20 - 03 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

E' ormai passata più di una settimana dal ROUND 07: SimRacingZone British GP del Campionato Italiano rF1. Eros Masciulli ha ottenuto la sua seconda vittoria in carriera nella massima categoria del portale, preceduta dalla sua primissima pole-position. Il sim-driver pescarese si è imposto grazie ad una strategia ad unico pit-stop e ad un ritmo subito infernale con gomme a mescola media, mentre nel finale, con le hard più usurate, è riuscito ad allungare sugli inseguitori, capitanati da David Greco. Daniel Kiss e Michele D'Alessandro, che hanno optato per due soste, sono risaliti prepotentemente nel finale, impensierendo e strappando il podio a Marco Conti, fino a quel momento terzo. Continua quindi l'ottimo periodo dell'ungherese, leader della classifica generale, anche se la Twister2Fast4You subisce uno stop importante sul fronte costruttori, a causa delle disavventure di Muhammed Patel, in quella che per lui era la gara di casa. Andiamo ora a leggere i commenti dei primi tre classificati, ricordando che mancano ormai pochi giorni all'ottavo appuntamento stagionale, quello di Budapest, all'Hungaroring, in diretta su YouTube Giovedì 28 Gennaio.

SRZ: Prima vittoria stagionale e seconda affermazione in assoluto nella massima categoria di SimRacingZone.net. Serata perfetta per te, dalla pole-position alla vittoria, senza mai lasciare il comando della corsa. Raccontaci la preparazione a questa gara e il tuo stato d'animo dopo questa impresa.

E.M.: "Si è la mia seconda vittoria in rF1. Direi semplicemente di aver fatto un "weekend" perfetto, la preparazione è stata anche approssimativa, avevo totalizzato una 50ina di giri e una simulazione di gara, nulla più. Sono stati bravissimi Francesco e Michael a preparare la macchina, devo ringraziare infinitamente loro e poi ho guidato perfettamente, non è stato facile con David e Marco nel mio campo visivo per tutta la gara. C'è da dire, poi, che solo qui e in Australia fino ad ora abbiamo avuto una macchina che poteva ambire a qualcosa in più lì davanti, per il resto abbiamo sempre inseguito."

SRZ: Sei tornato dalle vacanze di Natale letteralmente rigenerato, e già si era visto a Spa-Francorchamps. E' forse la miglior versione di Masciulli mai vista in questi anni, cosa è successo? Come sei riuscito a superare le difficoltà della prima parte di stagione?

E.M.: "E' da un po' di tempo che penso di aver fatto un salto in avanti, non solo dopo le vacanze. Nella prima parte purtroppo ho avuto un CL e una prima gara tribolata, che con questo sistema di punteggio sono un handicap pesante. Dopo le vacanze è filato tutto liscio quindi ho avuto possibilità di mostrare la forza, ma su FSR prima ed rF1 poi sono stato sempre vicinissimo al mio compagno, Bigazzi, che per me al momento è il più forte di tutti in questo simulatore. Lui mi ha dato nuove motivazioni, grande aiuto, e riusciamo a lavorare meglio preparando una macchina che sia sempre almeno da top 8, chance che in passato non ho avuto non potendo dimostrare quasi nulla.

Anche il nuovo simulatore, rFactor2, secondo me permette di esprimersi meglio rispetto al suo predecessore a livello di guida, e questo forse è stato un altro punto a mio vantaggio. E' stata un po' una piccola rivincita per me, a mio avviso qui ho vinto meno di quel che meritavo e sono sempre sembrato più lontano di quello che effettivamente fossi rispetto ai campionissimi di SRZ."

SRZ: La prossima tappa è fissata in Ungheria, un tracciato su cui il Campionato Italiano rF1 non è quasi mai approdato. Che gara ti aspetti? Credi di poterti confermare lì davanti? Hai preoccupazioni circa la tenuta degli pneumatici?

E.M.: "Gli pneumatici sono sempre la chiave qui, e bisognerà come sempre lavorare di guida e setup in virtù di questo fattore, in Ungheria un po' più che in altri GP data la conformazione della pista che non dà respiro alla vettura. Sul fatto che sarò lì davanti potete star certi, daremo il 101%, sperando che la macchina regga il passo come a Silverstone. Siamo stati carenti fino ad ora con i nostri setup. La qualifica poi sarà fondamentale."

SRZ: Un ottimo secondo posto, alle spalle di un Masciulli davvero inaspettato. Il bilancio della serata è certamente favorevole, dato che hai concluso davanti a tutti i principali avversari. Non sei però riuscito a trovare il guizzo per la vittoria e, nel finale, c'è stato il rischio di un ritorno di Kiss. Credi che optando per una strategia a due soste, come ha fatto l'ungherese, saresti riuscito ad intimorire maggiormente il leader?

D.G.: "Sì, un ottimo piazzamento dopo il disastro di Spa. Non ho mai pensato di fare due soste, semplicemente non avevo il passo, e siccome riuscivo a gestire bene le gomme, la strategia ad un unica sosta era l'unica opzione per me. Io credo che Masciulli non abbia mai tirato al massimo, ha solo gestito, ed è andato forte quando serviva. Forse solo in una occasione sono riuscito ad impensierirlo, però complimenti a lui, gara dominata e controllata alla grande."

SRZ: Il campionato sta diventando ancor più equilibrato della prima parte. Conti, al di là della sfortuna, non sembra più avere quell'incredibile vantaggio, come dimostrano anche le prestazioni in qualifica, in più la Pescara SHS ha ritrovato le sicurezze di inizio anno, oltre ad un Masciulli in formato super, e c'è sempre la Twister2Fast4You, che raramente commette errori... Ti aspettavi tutta questa incertezza? Pensi che il terzo periodo di upgrade possa portare a strategie differenziate?

D.G.: "No, io credo che Marco ha ancora quel vantaggio. Anche qui a Silverstone io ho fatto un giro fuori dal comune in qualifica, e se vediamo la Q1 anche Masciulli ha beccato un super giro, invece Marco quei tempi li faceva sempre. Anche in gara aveva un altro passo, nettamente più forte del mio. Avrei dovuto forse lasciarlo passare per fargli provare ad attaccare Masciulli, ma, sinceramente, ho una piccolissima speranza ancora per il titolo, e sto cercando di giocarmi tutte le carte, non farò passare nessuno, neanche il mio compagno, e se lo farò, sara' perché in quel momento ho calcolato che è meglio farlo passare che perdere tempo nella lotta. La Twister ha due piloti di calibro mondiale, e non commettono errori, forse il primo lo abbiamo visto proprio a Silverstone, però sarà dura batterli. Strategie, sinceramente non saprei, io penso che avremo tutti lo stesso upgrade là davanti, quindi non cambierà' molto. Forse ci potrà' essere qualche sorpresa dalle retrovie, chi lo sa."

SRZ: Your main opponents finished back to you. Although you couldn't achieve your second win, the result is quite satisfying, isn't it? And, with some laps more, you would be able to fight for the victory thanks to your fresh tires...

D.K.: "Well, after lap 1 it was all about damage limitation, when I went down to P6, I was sure that my podium chances were gone because it's almost impossible to overtake at this track. From that point on, I just tried to race only Francesco, because he and Mo are the closest to me in the standings. Both of them were quite unlucky, Mo got spun round at the start, so his race was badly compromized and Bigazzi had technical issues. I thought that I was going to finish P5, but Michele made a mistake and forgot to change tires at his pit stop therefore he had to pit again which gifted me a position. I knew that the guys ahead would be near to the end of their tires but I wasn't really sure if I was going to have a chance at them. I had one chance on Marco when he made a slight mistake at Chapel and I went for it, luckily he was fair enough not to make a second defensive move, so I had room on the inside. All in all, it was a really good result for me, I'm delighted."

SRZ: The next Grand Prix is your home race. Looking at Patel's performance in his country, it could be a bad thing. He's been very unlucky. What do you expect for the next round?

D.K.: "To be honest, it doesn't mean anything in simracing, at least not to me. It's going to be another race just like Silverstone. I completely agree, Mo was really unlucky in this race, I feel sorry for him because I know that with his pace he could have been fighting for the win, he was faster than me during testing. It also didn't help us in the constructors standings, but we still have enough advantage on Musto. I hope to avoid any drama in the upcoming races, because then my lead would be gone and the championship fight would be open again to like 5 people. I want to continue my podium streak, but more importantly I have to watch Bigazzi and finish ahead of him, that's the most important thing to me in the next race."

Related news:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation