20 - 08 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

Forse in pochi si sarebbero aspettati un SRZ Mini Challenge così combattuto e soprattutto equilibrato. Ogni singola manche sin qui disputata, oltre ad aver visto sempre un vincitore diverso, ha infatti costituito storia a sè e ha regalato duelli avvincenti solitamente in grande correttezza.

http://www.simracingzone.net/SRZ/gallery/category/235-round-01-siracusa

La tappa inaugurale, disputatasi a Siracusa, ha subito lanciato una tematica importante relativa al consumo degli pneumatici in regime di parco chiuso. Cristian Macrelli e Salvo Russo, dell'SS Racing Team by SRM, hanno in quella circostanza sorpreso tutti sacrificando la qualifica, durante la quale hanno percorso solo una manciata di giri, per risparmiare le proprie coperture in vista della corsa, quando poi sono riusciti a non effettuare pit-stop. In questo modo, la coppia coordinata da Fabio Ciambella ha beffato sia lo squadrone dell'SFG Motorsport sia il binomio dell'IES Racing Team, partiti con i favori del pronostico, raccogliendo la prima vittoria in campionato. La tattica e la strategia di gara 1 hanno poi lasciato campo esclusivamente alle capacità di guida in manche 2, dove, annullato il regime di parco chiuso, i sim-driver hanno potuto esprimere appieno le proprie abilità pur condizionati dall'inversione dei primi 10 in base all'ordine di arrivo della precedente gara. Giuseppe Laino e Gabriele De Angelis, dopo essersi liberati uno ad uno degli avversari, hanno così dominato in lungo e in largo, collezionando un'importantissima doppietta che ha subito issato il team di Luca Albertoni in vetta alla classifica costruttori.

Il secondo evento stagionale, oltre a riproporre i temi strategici della prima tappa, ha portato all'introduzione delle zavorre, espediente che sino all'ultima serata in programma renderà tutto estremamente incerto. Gli alti quantitativi di peso che i protagonisti di ogni manche sono costretti a caricare rendono praticamente impossibile lottare per le prime posizioni, tutto a vantaggio di chi non ha ottenuto grandi risultati fino a quel momento. E' quello che è accaduto ad Adria, dove le IES Racing Team, fortemente zavorrate, sono state costrette a lottare per i margini della top10, stendendo il tappeto rosso ai piedi dell'esordiente Alessandro Riolo, entrato in campionato con una gara di ritardo. L'ex sim-driver del Targa Florio Team, qui iscrittosi come privato, si è assicurato la prima manche in relativa scioltezza, rintuzzando solo all'inizio gli attacchi di un ottimo Mattia Lissandro, RFDT SimRacing Department. Quest'ultimo, però, un pò per l'eccessivo consumo degli pneumatici e un pò per un'inadeguata aggressività, ha finito col chiudere solamente in undicesima posizione. A podio sono quindi andati Emanuele Parravicini e Stefano Rumi, con il secondo grande protagonista anche in gara 2, quando ha finito alle spalle del solo Stefano Gattuso, davanti a Julian Faustini.

Gli ottimi risultati ottenuti ad Adria sono allo stesso tempo una sorta di ghigliottina per i piloti del gruppo SFG, che al Mugello dovrebbero essere i più pesanti di tutti assieme a Riolo. Non essendo cumulabile, si riazzera la zavorra dell'IES Racing Team e dell'SS Racing Team by SRM: questo implica che nel bellissimo autodromo toscano le prestazioni saranno di nuovo stravolte rispetto all'ultima settimana, più simili a quelle dell'esordio. Per scoprire come andrà non resta che aspettare domani sera, Martedì 9 Dicembre, quando Tommaso Le Rose e Fabio Ciambella racconteranno le gesta dei protagonisti sul canale della SRZTVS1!

Leggi anche:

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation