20 - 03 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

C'era una sorta di spasmodica attesa per la quarta edizione del Campionato Italiano GT. La foltissima griglia, gli importanti nomi iscritti, i numerosi modelli di auto in pista e l'utilizzo di rFactor2 (che si è rivelato molto più stabile del suo predecessore) hanno dato nuova linfa alla seconda metà di stagione 2014/2015 su SimRacingZone.net, come anche testimoniato dai tanti spettatori che si sono fermati sulla SRZTVHD in occasione della prima tappa in programma. A Silverstone, in una serata da manuale del simracing, David Greco e Marco Conti hanno aperto le danze, aggiudicandosi la vittoria nella rispettiva categoria, SRZGT1 ed SRZGT2.

Nella classe più veloce, il campione in carica, a bordo della Nissan dell'SKZ Musto Racing, parte forte e ottiene la pole-position, ma non senza soffrire. Prima di lui si era infatti imposto Giancarlo Rossi, su Ferrari del Tomelli Fusion, con il tempo di 1:55.689, avvicinato anche da Eros Masciulli, autore di un secondo settore record, fermatosi a 42 millesimi dal sim-driver bergamasco. Greco, scivolato ad un certo punto in seconda fila, trova il jolly negli ultimi minuti, fermando il cronometro sull'1:55.455 e ristabilendo le gerarchie. I distacchi molto contenuti rendono l'avvio della corsa molto interessante e piacevole da seguire, con duelli in ogni dove ed il gruppo costantemente compatto. Fanno subito la differenza i due battistrada, con il sim-driver romano che, spinto da un Rossi molto aggressivo alle sue spalle, non può fare altro che imporre un ritmo infernale nel tentativo di mantenere la leadership. Nei primi minuti di gara, così, le due SHS by Pescara SRT di Masciulli e Puoti non tengono il passo e perdono terreno, anche perchè infastidite da un minaccioso Riccardo Corazzari. Le prime cinque posizioni restano tali e quali dal primo all'ultimo giro, replicando esattamente quanto visto in qualifica. Le uniche emozioni si registrano dopo i pit-stop, con Rossi che sbaglia i tempi della sosta e si ritrova ad oltre 10 secondi da Greco, dicendo quindi addio a qualsiasi velleità, e con la sfida interna tra Puoti e Masciulli. Il primo, anticipata la fermata di qualche passaggio, sfila il proprio TM che di forza, però, si riprende subito la terza posizione. Cerca di approfittarne lo stesso Corazzari, il quale innescherà, qualche giro più tardi, una bella lotta proprio con il sim-driver pescarese. Succede poco altro, con il traffico delle SRZGT2 a smorzare le possibili lotte del secondo stint. Greco vince per la quarta volta consecutiva in quattro edizioni del Gran Premio di Silverstone, festeggia ma non può stare tranquillo con un Rossi in così grande condizione. Il podio è chiuso da Masciulli, anch'egli seriamente candidato al titolo con l'Aston Martin dell'SHS by Pescara SRT.

 Greco e Rossi spingono fortissimo, distanziando le SHS by Pescara SRT sin dalle prime battute 

Alle spalle della top5, le principali sfide vedono protagonista Fabio Ciambella, alle prese prima con Alessio Spinelli e poi con il duo della BlueBolt Alfa, sfide durate praticamente dall'inizio alla fine. Dopo la buona qualifica, invece, si confermano Mario Mazzelli, anche se costretto a cedere una posizione alla distanza a Nicola Pagani, e Dennis Grassi, che rilanciano il PlayBoy Fusion nel Campionato Italiano GT dopo la cattiva esperienza della passata edizione. In generale, tutti i partecipanti si sono ben comportati, tant'è che nessun ritiro è stato registrato. Pochi gli errori, ancora meno gli incidenti, ottima l'interpretazione tattica delle varie fasi di gara, anche se sotto il punto di vista strategico in molti avranno qualcosa da rivedere, specialmente coloro hanno optato per un primo stint molto lungo seguito quindi da un pit-stop tardivo, scelta che non ha assolutamente pagato. Non ha invece preso parte all'evento Alessandro Faluschi, TM dell'SKZ Musto Racing, messo K.O. dall'influenza.

In SRZGT2 le qualifiche sono invece meno emozionanti. Conti tiene infatti il miglior crono per tutto l'arco dei 20 minuti, migliorandolo di giro in giro in modo da rintuzzare le offensive di Alessandro Mazzon, costantemente a pochi millesimi dal sim-driver toscano. Sin dalle prime battute risultano loro la coppia più competitiva, coppia in grado di rifilare oltre mezzo secondo a Marco Boscariol, terzo in griglia con la Porsche dello Snail Team. Di maggiore interesse nella sessione cronometrata è la lotta per il quarto posto, conteso dalla seconda guida SKZ Musto Racing, il britannico Andrew Baranowski, da Salvatore Carollo, su Lamborghini in RFDT Rookie Team, e Giuseppe Laino, con la Mercedes dell'RBS Racing by IES. I tre, dopo essersi scambiati più volte posizione nel corso delle qualifiche, si ritrovano sportello contro sportello anche in gara, quando regalano probabilmente il maggiore spettacolo della serata. Nel corso del terzo passaggio, infatti, il pilota di casa commette un piccolo errore e subisce l'offensiva di Carollo, bravo nel preparare l'attacco decisivo che si concretizza a Luffield e poi a Copse. Laino, intanto, prova a sua volta a farsi vedere negli specchietti di Baranowski, anche se non sembra voler realmente sferrare l'offensiva. Lo farà qualche giro più tardi, nei confronti però del sim-driver dell'RFDT Rookie Team, in difficoltà con le gomme a fine stint e quindi sopravanzato da entrambi i suoi diretti avversari. Davanti, intanto, Conti e Mazzon fanno l'andatura, anche se l'alfiere della LupaRossa Motorsport fatica più del previsto con la sua Corvette, e non riesce a limitare l'incontenibile neo campione rF1, capace di accumulare un vantaggio di circa 4 secondi in corrispondenza della metà gara, quando i due si preparano ad effettuare il pit-stop. Zitto zitto, invece, dopo un inizio sofferente, Boscariol esce alla distanza con una strategia davvero imprevista. Il sim-driver in prestito allo Snail Team punta infatti a non fermarsi, sfruttando una gestione gomme impeccabile che a circa 15 minuti dal termine gli permette così di essere ancora al comando. Se Conti e Mazzon gli sono ormai nei tubi di scarico, Boscariol sembra comunque avere in scacco Baranowski e quindi la terza posizione, ma uno sfortunato incidente lo preclude da questo risultato. Una delle due D2D Racing Team di SRZGT1 perde infatti il controllo in percorrenza di Becketts, finisce in testacoda a centro pista e coinvolge lo stesso sim-driver classe 1986. Dopo le dovute riparazioni, per lui sarà solo ottavo posto.

La grande prova di Mazzon non è basta a contenere la furia di Conti

Dopo 60 minuti, di cui gli ultimi 30 davvero complicati con il traffico dei doppiaggi tra categorie, Conti festeggia la sua prima vittoria nel Campionato Italiano GT, chiudendo davanti ad un eccellente Mazzon e al compagno di squadra Baranowski. L'SKZ Musto Racing fa subito la voce grossa, sfruttando anche la gara infelice di Paolo Breme, la seconda guida di Antonio Castagna, condizionato da un contatto ad inizio corsa. E' sicuramente la coppia di Alessandro Faluschi la meglio assortita di SRZGT2, ma con un calendario così lungo ed i tanti appuntamenti ravvicinati nulla è precluso. Regalano spettacolo, nelle retrovie, anche Andrea Corsetti, con la Corvette dell'IES Racing Team, e Osvaldo Cocozza, RFDT Rookie Team, in lotta dall'inizio alla fine per la sesta e settima posizione di categoria. Out per incidente Francesco Ceccon, mentre Fabio Giunta e Stefan Albanese sono stati costretti a lasciare il server in seguito a problemi tecnici.

Il circus si appresta a tornare subito in pista all'Estoril, per la seconda tappa stagionale fissata per Giovedì 30 Aprile. Il tracciato portoghese, veloce ma allo stesso tempo stretto se paragonato a quello di Silverstone, rappresenta la prima vera sfida per i protagonisti in pista, chiamati ad una prova superba specialmente nella gestione dei doppiaggi. Già questa tappa, seppur solo la seconda, sarà fortemente indicativa per il prosieguo del campionato. Nel frattempo, è possibile rivivere l'appuntamento inaugurale attraverso la replica della SRZTVHD disponibile di seguito.

Risultato Gara

Gallery

Leggi anche: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation