18 - 04 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Quando lo scacchiere di Luca Albertoni sembrava ormai completo e il circus dei partecipanti bloccato a 33 unità, il Campionato Italiano GT ha trovato un nuovo componente. L'RBS Racing by IES fa infatti il debutto nella massima serie a ruote coperte di SimRacingZone.net, presentando ufficialmente la Mercedes SLS con cui prenderà parte, in extremis, alla competizione. I sedili saranno occupati da Michael Vigolo e Giuseppe Laino, giovani sim-driver in un ottimo momento di forma che, dopo aver fatto piuttosto bene rispettivamente nel Campionato Italiano rF2 e sul fronte rFactor, sono pronti ad attaccare in SRZGT2.

L'anomala blu dell'RBS Racing by IES sarà l'unica Mercedes sulla griglia di partenza

Vigolo, classe 1990, ha esordito su SimRacingZone.net nel Campionato Italiano rF2 della stagione 2012/2013. Fu un inizio amaro per lui in quel di Interlagos, dove fu costretto al ritiro. Nei suoi 39 Gran Premi ha preso parte anche ad altre due edizioni del Campionato Italiano rF2, la 2013/2014 e la 2014/2015, oltre a due edizioni del Campionato Italiano rF3. Il miglior risultato in carriera lo ha raggiunto proprio quest'anno, in Austria, dove ha chiuso al secondo posto, alle spalle di Andrew Baranowski. Il passaggio ad rFactor2 sembra aver agevolato il sim-driver veneto che, sul nuovo simulatore, sembra decisamente più competitivo sia sul giro secco sia nel passo gara. Prima di questo, la sua miglior prova risaliva sicuramente alla stagione 2012/2013, in corrispondenza del Gran Premio del Canada del Campionato Italiano rF3, quando chiuse terzo alle spalle dell'amico e compagno di squadra Fabio Muraro. Detto del trend positivo che Vigolo ha intrapreso da qualche mese a questa parte, il ragazzo di Este deve ora confermarsi in maniera decisa nel Campionato Italiano GT, specialmente limitando al massimo i ritiri, da sempre uno dei suoi principali punti di debolezza.

Per quanto riguarda Laino, si tratta di uno dei membri storici del portale. Di lui se ne sente parlare già dall'annata 2007/2008, quando entrò nel mondo del sim-racing partecipando all'ultima tranche dell'rF(1)actor League, l'attuale Campionato Italiano rF1. Per anni nell'ombra, è sbocciato a metà della scorsa stagione quando ha finalmente cambiato volante, dando una svolta non solo alla propria carriera virtuale ma anche a quella dell'intero IES Racing Team. Da quando Laino si è risvegliato infatti, l'intera squadra ha recuperato lo smalto di un tempo, tornando ad essere competitiva su tutti i fronti. Un titolo costruttori sfiorato nel Campionato Italiano rF3 2013/2014, un titolo costruttori acquisito nel TRS F458GTC, un altro nell'SRZ Mini Challenge e un altro ancora ormai acquisito nell'SRZ Giulietta GT (in corso): sono questi i numeri del team di Luca Albertoni, merito di una "linea verde" guidata proprio dal napoletano. E ora, dopo aver preso confidenza nel Campionato Italiano rF2, anche se con sole tre apparizioni da riserva, Laino è pronto a tuffarsi nel Campionato Italiano GT, per portare l'RBS Racing Team fondato da Fabio Giunta e Marco Ercoles lassù dove non è mai stato.

Chi dava ormai per scontata una lotta tra SKZ Musto Racing, LupaRossa Motorsport e Snail Team per le prime tre posizioni di categoria SRZGT2 dovrà sicuramente rivedere i propri piani. L'RBS Racing by IES ha senza dubbio le potenzialità per inserirsi nella disputa e regalare grandi sorprese, nonostante l'esperienza maturata sino ad oggi in una competizione di così alto livello sia relativamente poca.

Leggi anche: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation