23 - 03 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Sei Gran Premi non sono bastati per trovare il sim-driver più forte della sesta edizione del Campionato Italiano rF3. Servirà ancora un piccolo sforzo, basteranno gli ultimi 24 giri della stagione per assegnare i primi titoli su rFactor2 della nona annata di SimRacingZone.net. E saranno 24 giri da non perdere, tiratissimi, non solo perchè un minimo errore potrebbe stravolgere la classifica generale ma anche perchè, con buona probabilità, si correrà sotto la pioggia.

Giacomo Ranzini, forte di tre vittorie, è meritatamente al comando della graduatoria piloti, ma ha solo 3 punti di vantaggio sul compagno Michael Bonacina. Il milanese non può permettersi la minima sbavatura, ma allo stesso tempo può pensare di marcare a uomo il suo avversario, senza spingere esageratamente per tentare di vincere la corsa. Per laurearsi campione, succedendo a Claudio Bivacqua, ultimo vincitore del torneo, dovrà infatti semplicemente puntare a chiudere immediatamente alle spalle di Bonacina, anche tre posizioni più indietro qualora i due arrivassero fuori dalla zona podio. Spettatori interessati saranno Nicola Gazzilli e Federico Biffano, più concretamente in lotta per il terzo e quarto posto assoluto, ma che, dovessero arrivare regali da parte dei due leader, potrebbero clamorosamente tornare in gioco per la vittoria finale. La matematica, infatti, ancora non li esclude, ma l'impresa è quanto mai proibitiva. C'è più relax sul fronte costruttori, dove la Pescara SHS ha bisogno di pochi "spiccioli" per tenere a bada la Musto Racing, ormai rassegnata al secondo posto. Resta aperta la sfida per il terzo trofeo riservato ai team, conteso da Pescara SUD, al momento favorita, e Hashtag Racing Team, staccata comunque di soli 10 punti.

E' la prima volta che il Campionato Italiano rF3 fa visita al tracciato tedesco dell'Hockenheimring: molto più utilizzato, in passato, è stato il gemello del Nurburgring. Ampiamente noto, il circuito è un classico della Formula 1 e, a differenza di quelli visti nelle settimane scorse, offre molteplici opportunità di sorpasso. I punti più accreditati ove sferrare l'attacco sono fondamentalmente quelli di curva 2 e dell'hairpin, alla fine del lunghissimo rettilineo che collega il primo settore al secondo. Critici, invece, il Motodrhome, dove in qualifica si farà maggiormente la differenza, ma anche, poco prima, la curva 8, la Mercedes, una vera e propria trappola per coloro che entreranno troppo aggressivi.

Sarà un finale thriller quello dell'Hockenheimring, dove già nell'edizione 2013/2014 del Campionato Italiano rF2 la pioggia regalò grandissimo spettacolo. Nel momento in cui scriviamo sta ancora piovendo sull'autodromo tedesco, ma l'ultimo bollettino meteorologico prevede acqua solo fino alle 21:15. Per quell'ora saremo già in diretta, sul canale YouTube della SRZTV, per raccontarvi tutti i momenti decisivi di quest'ultimo atto: Ranzini o Bonacina? Come da tradizione, sarà l'ultimo round a decidere il campione rF3...

Related news:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation