21 - 02 - 2019
Sponsors

nextlevelracing.com

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

https://www.tuttoautoricambi.it/marca-automobilistica/pezzi-di-ricambio-renault.html

rackservice.org

primi sui motori con e-max

I ragazzi di Slightly Mad Studios hanno recentemente rivelato ulteriori dettagli riguardanti la modalità online dell'attesissimo Project Cars 2 , che dovrebbe essere rilasciato nella sua versione completa nell'ultimo quadrimestre del 2017.

A differenza di altri simulatori come Assetto Corsa e Rfactor 2 che offrono un'esperienza online "piatta" e contano sull'apporto dei vari siti e portali esterni per organizzare campionati e tornei, Project Cars 2 vuole dare alla propria modalità online una struttura molto più complessa, con ciascun pilota che avrà l'opportunità di costruire la sua reputazione a suon di risultati e di dare un'idea del proprio livello agli avversari ancora prima che la gara cominci.

Sarà sicuramente presente un sistema di ranking volto ad assegnare un punteggio ad ogni pilota, favorendo così un matchmaking accurato in cui i piloti seri e professionali non dovrebbero correre il rischio di trovarsi a correre contro i principianti e i piloti scorretti, cosa che su altri simulatori come Assetto Corsa ha sempre causato non poche lamentele da parte dell'utenza.

Il rating di ciascun pilota si baserà su molteplici parametri e sarà diviso in tre macro-categorie : l' esperienza , che si baserà sul numero di gare disputate, in modo tale da rendere facilmente distinguibili i "veterani" dai novellini, la condotta di gara, basata sulla correttezza in pista e che aumenterà man mano che si completeranno gare senza incorrere in penalità, utile per distinguere i piloti professionali e seri dai "wreckers", e infine il successo, basato sui risultati ottenuti in pista non solo in senso assoluto ma anche in rapporto ad altri fattori quali la lunghezza della gara, il numero e il rating degli avversari.

Rivisto completamente il sistema di penalità in-game ; sarà finalmente soppiantato il tanto discusso rallentamento della macchina, sostituito da un decisamente più realistico sistema di penalità di tempo o di posizioni, e sarà lasciato il pieno controllo della macchina al pilota che non verrà più rallentato in maniera artificiosa ma sarà libero di decidere come e quando scontare le proprie penalità. Non è ancora stato confermato ufficialmente ma queste penalità inferte dal gioco potrebbero essere sovrascrivibili da commissari di gara umani in caso di gare di campionato, che potrebbero avere la facoltà di infliggere penalità ai piloti sul momento.

Infine, sarà dato un grande supporto alla trasmissione degli eventi in streaming, con numerose features volte a semplificare la trasmissione in diretta streaming delle proprie gare e campionati : sarà possibile assegnare all'interno del gioco il ruolo di regista e telecronista agli utenti che sono coinvolti nella realizzazione della diretta, che potrà essere trasmessa su Youtube Twitch direttamente da dentro il gioco, e non mancherà una lista di tutti gli eventi che vengono trasmessi in diretta, favorendo quindi la visualizzazione delle proprie dirette da parte degli altri giocatori.

Nel dettaglio, il regista sarà un giocatore che non partecipa alla gara che avrà a sua disposizione un articolato menù per passare in qualsiasi momento da un pilota all'altro e da un'inquadratura all'altra, oltre ad una vasta gamma di onscreen overlays per dare ai propri spettatori tutte le informazioni che si desiderano, come classifiche aggiornate al momento, intervalli e distacchi fra due o più piloti, tempi sul giro, informazioni sullo stato delle auto, penalità, e tutto quello che uno spettatore può desiderare di vedere. Il broadcaster sarà invece colui che riceverà le immagini dal regista e si occuperà di trasmetterle in streaming, con la facoltà di fare anche da telecronista.

Tutte queste novità rappresenteranno un netto miglioramento non solo rispetto al primo Project Cars, ma anche rispetto a quello che offrono i concorrenti, e c'è la possibilità che questa concezione del gaming online si trasformi in uno standard al quale tutti i futuri giochi di guida e non dovranno adeguarsi, con un notevole vantaggio sia per chi si occuperà dell'organizzazione di campionati competitivi e sia per gli spettatori che si potranno godere uno spettacolo in tutto e per tutto simile a quello offerto dalle migliori emittenti televisive che trasmettono gare reali. Non resta ora che aspettare l'autunno del 2017 per vedere se tutte queste premesse assolutamente invitanti si trasformeranno in realtà.

Related news: 

[XGT] ROUND 05: Canada
Partners





racehhub.eu


simracingzone.net Webutation