono fortunatamente state meno gravi di quello che la dinamica dell'incidente lascia pensare, la sua auto non ha riportato danni ed è stato in grado di proseguire la gara senza problemi, anche se ha perso almeno una decina di secondi ed è rientrato in pista in ventesima posizione.

E' ora il turno del "Charlie Whiting Award", assegnato alla Direzione Gara per un divertente pasticcio con la Safety Car: premesso che in Ungheria la vettura di sicurezza non era stata impiegata nonostante un incidente piuttosto grave al primo giro e che qui in Turchia è bastato un innocuo contatto fra i "cugini" di team Danilo Santoro e Alberto Spitaleri per farla uscire, quello che rende particolare questa entrata in scena della SC è il fatto che si sia gettata in pista in netto ritardo, quando alcuni piloti avevano già ampiamente superato la linea del traguardo, ma c'è di più: dal video si vede chiaramente che il pilota della vettura di sicurezza, nei primi secondi dopo essersi accorto che metà dei piloti erano già passati, ha addirittura cercato un'improbabile "rimonta" strapazzando la sua Mercedes SLS nella speranza quantomeno ottimistica di riuscire a riprendere il leader a bordo della ben più prestazionale Lotus Exos. Un plauso va comunque fatto al grande impegno profuso: è uscito dalla pitlane scodando, poi ha ingaggiato un bel duello ruota a ruota con un incredulo Di Lorenzo, ha rischiato il testacoda in uscita da Curva 4 e ha proseguito fino al rettilineo successivo prima di arrendersi all'evidenza e farsi sfilare dal gruppone aspettando poi con aria spaesata e imbarazzata per un giro intero che il leader completasse un altro giro e gli si accodasse.

E concludiamo con il "Maldonado Award": come molti di voi lettori potrete intuire questo premio è riservato all'errore più inspiegabile e grottesco della gara, e il primo pilota a vedersi suo malgrado assegnare questo premio è Dylan Harris: il giovanissimo pilota del Drive-In Autosport non commette errori di frequente, ma in Turchia è incappato veramente in una giornata no, collezionando più errori e tagli di quanti non ne abbia commessi in tutte le altre gare messe assieme. Oltre al dritto di cui si è reso protagonista nel duello con Schiavini già esaminato in precedenza, si registra un coreografico fuoripista in pieno regime di Safety Car: nel momento di accodarsi al resto del gruppone dopo il pit stop che ha eseguito alla fine del primo giro per montare gomme soft,  Harris ha... sbagliato pedale, premendo la frizione invece del freno e andando nel panico nel vedere che la sua monoposto non stava rallentando ed era in rotta di collisione con Vincenzo Innusa. Per lui un'uscita di pista che si rivelerà comunque ininfluente per la gara, dato che è riuscito ad evitare qualsiasi tipo di impatto e nel giro di qualche secondo si è ricongiunto senza problemi al gruppone dietro la vettura di sicurezza. 

E con questo servizio si conclude definitivamente il reportage del GP di Turchia, l'appuntamento è ora in Belgio lunedì 20 febbraio, come sempre in diretta streaming a partire dalle 21:00.

Classifica Sim-Driver

Classifica Costruttori

Gallery

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada